Torino, basta calcoli: contro il Sassuolo per non mollare la presa

Torino, basta calcoli: contro il Sassuolo per non mollare la presa

Verso Sassuolo-Torino / A prescindere dal risultato altrui, i granata sono chiamati alla conquista di tre punti quanto mai fondamentali per credere nell’Europa League

La sfida di domenica è cruciale per le sorti del campionato del Torino e – di riflesso – per le ambizioni europee del club di Cairo. I granata, infatti sono a -6 da Sampdoria e Fiorentina e la partita delle 12.30 al Mapei Stadium diviene uno snodo fondamentale per la rincorsa al sesto posto.

Ovviamente, occorrerà dare uno sguardo anche agli altri campi per valutare nell’effettivo la reale portata di un risultato positivo contro i neroverdi, ma, qualunque sia il finale di sabato tra  Sampdoria-Cesena, il Toro dovrà essere ben concentrato sulla sua di partita, non facendo l’errore di farsi condizionare dal verdetto di Genova. L’altra squadra a 49 punti, la Fiorentina, giocherà invece domenica sera, quando la partita del Toro sarà ormai finita da parecchie ore e qualcosa di più sarà chiaro a tutto il mondo granata e non solo. L’errore più comune, dunque, è quello di perdere di vista il target previsto, mollando la presa su chi sta davanti, dandogli parecchio respiro, che a questo punto potrebbe risultare fatale per le ambizioni europee della club di Via Arcivescovado. No. Il toro non può permettersi di dare respiro a nessuno e anche se sia Fiorentina sia Sampdoria dovessero vincere questa giornata, l’importante è rimanere lì, a soffiare sul collo, sperando in un passo falso altrui, senza però distogliere attenzione e determinazione nella propria di partita, rischiando a quel punto di dare un vantaggio quasi incolmabile alle due quinte.

Confermarsi come più solidi e forti dell’anno scorso, quindi, e puntare dritti al sesto posto, con la consapevolezza che non c’è niente da perdere, e che – semmai – qualcosa da perdere ce l’ha chi precede i granata in classifica, e chissà che questa pressione asfissiante non possa portare i frutti desiderati. Già, perché il Toro sta dimostrando di essere “squadra”, una squadra vera senza prime donne, e questo potrebbe essere un dato da non sottovalutare in queste ultime 8 giornate.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy