Torino, al vaglio nuovi osservatori: Cavallo resta in pista

Torino, al vaglio nuovi osservatori: Cavallo resta in pista

Calciomercato / Dopo l’addio di Zavagno, i granata hanno ufficialmente un solo scout. Non si escludono consulenti esterni, mentre i tifosi sognano Leo Junior

2 commenti
Petrachi, TORINO FC stagione calcistica Serie B 2010/2011 nella foto il presidente Urbano Cairo - calciomercato, Petrachi, Boyé

Calciomercato anche fuori dal campo per il Torino: dopo l’addio di Zavagno (ha salutato tutti attraverso le nostre pagine) in casa granata valutano con attenzione l’ipotesi di rinfoltire un settore nel quale ormai opera il solo Antonio Cavallo.

E mentre i tifosi sognano l’inserimento di Leo Junior – che già opera in quest’ambito in patria -, lo stesso Cavallo potrebbe tornare ad operare anche in Brasile, come ai tempi antecedenti al fallimento, sebbene fino a questo momento lo scout granata si fosse principalmente dedicato al mercato italiano e dell’europa centrale. Fino al 2005, però, Cavallo aveva seguito – oltre all’Italia – i talenti provenienti dal Nuovo Mondo (aveva scovato per primo un certo Cicinho) e dall’Africa centrale. Da lì potrebbe ripartire, anzi. Potrebbe addirittura mettere assieme una nuova squadra di collaboratori, cui farebbe a quel punto da supervisore generale. 

Il calciomercato, ormai, è gestito principalmente dai mediatori esterni e molte società – per un motivo o per un altro – stanno snellendo il proprio organigramma, affidando l’area scouting dei più grandi a consulenti esterni. I quali ovviamente, per prima cosa si coordinano una figura di fiducia all’interno del club, messa a disposizione per fare dal collante tra l’area sportivo-amministrativa (Petrachi, Cairo e Ventura) e appunto i mediatori esterni.

Cavallo (qui la sua ultima intervista a TN) dovrebbe – il condizionale è d’obbligo – ricoprire proprio questo ruolo di supervisore generale. Una possibilità che proprio in questo momento è al vaglio tra i vertici di via Arcivescovado, un’idea, volta anche a spostare le risorse dedicate allo scouting: queste verrebbero in parte dirottare sul Settore Giovanile, in modo da accelerare la scoperta di giovani talenti.

Dunque, mentre si attendono novità riguardo l’attaccante e dopo le dimissioni di Zavagno, il Torino fa mercato dentro e fuori dal campo…

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. maraton - 2 anni fa

    cavallo resta in pista……che dire…..
    qui siamo oltre il doping :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. PrivilegioGranata - 2 anni fa

    CAVALLO RESTA IN SELLA ha qualcosa di mitico e di inquietante al tempo stesso.
    Signori della Redazione, fate mai dei test antidoping? :-))

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy