Torino, Benassi capitano l’icona del “nuovo corso”

Torino, Benassi capitano l’icona del “nuovo corso”

Carica in bilico / Consegnare la fascia al centrocampista, nonostante la presenza in rosa dei senatori, darebbe un forte segnale di rottura e innovazione: fiducia ai giovani

4 commenti
Benassi

Un’ipotesi discussa e dibattuta, che sta tuttavia prendendo piede nel corso di queste prime giornate di ritiro estivo: il Torino, che dopo aver ufficializzato la cessione di Kamil Glik al Monaco è alla ricerca di un nuovo leader al quale affidare la fascia di capitano a partire dalla prossima stagione, sembra indirizzato a conferire tale carica al centrocampista Marco Benassi.

Si tratterebbe di una decisione di certo innovativa da parte del tecnico Mihajlovic, e che tuttavia potrebbe ben sposarsi con il particolare momento che occupa questo periodo – e di conseguenza la stagione a venire – nella recente storia granata: un simbolo di rottura con il passato, l’icona di un pensiero proiettato al futuro. Anche la piazza sembra concordare sotto questo punto di vista, e come riportato su queste colonne (leggi qui) fin dal raduno, nel corso di queste sessioni d’allenamento in Sisport prima ed adesso a Bormio, i tifosi inneggiano allo stesso Benassi e sembrano spingere perchè alla giovane mezzala venga assegnata la fascia.

benassi, inter-torino

D’altronde, nominare capitano un ragazzo di 22 anni nonostante la presenza all’interno dello spogliatoio di giocatori – Vives e Moretti su tutti – che “meriterebbero” questa carica per anzianità ed esperienza, i cosiddetti senatori, non può che essere un segnale forte di rottura ed un grosso attestato di fiducia riposta nei giovani. Benassi, dal canto suo, continua a lavorare per conquistare il nuovo tecnico senza sbilanciarsi o illudersi, ma interrogato in proposito non nega che sarebbe per lui una grande emozione (leggi qui le dichiarazioni complete)

Indossare le vesti del capitano è una sensazione che Benassi, nonostante la giovane età, conosce già molto bene: il centrocampista granata nel corso della passata stagione è infatti stato punto fermo e guida dell’Under 21 di Di Biagio, con la quale ha sempre fornito prestazioni da vero leader. Ciononostante è indubbio che si tratterebbe di un’esperienza completamente differente: essere capitano di una compagine composta solamente da coetanei non può regalare le stesse sensazioni del ruolo di guida di una formazione di club. Come detto, all’ombra della Mole Benassi si troverebbe a rappresentare e dover spronare senatori e compagni in ogni caso più anziani e, perchè no, anche con una maggiore esperienza nel massimo campionato. Tuttavia, rimangono vive le candidature a questo proposito di uomini-spogliatoio di riferimento come Vives e Moretti.

benassi

Una decisione che società e tecnico dovranno prendere con attenzione considerando tutte le variabili in gioco: senza dubbio, ricevere la fascia sarebbe utile al classe ’94 anche nell’ottica di un’ulteriore maturazione e responsabilizzazione. Un segnale di rottura che darebbe subito l’idea del cambio di marcia in casa Torino. Ed allora, se l’ipotesi si concretizzasse, ecco che Benassi potrebbe già avere pronta la scritta da imprimere sulla propria personalissima fascia: una dedica al figlio Alessandro, nato pochi mesi fa

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marco Toro - 10 mesi fa

    Ljiaic e Falque sono del Toro e direi che visti anche i nostri giovani in attacco siamo a posto.. Saponara era un alternativa troppo onerosa a Ljiaic, Valdifiori non credo arriverà ma se arrivasse sarebbe un buon innesto. Intanto siamo molto vicini al prestito con diritto riscatto del centrocampista classe 91 del Olimpico Lione Grenier.. Non sarebbe male, 2 grandissimi piedi calcia e segna da fuori area con entrambi i piedi tira molto bene le punizioni.. Vedremo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro for ever - 10 mesi fa

    Con l’arrivo di Falque e Ljajic,finalmente finita la telenovela estiva…possiamo dire che stiamo a buon punto,ora le ultime voci di mercato del Toro,sono su Valdifiori e Saponara, devo dire che sono entrambi buoni giocatori,anche se io preferisco Valdifiori,comunque se dovesse arrivare uno dei due,ne saremo contenti,anche perché abbiamo bisogno di un giocatore che trascini la squadra.Speriamo che si concretizzi anche queste voci di mercato,per quello che riguarda Peres,tranquilli non si muoverà dal Toro,idem per Maksimovic.Mihajlović sta pian piano costruendo una discreta squadra,e credo che quest’anno faremo un bel campionato. Forza ragazzi fateci sognare!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sanguegranata - 10 mesi fa

      Tutto giusto solo che non arriva Ljajic (almeno io lo spero) e non è detto che Bruno rimanga, benissimo per Valdifiori (motivato, in cerca di riscatto) ancora ad alti livelli per i prossimi 2/3 anni e avremmo tutto il tempo per cercare uno più giovane per avere continuità nel ruolo senza spendere un patrimonio. ancora un paio di innesti giusti e sarà proprio un bel TORO secondo me. FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro for ever - 10 mesi fa

        Non disperare…Ljajic ha un accordo ben preciso con la Roma e soprattutto con il Toro, cioè quello di vestire la maglia granata vedrai che sarà così.., oggi l’ultimatum da parte della Roma la società gli imposto di decidere di andare al Toro o rischio di rimanere senza squadra,anche perché la Roma non potrebbe fare altri acquisti,quindi il tempo stringe…definito questo,spero molto che arrivi anche Valdifiori,saremo competitivi e credo che quest’anno il toro sarà tra le protagoniste del campionato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy