Torino, arriva il mago Gasperini: contro i granata non perde dal 2014

Torino, arriva il mago Gasperini: contro i granata non perde dal 2014

L’avversario / Il tecnico ha riportato in auge l’Atalanta, costruendo una squadra forte e competitiva: e col Toro ha perso solo due volte…

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino affronterà, in questo fine settimana, l’Atalanta allo stadio Olimpico Grande Torino: la sfida sarà molto delicata, perché i granata hanno l’obbligo di vincere (o quantomeno non perdere) nello scontro diretto contro i bergamaschi, che precedono il gruppo di Mazzarri di tre punti. Seduto sulla panchina dell’Atalanta ci sarà ancora una volta Gian Piero Gasperini, allenatore dei nerazzurri ormai dall’estate del 2016.

Torino FC v Atalanta BC - Serie A

EUROPA – Gasperini in quel di Bergamo è molto amato, considerato quasi un mago per il lavoro che ha svolto. Da quando è arrivato, l’Atalanta ha compiuto un netto salto di qualità, guadagnando anche l’accesso in Europa League la scorsa stagione arrivando addirittura al quinto posto, dopo una stagione sulla cresta dell’onda. La qualificazione è soltanto la punta di un iceberg ben piazzato, grazie a giocatori che il “Gasp” ha formato e lanciato nella propria squadra, valorizzando giocatori come Gomez e Duvan Zapata, e scoprendo anche nuovi talenti come Mancini, Freuler, Castagne o De Roon. Anche in questa stagione l’Atalanta di Gasperini è lanciata alla ricerca dell’Europa League, con lo sguardo anche sul sogno Champions League che per i nerazzurri dista solo quattro punti.

Torino FC v Genoa CFC - Serie A

TORO – Il tecnico arriva a Torino, sua vera città natale (è nato a Grugliasco), nella quale ha mosso i primi passi come allenatore, allenando nel settore giovanile della Juventus. Da questo punto di vista la partita contro il Toro è un po una sorta di derby per Gasperini, che quando vede granata si esalta. Il mister dell’Atalanta ha affrontato il Torino 20 volte nella sua lunga carriera, trovando il successo in ben 8 occasioni, pareggiando 10 partite e perdendone soltanto 2 nel complesso. Ma non solo: la sconfitta contro il Toro manca da quasi cinque anni. Le uniche due partite perse da Gasperini contro i granata sono arrivate lo stesso anno, quando l’allenatore era seduto sulla panchina del Genoa: la prima fu quella in casa del Torino, il 13 aprile 2014, quando Cerci e Immobile ribaltarono la sfida in due minuti soltanto. L’altra arrivò otto mesi dopo sempre allo Stadio Olimpico Grande Torino grazie ad una doppietta formidabile di Glik, che annullò la rete di Iago Falque (allora ancora rossoblù). Per questo motivo la partita di questo sabato sarà ancora più un tabù per Mazzarri e i suoi ragazzi, che sfideranno un allenatore pressoché imbattibile contro i granata.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13719128 - 4 settimane fa

    Allora è ora che perda!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 4 settimane fa

    Cmq lo reputo per quello che ha tirato fuori dai masiello, dai petagna, ma anche la gestione di ilicic e del papu uno dei migliori allenatori in italia, se non il migliore al momento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 4 settimane fa

    Sarebbe interessante averlo al toro per capire le ‘percentuali’ di ‘colpa’ nella societa’, la storia ci insegna che con 3 ‘vati’ negli ultimi … 8? anni abbiamo fatto piu’ o meno gli stessi risultati, Ventura in realta’ aveva anche gente piu’ grezza di quella attuale eppure, seppur con l’aiutino del parma ci porto’ in EL e fino al Mames, Zenit e pure quel derby.. O la rimonta di Genova.

    Sara’ perche’ GPV ha avuto 5 anni e non 1 anno e mezzo ma al momento, senza nostalgie, ci mancherebbe, e’ ancora il migliore allenatore dell’era cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rokko110768 - 4 settimane fa

      Concordo con te e senza nostalgie da ‘ribollita’ che pure è un bel piatto. Ventura ha lavorato per diversi anni, Mihajlovic molto meno (anche per sue colpe) e Mazzarri ad oggi ha 1 anno e poco più di lavoro.
      Si può poi discutere del tipo di calcio che fa Mazzarri ma questo è un tema diverso, era già noto prima la sua mentalità ed il suo modo di intendere il football. Che piaccia o meno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. policano1967 - 4 settimane fa

    lo gia detto in un altro commento che la partita con l atalanta sotto certi aspetti sara piu difficile di quella col napoli.li l obbiettivo era difendere.nn penso che mazzarri(nn lo spero)giochi per strappare un punto.per forza di cose dobbiamo cerca di fare la partita e quando il toro deve fa la partita so problemi.l atalanta e squadra compotta e bel diretta e in avanti ha uomini di valore..nn so come finira sta partita e mi auguro una vittoria ma sara dura veramente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 4 settimane fa

      Si concordo, squadra molto in forma che gioca bene a calcio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ottobre1955 - 4 settimane fa

    Ah Gasperini, un mister che fa sorridere e anche piangere. Proprio non riesco a dimenticare 24 maggio 2009;13 aprie 2014, due date che mi ricordano come sia bello il calcio che niente da eniente toglie. Non potrò mai amare Gasperini, ma devo essere sincero sarei felice, contento che venisse al Torino, sperando confermasse quando di buono ha fatto nella sua cariera. Comunque per sabato spero in uno stadio pieno e colorato di granata con una vittoria belle e convincente del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Toro71 - 4 settimane fa

    L’Atalanta ogni anno fa plusvalenze, ma riesce mantenere una squadra competitiva. Noi quest’anno potevamo fare il salto di qualità, invece abbiamo sbagliato acquisti come Zaza e Soriano. Cmq dopo le vittorie casalinghe con Inter e Udinese possiamo farcela anche con l’Atalanta di Gasperini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. rokko110768 - 4 settimane fa

    Detto che tanto è antipatico quanto è bravo con schemi e giocatori, è ora che Gasperini torni a perdere col Toro.
    Con tanto rispetto per il suo bel calcio e sperando che un giorno possa sedersi sulla ns panca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. robertozanabon_821 - 4 settimane fa

    Noi andiamo in difficoltà anche con il mago Galbusera o il mago Zurlì.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mimio - 4 settimane fa

    La differenza tra noi e l’Atalanta e’ che loro hanno un’impostazione societaria finalizzata a creare una squadra, noi finalizzata a creare giocatori (leggasi plusvalenze)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy