Torino-Atalanta 1-0: la sblocca il leone N’Koulou

Torino-Atalanta 1-0: la sblocca il leone N’Koulou

Al break / I granata chiudono in vantaggio il primo tempo: la terza occasione è quella buona…

Termina 1-0 il primo tempo tra Torino e Atalanta: i granata hanno mantenuto in mano il pallino del gioco, con gli orobici che si sono limitati a difendere (in maniera praticamente impeccabile) e a ripartire – e proprio in chiusura di frazione è arrivato i vantaggio granata con N’Koulou. Oltre alla rete finale, tanto possesso per il Toro, certo, ma di fatto pochi tiri dalle parti di Berisha: solamente due (oltre al meritato gol del vantaggio) le vere occasioni per la squadra di Miha, prima con Obi e poi con Ljajic, ma in entrambe le situazioni l’estremo difensore della dea si è fatto trovare pronto. Un buon Toro, quello che va negli spogliatoi dopo i primi 45′: il gol arrivato alla fine premia i granata, ma nella ripresa servirà dare maggiore concretezza ad una manovra a tratti davvero troppo sterile.

Per lo scontro diretto contro l’Atalanta Miha cambia si affida ai titolarissimi: torna Iago dopo la panchina di San Siro nel tridente con Belotti e Ljajic, mentre dietro altra conferma per Burdisso al fianco di N’Koulou. Gaperini, dall’altra parte, conferma il 3-4-2-1: fuori Ilicic dall’undici iniziale, dentro Kurtic – che insieme a Gomez forma la coppia di trequartisti dietro a Petagna.

I granata (per l’occasione in maglia verde, in memoria della Chapecoense) devono vincere se vogliono rimanere agganciati al treno per l’Europa, ma il compito si capisce sin dai primi istanti che non sarà facile. L’Atalanta è schierata molto bene in campo, e al 3′ si fa già vedere dalle parti di Sirigu, ma Kurtic spizza soltanto il bel cross di Spinazzola. Questa sarà di fatto la migliore occasione orobica nel primo tempo. Il Toro cresce nel palleggio, ma senza pungere troppo l’ordinata difesa schierata da Gasperini. Al 14′ tegola nel Torino: problema muscolare alla coscia destra per Ansaldi, entra Barreca. Il primo tempo scorre senza particolari sussulti: la sfida prova a farla il Toro, ma gli orobici – forti della loro supremazia fisica – giocano praticamente a uomo in tutte le zone del campo, lasciando pochissimo spazio al fraseggio granata. La prima occasione arriva al 23′: punizione di Ljajic battuta benissima che fa il pelo al palo alla sinistra di Berisha.

L’Atalanta fatica ad uscire, e il Toro prende convinzione, collezionando due grandi palle gol nel giro di 2′: prima Obi, lanciato da Ljajic, trova sulla sua strada un grande Berisha, che si supera un minuto più tardi proprio sul serbo, che dopo una serpentina in area riesce a calciare in porta, ma il portiere atalantino è reattivo e chiude. Due grandi occasioni per il Toro, che pur non creando tantissimo gioca meglio dell’Atalanta, che si limita a ripartire – e quando lo fa è anche pericolosa, come al 40′ con Gomez, ma Sirigu è attento sul suo destro. All’ultimo respiro del primo tempo arriva il meritato vantaggio granata: palla di Ljajic da corner, N’Koulou salta più in alto di tutti e trova il gol che vale l’1-0. Un Toro non arrembante ma che va negli spogliatoi meritatamente in vantaggio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy