Torino, affollamento in attacco: Damascan verso una spola con la Primavera

Torino, affollamento in attacco: Damascan verso una spola con la Primavera

Focus on / Il calciomercato dei granata condiziona anche il moldavo, che ha bisogno di giocare: non è da escludere la sua presenza già oggi, al Memorial Mamma Cairo

di Federico Bosio, @fedebosio19

Il Torino ha ufficialmente cominciato la stagione, ma le dinamiche del calciomercato e conseguentemente della rosa sono ben chiare a tutti. Per stessa ammissione – in realtà è stata una conferma di quanto detto in passato – di Walter Mazzarri l’organico dei granata è costruito esattamente secondo la sua volontà, ma il reparto offensivo conta ad oggi troppi giocatori: un sovraffollamento per due, al massimo tre all’occorrenza, posti che rischia di portare a cali di concentrazione e malumori da parte di quei giocatori che verranno inevitabilmente adoperati con meno costanza. La sessione di mercato è ancora aperta in alcuni paesi, e dunque il club di via Arcivescovado può operare in uscita. Ricostruito il quadro generale, veniamo al particolare: la situazione appena descritta ha condizionato giocoforza anche Vitalie Damascan, che tuttavia non partirà.

Il giovane attaccante moldavo, acquistato già a gennaio ma ufficializzato solamente in estate, ha raggiunto il gruppo di nuovi compagni a Bormio per integrarsi nello spogliatoio e negli schemi, ma non è ancora stato utilizzato in sfide ufficiali. Torniamo al mercato: con la finestra chiusa in Italia risulta altamente improbabile che sia Edera a muoversi in prestito, mentre restano da valutare e decifrare le situazioni di Falque, Ljajic e soprattutto Niang. E’ lui l’indiziato numero uno a trasferirsi altrove; un addio che potrebbe comunque non bastare in termini numerici e che ad oggi continua, comunque, a non sembrare così imminente. Ecco allora quale soluzione si prospetta per Damascan, sul quale il Torino punta ma che d’altra parte ha bisogno di giocare per ambientarsi al meglio nel calcio italiano ed esprimere le proprie qualità.

Molto probabile a questo punto una spola tra prima squadra e Primavera, con il moldavo che si allenerebbe in settimana agli ordini di Mazzarri per poi essere spesso a disposizione di Coppitelli per gli impegni del weekend. Una soluzione che permetterebbe al giocatore di scendere in campo con continuità (lui che è un classe ’99 e dunque vestirebbe i panni del fuori quota), ed alla società di monitorarlo da vicinissimo sia durante gli allenamenti che nel fine settimana e allo stesso tempo di cominciare di fatto a sfoltire il reparto offensivo a disposizione per i match ufficiali. Sembra altamente probabile quindi una sua presenza già questo pomeriggio, per l’incontro inaugurale della sesta edizione del Memorial Mamma Cairo, insieme alla formazione Primavera. Il futuro di Damascan appare ad oggi “a metà”, ma totalmente colorato a tinte granata.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14003131 - 5 mesi fa

    Come avevo scritto in un vecchio post, ci sta. Per la Primavera un ottimo innesto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granatadellabassa - 5 mesi fa

    Era del tutto prevedibile…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy