Torino, Avelar: “Classifica buona? Sì, ma possiamo migliorare”

Torino, Avelar: “Classifica buona? Sì, ma possiamo migliorare”

Evento Camurati / ll laterale brasiliano: “Lavoriamo il doppio per farci trovare pronto al ciclo di fuoco”

1 Commento
obi, Avelar

Danilo Avelar si è presentato poco fa allo store di Piazza Adriano presso le Profumerie Camurati per incontrare i tifosi granata. Il laterale brasiliano ha commentato così la classifica attuale e il momento dei granata: “Classifica più che buona, ma possiamo fare meglio. Lavoriamo il doppio per farci trovare pronti al ciclo di fuoco”

Stuzzicato sulla sua condizione di forma, poi il brasiliano commenta: “Ora sto bene, ogni giorno va sempre meglio. Sto recuperando e ovviamente voglio esserci contro il Milan: una gara delicata, che apre ad un ciclo di fuoco dove affronteremo le migliori formazioni del campionato sulla carta”.

Ventura ha raddoppiato i carichi di lavoro durante questa pausa, ma il brasiliano non si compone: “E’ normale che sia così: bisogna tenere alto il ritmo, e dunque dobbiamo lavorare sempre più forte onde evitare cali atletici durante questa pausa dal campionato. Lavoriamo forte da quest’estate proprio perché vogliamo ritagliarci uno spazio da protagonisti in questo campionato”

Sabato non ci sarà solo l’appuntamento della partita, ma anche quello al Filadeflia, dove cominceranno i lavori, e Avelar questo lo sa: “Glik e Moretti, ma non solo, mi hanno parlato degli Invicibili, del Grande Torino, del Filadeflia, di questo Tempio degli eroi. So quanto sia importante per i tifosi ed è bello vedere tanto attaccamento alla storia di un club, che solo qui a Torino ho notato. Sarà una giornata bellissima per tutti”

Il sudamericano chiude poi parlando della sconfitta contro il Carpi: “Partite così aiutano a migliorarsi, a capire dove si sbaglia. Dobbiamo guarda il lato positivo ed imparare dai nostri errori

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mik - 2 anni fa

    “Abbiamo una buona classifica ma possiamo fare meglio”! Bravo Avelar, questa è musica per le nostre orecchie…invece del solito “miriamo ai 40 punti salvezza e poi si vedrà”. Se cominciassero a crederci di piu pure società e allenatore, si starebbe sul serio intraprendendo quel percorso di crescita che ci porterebbe ad un miglior approccio in tutte le partite, sopratutto quelle contro le medio-piccole. Il Toro quest’anno è forte come mai ma serve credere fino in fondo nei propri mezzi e abbracciare una mentalità vincente.Senza non si va tanto lontano.Non siamo piu una sorpresa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy