Torino: Belotti è il leader di questa squadra, al di là del rigore

Torino: Belotti è il leader di questa squadra, al di là del rigore

Post partita / Il Gallo con una grande prestazione si carica sulle spalle i suoi in un momento complesso. L’errore sul rigore passa in secondo piano

21 commenti

Nella notte in cui ha perso un punto per un rigore fallito al 94′, il Torino rischia di aver definitivamente trovato il proprio leader. Che, coincidenza degli eventi, è proprio colui che dal dischetto si è fatto ipnotizzare da Donnarumma, bravo ad allungarsi prontamente alla sua sinistra e a consegnare a Montella i primi tre punti in rossonero: Andrea Belotti. Infatti, al di là della macchia dell’errore dal dischetto la punta di Calcinate ha messo in campo una prestazione di altissimo livello, sotto gli occhi attenti del nuovo ct della Nazionale Ventura, che l’ha cresciuto lo scorso anno e potrebbe essere il tecnico giusto per l’agognato approdo alla Nazionale.

E la prestazione di Belotti può tranquillizzare l’ex allenatore granata: il Gallo infatti si è caricato sulle spalle il Torino nel momento più complicato della partita, agendo sia da sponda per i compagni sia come uomo di profondità. Il gol del momentaneo 1-1, infine, è illustrato sulla guida del perfetto attaccante d’area: intesa con il terzino, scatto a tagliare sul primo palo che batte il difensore e torsione vincente a deviare la sfera sul secondo palo, imprendibile per chiunque. La cresta del Gallo si alza per la prima volta in stagione, e la netta sensazione è che non sarà l’ultima.

IMG_5911

Qualità, quantità, carisma: questo e molto altro Belotti è riuscito ad assicurare alla squadra, tenendo saldi i remi in acqua anche nei momenti più difficili vissuti dai granata. Poi il rigore, la macchia su una prestazione superlativa – un penalty calciato anche discretamente, bravo Donnarumma a restare fermo fino all’ultimo – che sporca il felice rapporto di Belotti con il dischetto da quando è a Torino. Nel bene e nel male, però, Mihajlovic e la piazza possono essere certi di aver trovato il proprio leader in campo, capace di trascinare tifosi e compagni, non mollando mai un centimetro, rincorrendo sempre il pallone e, perché no, regalando anche delle giocate d’alta scuola. I rigori, poi, si sbagliano e si segnano. Ma tra 37 partite il ricordo di questa stagione sarà legato a ben altro.

21 commenti

21 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. blubba - 11 mesi fa

    il rigore nn è stato tirato malissimo,il guaio è che gigio ha intuito si è buttato prima e ci è arrivato perchè è lunghissimo,un altro probabilmente nn lo prende.Si poteva tirare piu forte ma l’hanno scorso li messi tutti quindi p inutile girarci intorno.Le magagne sono altrove ,in mezzo al campo e in difesa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pusceddu - 11 mesi fa

    Ad ogni leader che troviamo tre se ne vanno…e via dicendo. Chapeau cairus, con le tue apparizioni su la 7 negli spot ad erigerti come il futuro dell’informazione, l’imprenditore di alto livello e hai usato il Toro per farti pubblicità senza avere investito nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. puliciclone - 11 mesi fa

    Sicuro: da noi vengono come polli: sperano ingrassano x venderli a più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Orny62 - 11 mesi fa

    Abbiamo trovato il nostro nuovo leader e contemporaneamente la nostra futura e molto corposa plusvalenza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Tenente Sheridan - 11 mesi fa

    E’ inutile…sino a quando ci saranno i soliti “decrepiti e bolliti” e sino a quando Sinisa non capirà che devono giocare gente come Aramu, Barreca, Lukic, Boyè, non cambierà nulla.

    Evidentemente la “lezione Sassuolo” non vogliono nemmeno tenerla in considerazione.

    Devo dire che continuare a dare fiducia a Martinez lo trovo veramente ridicolo…!!!!

    P.S.: sono giorni e giorni che lo ripeto: quando “qualcuno” avrà sbolognato Maksimovi, prenda 8 milioni e vada al Verona a comprare Viviani. E’ quello il regista che serve a noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      continuerebbero a mancare un centrale ed un portiere degni di questo nome

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tenente Sheridan - 11 mesi fa

        Guarda Davide, qui ogni anno è la stessa storia: smantellare per realizzare e tirare a campare per tutta la stagione.

        Francamente è una storia che ho visto e rivisto sino alla nausea e dunque non ci faccio più nemmeno caso ai vari ruoli di cui siamo “orfani”. Non me ne frega più nulla, se anche la società avesse per caso 100 milioni in cassa non cambierebbe niente lo stesso.

        Unica eccezione di quest’anno l’acquisto del “topo player” a 8,5 milioni, ma Sinisa ha dovuto impuntarsi oltre ogni limite, prima con il giocatore, poi con la dirigenza, per ottenerlo.

        Voglio veder giocare i nostri Ragazzi, ne abbiamo tanti e bravi in grado di ricoprire ogni ruolo, di crescere e di maturare.

        Ed invece i “decrepiti e i bolliti” c’erano con Ventura e continuano ad esserci con Sinisa.

        Come ho già detto sui nuovi arrivi non mi pronuncio, sarebbe ingiusto ed ingeneroso poichè non solo loro la causa dello sfascio della squadra dalla cintola in giù.

        Ne riparleremo a mercato concluso e tra due partite, ma il film di ieri, anche se eravamo solo alla prima e con tutto da “registrare” mi mette i brividi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 11 mesi fa

          Noi viviamo una situazione kafkiana da anni, ci manca sempre qualcosa .

          Dopo i primi 2 anni ,avevamo bianchi e sereni avevamo un centrocampo e una difesa schifose e siamo tornati in B.

          Poi abbiamo migliorato un pocchino l’attacco e il centrocampo e siamo tornati in A .

          Poi abbiamo preso ventola e con un centrocampo schifoso siamo tornati in B e ci siamo rimasti.

          Alla fine con d’ambrosio e darmian e siamo tornati in A ma mancavano gli attaccanti.

          Finalmente presi glik e maksi con immobile e cerci e un centrocampo così così siamo arrivati al 7° posto.

          Poi cairo si è spaventato ! e ha ricominciato la melina
          Poi abbiamo preso

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. robinhood_67 - 11 mesi fa

      Viviani ha caratteristiche diverse dai giocatori in rosa, hai ragione. E’ italiano e valido anche sui calci piazzati, dove speriamo con Liajic di migliorare. D’accordo anche per Barreca e Aramu, anche se non possiamo dire che Miha non abbia avuto coraggio inserendo Boye al posto di Liajic e passando al 4-2-4 nel finale. Attenzione a non ingigantire problema portiere: molti danno addosso a Padelli che ieri ha fatto la sua onesta partita. Guardate alla giornata del celebrato Sportiello…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rombo - 11 mesi fa

        Non si tratta di ingigantire il problema, quello del portiere è di dimensioni sesquipedali e ce lo trasciniamo da anni !!!!
        Anche ieri un gol sotto i piedi altro che onesta partita !!!
        E a comandare la difesa e a darle tranquillità chi ci pensa ??!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robinhood_67 - 11 mesi fa

    10-10 nel computo dei calci d’angolo
    5-4 per i tiri in porta
    51-49% se guardiamo al possesso palla.
    I numeri dicono di una partita tutt’altro che disastrosa del Toro a S.Siro.
    E se Belotti avesse segnato il 3-3, i commenti forse sarebbero diversi. Ma nessuno, siamo seri, discute oggi Belotti per il rigore sbagliato nel recupero.
    Le domande sono ben altre.
    1) il centrocampista che manca a questo Torino nel 4-3-3 è un altro uomo di rottura, l’agognato Kucka ad esempio, o servirebbe qualcuno più forte nell’impostare l’azione? In un centrocampo tutto muscolare Baselli troverà posto o ce lo giochiamo come jolly quando la situazione è disperata come a Milano?
    2) la difesa, assemblata a poche ore dalla partita con giocatori che non avevano mai giocato insieme prima (tutto bene nella gestione Maksimovic?) ha accusato passaggi a vuoto evidenti, anche di giocatori di esperienza. Castan metterà tutto a posto? Oppure cerchiamo di corsa un altro centrale, tipo Domagoj Vida, all’ultimo tuffo? Ma siamo sorpresi a fine agosto di non avere più Glick Peres e Maksi?
    3) molti giornali e tifosi danno addosso a Boye per qualche dribbling di troppo e qualche assist mancato al momento giusto. E non vedono un talento cristallino del ’96 che è entrato in gara senza paura e ha fisico e tecnica per diventare un campione. Altro talento vero, lo ripeto, è Sasa Lukic.
    Il buon Martinez – che ormai è chiaro non è né prima punta né laterale d’attacco adatto al 4-3-3 – ci serve davvero? Meglio lui di Aramu?
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 11 mesi fa

      Mi piace la tua analisi della partita con numeri alla mano.
      Si, anche i tuoi commenti sul mercato li condivido.
      Forza Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Zlobotan - 11 mesi fa

    E se quest anno ne fa 20 e arriviamo decimi, col cazzo che il prossimo anno rimane!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. sysma_558 - 11 mesi fa

    Belotti-Baselli-Falque-Boye-Lukic-Barreca-Moretti-Gomy-Lopez e forse De Silvestri e Benassi speriamo emergano (i nuovi) e ci tengano a galla quest’anno!!! Tutti gli altri acquisti non mi piacciono per mancanza di sicura affidabilità (Lialjic e Castan) e qualità Rossettini-Tachtsidis (nella media come Jansson e Pricic).
    SO CAZZI QUEST’ANNO COL MISTER SERBO !!!
    SEMPRE FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

    Il rigore in questi casi andrebbe calciato forte, ma non è certo Belotti il problema.
    Con una difesa attenta e Baselli dall’inizio del secondo tempo ieri avremmo vinto, e anche piuttosto facilmente, ne sono convinto.
    Ma i se e i ma non servono a niente: servono i rinforzi in difesa !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabius - 11 mesi fa

      E a centrocampo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

        Due difensori, un portiere e un centrocampista ci servono: tale e quale all’anno scorso…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. WGranata76 - 11 mesi fa

          Secondo me basta il portiere per comandare bene la difesa, che salirebbe molto di prestazioni e il regista ovviamente è una necessità.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. FVCG'59 - 11 mesi fa

    Questo ragazzo diventerà un grande attaccante! Io lo farei già Capitano: per grinta, determinazione, spirito granata e per l’età, a dimostrazione che il Progetto (se c’è) si basa proprio sui giovani e i giocatori come lui.
    Peccato solo che questo sarà anche il suo ultimo anno al Toro, visto che sarà la più grossa plusvalenza di questa squadra…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Luigi-TR - 11 mesi fa

    l’anno scorso non ne ha sbagliato uno…un rigore al 94′ però, a mio avviso, non và tirato di precisione ma una botta tremenda a sfondare la porta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

      Concordo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy