Torino, Acquah punta la mediana. E Bovo…

Torino, Acquah punta la mediana. E Bovo…

Vero Roma / La contemporanea assenza di Gazzi e Vives in mediana proietta il ghanese verso la casella davanti alla difesa. Il centrale romano potrebbe essere un’alternativa, ma anche in difesa la coperta è corta

San Siro

Il Toro di Ventura sta facendo dell’emergenza una normalità: una serie lunghissima di infortuni ha colpito sin dall’alba di questa stagione la compagine granata, costringendo Ventura a scelte dettate più dalle presenze in infermeria che da motivi di ordine tattico. La situazione sembra ripresentarsi in vista della sfida del tardo pomeriggio contro la Lazio: una sfida impegnativa contro una squadra in salute dal punto di vista dei risultati, che i granata affronteranno a ranghi ridotti a causa dei problemi che hanno colpito i ragazzi di Ventura nell’ultimo allenamento, soprattutto a centrocampo.

La lombalgia acuta che ha afflitto Vives a partire da ieri è stato infatti un fulmine a ciel sereno per l’ambiente Toro, visto che lo stop del centrale di Afragola si somma all’assenza, nella stessa posizione, di Gazzi, ancora in recupero dal trauma conseguito contro il Milan. Ecco che la posizione di schermo davanti alla difesa si trova scoperta del tutto per la prima volta dall’inizio dell’anno, e il principale indiziato per occupare la casella sembra essere Afriyie Acquah: il ghanese appare, tra i centrocampisti rimasti, il più adatto a occupare il ruolo, visto che sia Benassi sia Baselli risulterebbero più pericolosi se avessero la possibilità di proiettarsi con continuità in fase offensiva. Difficile, d’altra parte, che Ventura scelga di affidarsi a Prcic. Il bosniaco, infatti, è stato proprio ieri colpito da un attacco influenzale che gli ha impedito di partecipare al fondamentale allenamento del venerdì. Con queste premesse la strada di un suo impiego contro la Lazio appare in salita.

prcic
Sanjin Prcic: per lui buone prestazioni in amichevole, ma ancora nessuno spazio in gare ufficiali

Un altra soluzione, già provata nel corso degli ultimi anni, sarebbe quella di spostare Bovo a centrocampo, ma ecco che così il tecnico ligure si troverebbe in difficoltà dietro: Gaston Silva non lo può sostituire in quanto è mancino, e Pryima non è ancora in grado di reggere un’intera partita, oltre a non essere entrato ancora appieno nei meccanismi della squadra.

Chi invece sogna un posto al sole è, invece, Stefano Tindo, centrocampista della Primavera che si è già allenato più volte con la prima squadra: vista l’assenza di giocatori di ruolo, infatti Ventura potrebbe anche decidere di portarlo con sé a Roma. Un’opportunità per il giovane granata, e chissà che non possa dare una svolta alle notizie negative che l’infermeria porta negli ultimi tempi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy