Torino a Rennes, occhio a Ola Toivonen

Torino a Rennes, occhio a Ola Toivonen

Dal ritiro / I granata volano in Francia per sfida la nota compagine della Ligue 1

Dopo tre settimane di preparazione atletica, per il Torino è arrivato il momento di alzare il ritmo e mettere in campo quanto assimilato nel ritiro di Bormio e Chatillon. In scena l’amichevole contro lo Stade Rennais.

I granata, domani sera, sono attesi da quello che è l’impegno più probante di questi 20 giorni di ritiro: l’amichevole in Francia contro lo Stade Rennais Football Club, chiamato per comodità semplicemente Rennes. Dopo partite di medio-basso livello contro Renate e Savona, finalmente il Torino potrà confrantarsi contro una squadra di pari livello, sia a livello tecnico che, se vogliamo dal punto di vista storico e societario. E da questi 90′ minuti di calcio d’agosto, Giampiero Ventura potrà trarre molte indicazioni di rilievo, quando manca meno di un mese al primo impegno ufficiale della stagione in Coppa Italia.

Partiamo da alcune informazioni di carattere storico: la data di fondazione del Rennes risale al 1901 (il che ne fa la quarta squadra più antica della Ligue 1 francese dopo Bordeaux, Marsiglia e Troyes) ed i suoi colori sociali, il rosso e il nero, sono senza dubbio i più popolare in Bretagna, regione della quale Rennes ne è il capoluogo. Gioca le sue partite allo Stade de la Route de Lorient. Quando i rouge et noir giocano in trasferta, è consuetudine vedere disegnato sulle divise un ermellino nero, animale simbolo della Bretagna. In bacheca, due Coppe di Francia e una Supercoppa. Senza dimenticare le numerose partecipazioni alle competizioni europee, nelle quali il Rennes è stato un ospite fisso nelle passate edizioni.

Come il Torino, anche la storia del Rennes non è stata sempre rose e fiori. Dagli anni Settanta fino ai primi anni Novanta, il club ha attraversato periodi davvero nefasti, caratterizzati da continui cambi di allenatore, retrocessioni e problemi finanziari. La società è stata anche sull’orlo della bancarotta (analogia con il Torino, anche se il Torino è fallito davvero), e fu costretta da un tribunale e vendere le maggiori fonti di introito per entrare in un periodo di austerity. La rinascita inizia nel 1994, quando alle dispendiose aste milionarie si sostituì una politica di valorizzazione dei giovani del vivaio, con investimenti calcolati e mirati.

Attraverso questa gestione, dal vivaio bretone sono passati campioni del passato come Sylvain Wiltord (vice-campione del mondo nel 2006) e talenti del presente come Yacine Brahimi e Yann M’Vila. I pericoli per Glik e compagni? Da marcare stretto Ola Toivonen (ex PSV pagato quasi 8 milioni) e Paul-Georges Ntep, giovane franco-camerunense già nel giro della nazionale maggiore. Sulla terquarti, Sanjin Prcic è un ottimo elemento.

Tra anologie storice e un presente radioso per entrambe le squadre, possiamo dire che quello che attende il Torino è un test decisamente di spessore, tra due squadre protagoniste di una grande rinascita negli ultimi anni e con grandi ambizioni. E non chiamatelo calcio d’estate.

21 commenti

21 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. OslonToro GK - 2 anni fa

    ma la squadra più antica non era lo Sheffield United?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

      Ma penso anzi sicuramente il 1091 era un errore

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

      Comunque adesso funziona meglio noo ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. OslonToro GK - 2 anni fa

        adesso si, ma tu eri l’unico che si lamentava :)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

          si e vero Oslon sono sempre stato un perfezionista. :-)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. OslonToro GK - 2 anni fa

            solo non capisco perchè se scrivi un post…questo finisce sul fondo..tu che sei un perfezionista sai darmi una risposta?

            Mi piace Non mi piace
        2. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

          Ma insomma tutti falsi allarmi di Defrel al Sassuolo e noi vicini ad Hernandez, oggi addirittura a Gazzetta tv davano noi ad un passo da Defrel

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

        Penso anzi sono sicuro che 1091 era un errore

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

          Ed inoltre risposto una volta non ti posso più rispondere, vedrai che fra qualche anno miglioreranno

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. OslonToro GK - 2 anni fa

            a ecco…è successo anche oggi ma non capivo il perchè

            Mi piace Non mi piace
          2. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

            Oslon non chiederlo a me boh? sinceramente da stamani è meglio ma Disquis dai!
            Era tutt’altra cosa, speriamp che migliora ancora , ma mancano e non so se
            potranno rimediare:
            l’immagine del profilo, il poter modificare, la controrisposta, Mah!

            Mi piace Non mi piace
  2. dbGranata - 2 anni fa

    Ho sentito che il Toro pare interessato a questo Sanjin Prcic e spero vivamente che lo compri. Ho visto i video e a soli 21 anni ha una visione di gioco e un piede pazzesco. Sembra un po’ innamorato del piede “forte” a discapito dell’altro ma pochissima roba. Per 2 mln si porta via e a fare da playmaker al posto di Gazzi (o usato alternativamente a Gazzi) per me farebbe sfaceli. Con Prcic e un attaccante dei profili già straconosciuti credo saremmo da europa FISSA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

      Io ieri mi sono innamorato di due giocatori del Vojvodina uno in particolare Ivanic 22 anni quello che ha fatto il primo gol un trequartista l’altro e’ Ozegovic 21 anni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. dbGranata - 2 anni fa

        Piacciono anche a me, soprattutto il secondo, anche se mi ricorda un po’ Stevanovic e credo che quest’ultimo se esplodesse sarebbe non da meno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

    Azzo!! nato nel 1091, 401 anni prima della scoperta dell’America, me cojoni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mago Abedì - 2 anni fa

      la bretagna a quei tempi era un nazione a sè…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. test_668 - 2 anni fa

        si credo fosse ancora staccata dalla francia quella Zolla… 😀

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. dbGranata - 2 anni fa

          Tutto era staccato dalla Francia… tecnicamente fino alla fine del medioevo la “Francia” era un territorio poco vasto che si sviluppava intorno a Parigi. Il Re di Francia nel 1200, per dire, era meno potente del duca d’Acquitania. 😀

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

            Ma l’articolo parla della nascita della squadra nel 1091!

            Mi piace Non mi piace
      2. RDS- giulianoforpresident - 2 anni fa

        infatti il Rennes ha 254 stelle sulla maglia ha vinto due Coppe dei Campioni
        una contro Il Regno delle due Sicilie e una contro gli Ottomani

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. OslonToro GK - 2 anni fa

      è un pezzo unico e raro..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy