Torino, Barreca tra i guai fisici e la voglia di ricominciare: il futuro è tutto da scrivere

Torino, Barreca tra i guai fisici e la voglia di ricominciare: il futuro è tutto da scrivere

Focus on / Stagione sciagurata per il terzino che, complici i diversi infortuni, non ha potuto confermare la scorsa stagione

di Marco De Rito, @marcoderito

Tutti sotto esame: con l’obiettivo del settimo posto ormai lontano, il Toro – per stessa ammissione di Mazzarri, l’allenatore, e di Cairo, il presidente – utilizzerà le partite che restano nella stagione per valutare i calciatori attualmente a disposizione e decidere sulla loro permanenza. Andiamo, quindi, ad analizzare singolarmente le posizioni dei vari elementi della rosa del Torino: impossibile dire con certezza, oggi, quale sarà il loro futuro, possibile invece evidenziare quali sono le premesse.


Per Antonio Barreca la stagione che è in corso, sin qui, è certamente da dimenticare. Il terzino è sceso in campo in sette occasioni, collezionando 408′, troppo pochi. Le prospettive per questa annata erano ben altre ma la sfortuna l’ha perseguitato. Il prodotto delle giovanili granata, dopo esser esploso lo scorso campionato, anche grazie all’infortunio di lunga durata di Cristian Molinaro, non è riuscito a confermarsi quest’anno. La pubalgia lo ha costretto a stare fermo ai box ma ora è tornato disponibile, dovrà sicuramente ritrovare la condizione dopo una stagione sciagurata ma è pronto a lottare per recuperare il posto da titolare perso a favore di Ansaldi e De Silvestri.

L’infortunio, sino ad oggi, gli ha impedito di esprimersi e confermarsi un giovane di ottime prospettive. Nel match contro la Roma è ritornato in campo, partendo dalla panchina, dopo 11 gare dove fisicamente non stava al meglio. Nella Capitale ha giocato solamente 19′ mentre contro la Fiorentina, complice anche l’infortunio di De Silvestri, ha disputato 36′. Il ventitreenne ha bisogno di fiducia e di accumulare minuti per trovare la forma ottimale. C’è da dire che domenica, nonostante Barreca fosse integro, Mazzarri ha preferito De Silvestri, che si era già acciaccato nella rifinitura. Il tecnico forse non ritiene il classe 1995 ancora al top della forma o, può darsi, che non lo ritenga ancora affidabile e, in un match delicato come quello contro la squadra di Pioli, ha preferito virare sull’usato sicuro.

Scatto di Chiara Brunero
Scatto di Chiara Brunero

Nelle prossime sfide, Barreca si gioca molto. Il futuro non è assicurato, anche se la società ci punta  molto e il rinnovo ne è la prova. Il terzino deve cercare di avere un impatto positivo su Mazzarri (che non l’ha mai utilizzato dal primo minuto) riconquistandosi il posto da titolare che, i guai fisici, gli hanno fatto perdere questa stagione.

Leggi anche:

A Torino aria di derby alla Junior Tim Cup: presenti Bernardeschi e Molinaro

Torino, per Acquah trauma distorsivo al ginocchio sinistro. Personalizzato per De Silvestri

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. renato - 4 mesi fa

    Certo che se cominciamo a dubitare anche dei nostri elementi migliori siamo proprio ben messi. Non riesco a capire di chi dovremmo fidarci. L’articolo parla di “usato sicuro”. A parte il fatto che siamo d’accordo con l’usato, un po’ meno con il “sicuro”, Barreca l’anno scorso ha fatto delle partite assolutamente ottime: al momento attuale uno che garantisca una spinta come lui sulla fascia sinistra (e una certa precisione nei cross, da perfezionare ma già abbondantemente sopra la sufficienza) non lo vedo proprio.
    Non è che per caso qualche dirigente mattacchione lo vuole dar via (con annessa megaplusvalenza) per raccattare da qualche parte della Papuasia il “nuovo fenomeno” del calcio mondiale? Che c’è, una nuova scommessa in ballo? Ma il Toro è una società sportiva o una succursale di WinBet o come diavolo si chiama?
    Per favore, molti elementi li abbiamo già in casa, impariamo a sfruttarli al 100% e non solo a mezzo servizio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 4 mesi fa

      a parte che se lo si voleva vendere si vendeva alla roma questa estate per 18 mil. cosa che io personalmente avrei fatto, visto che barreca non è proprio un terzino dato che non sà assolutamente difendere. se non ci credi rivediti le partite giocate l’anno scorso ed i goal subiti. difensivamente vale un bruno peres (altro fenomeno a detta di alcuni).
      barreca può essere ottimo solo con una difesa a 3 e centrocampo a 5.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marino - 4 mesi fa

        Strano che tutte queste squadre con procuratori stupidi che comprano bidoni da noi ci siano tutte davanti in classifica.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maraton - 4 mesi fa

          vedo che di calcio ne capisci parecchio 😉
          in effetti hai ragione, continua a stracciarti le vesti per Bruno Peres (fenomeno) incompreso a roma, Darmian (altro fenomeno) incompreso a manchester, Maksimović (il fenomeno dei fenomeni) purtroppo troppo forte per giocare nel napoli. aggiungerei anche Zappacosta, pagato due lenticchie dal chelsea che era talmente forte che quotidianamente veniva insultato dalla maggioranza dei tifosi (sbagliando perchè come darmian è un discreto giocatore).
          io nella mia ignoranza (calcistica) mi siedo sulla riva del fiume…..e rido…..perchè ne vedo passare tanti 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13746076 - 4 mesi fa

    Forza Antonio, ti aspettiamo …

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy