Torino, attenzione ai gol subiti nei finali di partita

Torino, attenzione ai gol subiti nei finali di partita

Approfondimento/ I granata prendono la maggior parte dei gol negli ultimi 15′: un dato che in questo finale di campionato può creare problemi

Commenta per primo!

Sesta miglior difesa del campionato, con poco più di un gol subito di media a partita. La retroguardia del Toro è certamente il principale punto di forza della squadra di Ventura, ma anche nella fase difensiva ci sono aspetti che si possono migliorare.

PERICOLI NELL’ULTIMO QUARTO D’ORA – Tra le prime dieci della classifica il Torino è, insieme all’Inter, la squadra che ha subito il maggior numero di gol negli ultimi 15′ di partita, ben 9. Un numero molto significativo, si tratta infatti del 28% del totale dei gol subiti dai granata in campionato fino ad oggi, quasi un terzo delle reti incassate. Troppo se pensiamo che tra le contendenti al sesto posto Napoli e Sampdoria nei finali di partita hanno subito rispettivamente solo 4 e 5 reti, il Genoa addirittura solo 3. E’ questo un aspetto su cui cercare di concentrarsi per il finale di stagione, quando ogni singolo punto può fare la differenza. Curiosamente anche il Sassuolo, il prossimo avversario del Torino, ha subito finora molto nei finali di gara: 10 delle 45 reti incassate in totale.

TANTI PUNTI PERSI AD INIZIO STAGIONE – I gol subìti a pochi minuti dal triplice fischio hanno inciso sulla classifica soprattutto durante la fase iniziale del campionato, quando i granata facevano fatica sia in termini di prestazioni che di risultati. Il primo episodio si verifica a Genova contro la Sampdoria: Okaka segna al 79′ raddoppiando la rete di Gabbiadini del primo tempo e procurando al Toro la prima sconfitta stagionale. I primi punti effettivamente persi nel finale di partita arrivano alla 5° giornata quando è Babacar a pareggiare a dodici minuti dal termine la rete di Quagliarella che permetteva fino a quel momento al Torino di condurre sulla Fiorentina. Poi, esattamente un girone fa, la doppia sconfitta contro Sassuolo e Juventus: contro gli emiliani è Floro Flores all’87’ a firmare la rete del ko; nel derby è il gol di Pirlo all’ultimo secondo a far sanguinare i cuori granata. In tre partite 4 punti persi negli ultimi 15′.

GOL ININFLUENTI – Per fortuna dopo il derby il vento gira e il Torino inizia a macinare risultati utili in serie, scalando la classifica settimana dopo settimana. Sono arrivati altri gol subìti nei finali di gara, ma fortunatamente non sono stati decisivi per l’esito degli incontri: contro Cesena, Sampdoria ed Hellas le reti di Brienza, Obiang e Toni arrivate tutte dopo il 75′ non sono bastate per evitare tre vittorie granata. Proprio il Toro in questo periodo inizia invece a conquistarne di punti nei finali di gara, contro Milan, Cesena ed Inter. Nella trasferta di Firenze la rete di Salah all’85’ rischiava di risultare decisiva anche per la lotta europea, ma viene annullata dall’immediato pareggio di Vives. Più doloroso invece il ko interno contro la Lazio, sancito dal secondo gol di Felipe Anderson che arriva al 78′, sette minuti dopo la prima segnatura, sempre firmata da lui.

Ultimamente quindi le reti prese nel finale di gara non hanno deciso direttamente il risultato della partita, anche se nel caso del match contro la Lazio hanno impedito il tentativo di una rimonta finale. Pesano però quei 4 punti persi nel girone d’andata: in queste ultime 8 gare servirà la massima attenzione per chiudere al meglio la difesa anche nell’ultimo quarto d’ora, quando spesso le forze e la concentrazione sono venute meno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy