Torino, Belotti in Nazionale: nel 2016 nessun attaccante italiano è meglio di lui

Torino, Belotti in Nazionale: nel 2016 nessun attaccante italiano è meglio di lui

Focus on / L’attaccante, dopo la delusione della mancata convocazione di Conte per Europei, è stato chiamato da Ventura per rifondare l’attacco azzurro

4 commenti
Belotti

Nel primo pomeriggio sono state diramate, per la prima volta, dal CT Giampiero Ventura le convocazioni della Nazionale maggiore in vista dell’amichevole contro la Francia e dell’esordio nelle qualificazioni mondiali di Russia contro l’Israele. Il commissario tecnico genovese ha portato dal suo ex Torino solo Andrea Belotti in attesa di Marco Benassi e Daniele Baselli, che sono i prossimi favoriti granata a poter essere convocati in azzurro viste le loro qualità e le loro prospettive future.

Dopo la delusione della mancata convocazione all’Europeo, per Belotti era nell’aria la  chiamata con gli azzurri. Non tanto perché il Ct l’anno scorso, nel Toro, aveva ai suoi ordini l’attaccante ma i numeri collezionati dal “Gallo” la scorsa stagione sono stati notevoli ed infatti ci si aspettava anche una sua presenza agli Europei di Francia ma forse Antonio Conte aveva ritenuto il giocatore ancora troppo acerbo per affrontare una competizioni così importante.

La scorsa annata Andrea Belotti ha ottenuto trentacinque presenze e dodici gol anche se l’attaccante si è sbloccato proprio il 28 Novembre contro Bologna alla quattordicesima giornata d’andata. Gli altri undici gol gli ha segnati tutti nel 2016 a cui c’è da aggiungere la rete messa a segna contro Donnarumma domenica scorsa. Grazie a quest’ultime dodici segnatore in granata, il “Gallo” risulta il marcatore italiano più prolifico del 2016. Numeri e statistiche importanti, che sono motivo d’orgoglio per il Torino che vede ripagati gli sforzi economici di Urbano Cairo, dato che non aveva mai speso 8 milioni per un giocatore. Questi dati non sono stati ignorati da Ventura e la convocazione era quasi d’obbligo per un attaccante di ventidue anni che può rappresentare il futuro per l’azzurro in vista dei Mondiali di Russia 2018.

MARCATORI NUMERO GOL SQUADRA
Belotti 12 Torino
Pavoletti 9 Genoa
Candreva 8 Inter
El Shaarawy 8 Roma
Gilardino 6 Empoli
Maccarone 6 Empoli

L’ex allenatore del Toro potrà costruire un nuovo reparto avanzato giovane da cui l’Italia potrà ripartire, dato che Eder e Pellè non hanno mai scaldato i cuori degli italiani. Dopo la scomparsa di Balotelli, gli azzurri non ha più potuto contare su attaccanti “fuoriclasse” e quindi è ora di ripartire dai giovani: Belotti, Gabbiadini, Immobile e Pavoletti, questi sono nomi su cui il commissario tecnico potrà lavorare per ridare all’Italia un attacco degno di una Nazionale che è stata campione del mondo per ben quattro volte.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Akatoro - 9 mesi fa

    ma l’altro? come si chiamava già? ah si immobile, che fine ha fatto?
    Vai Gallo porta la cresta sempre più in alto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Massimo Ñ - 9 mesi fa

    forza gallo continua a cantare!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. torogranata68 - 9 mesi fa

    Dai Gallo… vero cuore Toro !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. torino0405 - 9 mesi fa

    Forza Gallooooooooooooooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy