Torino, avvio sempre in salita: col Frosinone il primo gol nel primo tempo?

Torino, avvio sempre in salita: col Frosinone il primo gol nel primo tempo?

Approfondimento / I dati parlano chiaro: la squadra di Mazzarri non ha mai segnato nella prima frazione di gioco. Serve una svolta per non soffrire eccessivamente

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino di Walter Mazzarri si prepara per la sfida contro il Frosinone, che andrà in scena allo stadio Olimpico Grande Torino venerdì alle ore 20:30: la squadra granata è reduce da una vittoria importante contro il Chievo, arrivata all’88 grazie al colpo di Simone Zaza, che però non ha cancellato una prestazione ancora una volta poco convincente. Il Toro targato Mazzarri ha ancora molto su cui lavorare per cercare di puntare alle posizioni che contano, tra cui anche l’approccio alle partite in questo campionato.

ZERO GOL – Il primo tempo delle partite del Torino, in questo campionato di Serie A 2018/2019 è pressoché disastroso. La squadra granata non è riuscita a segnare neppure una rete nei primi 45′ minuti, stabilendo un primato nella massima serie italiana: tutte le squadre hanno realizzato un gol nel primo tempo, eccetto i granata. Ma non è finita qui. Perché oltre a non riuscire a segnare, il Toro ha anche la tendenza a subire troppi gol nella prima frazione di gioco (ben 5 dei 7 complessivi). Questi due fattori portano ad un unico giudizio: l’avvio della squadra è stato pressoché sempre sottotono.

Belotti e il goal: il ritorno di Falque e la presenza di Zaza per tornare a segnare

CAMBIO DI ROTTA – Da subito, quindi a partire già dalla gara contro il Frosinone, il Toro ha la necessità di cambiare strada in questa ottica. Il rischio di gettare alle ortiche intere partite a causa di un primo tempo non all’altezza deve essere scongiurato al più presto, per non vedere altri risultati come quello di Milano contro l’Inter, nel quale i granata si sono lanciati in una doppia rimonta, o quello contro l’Udinese, che ha avuto un andamento simile. Contro la squadra di Longo, che è senza dubbio alla portata considerando che ha sia il peggior attacco che la peggior difesa del campionato, serve partire subito forte, per dare la giusta direzione e impronta alla gara.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Conta7 - 1 mese fa

    Io firmerei tutte le domeniche per vincere quante più partite possibili.
    Come ha detto Mazzarri, conta fare un gol in più dell’avversario.. E francamente a quale minuto avvenga importa il giusto.

    Normale che si può e deve migliorare nell’approccio, questo è evidente, ma dopo questo avvio di campionato in cui abbiamo affrontato 3 big, 1 squadra di ottimo livello come l’Atalanta e nelle restanti più abbordabili ci siamo trovati di fronte a situazioni “di forza maggiore” (primo tempo da Arca di Noè con la SPAL e rapina a mano armata a Udine), credo che al momento sia tutto piuttosto relativo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

    Che la squadra abbia molto da lavorare in termini di gioco e di approccio non vi é alcun dubbio, il fatto però di non aver mai segnato nel primo tempo mi importa il giusto, basterebbe chiuderlo intanto a reti inviolate e su questo c’è sicuramente da lavorare, ma se per ipotesi vinciamo tutte le partite segnando solo nel secondo tempo chissenefrega, ci metterei la doppia firma..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. PrivilegioGranata - 1 mese fa

    I dati qui riportati non sono del tutto esatti.
    Nel primo tempo a Udine abbiamo segnato un gol con Berenguer, che solo un “visionario” come Valeri poteva riuscire a invalidare con un fischio improvvido.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy