Torino-Benevento, Mazzarri cerca risposte: tutti sotto esame

Torino-Benevento, Mazzarri cerca risposte: tutti sotto esame

Il tecnico, alla vigilia, ha fatto chiarezza sul mercato dei granata: “Voglio conoscere i giocatori che ho, e poi darò indicazioni per la sessione estiva”

di Federico Bosio, @fedebosio19

Tante aspettative e tanti i discorsi sollevati, adesso è arrivato il momento dei fatti: il Torino torna in campo questo pomeriggio per la 22° giornata di Serie A, e lo fa affrontando tra le mura amiche il fanalino di coda Benevento. Non un vantaggio, ma una difficoltà in più: si tratta di una sfida da non sottovalutare assolutamente per Molinaro e compagni, chiamati a tornare alla vittoria ed a farlo in maniera convincente. Ed i giocatori granata avranno una motivazione ulteriore per farlo, da questo momento – ma a dire la verità già a partire dall’incontro casalingo con il Bologna – sino al termine della stagione in corso.

Ieri pomeriggio infatti, nella conferenza stampa di presentazione della sfida, Walter Mazzarri ha tra le altre tematiche toccato anche quella relativa al calciomercato del Torino (sinora nessun colpo in entrata: qui il tabellone riassuntivo delle operazioni) chiarendo questa situazione e la linea che ha tecnico e club hanno deciso di percorrere: “Penso che possiate capire che arrivando il 3 gennaio, ho dovuto conoscere i giocatori. Insieme alla società abbiamo deciso che è meglio conoscere bene i giocatori piuttosto che fare mosse affrettate. Nei prossimi mesi potrò farlo così da dare poi indicazioni più precise”. Parole che tracciano una direttrice chiara, da seguire, ma che allo stesso tempo fungono da monito e da stimolo ad ogni singolo elemento della rosa: con il cambio di guida tecnica, adesso tutti i giocatori di questo Torino sono sotto esame. Ognuno dovrà convincere il nuovo allenatore a puntare su di lui anche nella prossima annata, dimostrandosi adatto al nuovo tipo di gioco proposto.

LEGGI: Mazzarri pre Torino-Benevento: “Il mercato? Sceglierò i giocatori da qui a giugno”

Come farlo? Dando il massimo, evitando cali di concentrazione già visti quest’anno, e fornendo prestazioni di livello già a partire da questo pomeriggio, contro il Benevento, quando servirà una prova di grande lucidità e determinazione per evitare di incappare in ulteriori spiacevoli incidenti di percorso. I granata accolgono i sanniti di De Zerbi, Mazzarri in conferenza è molto chiaro: per costruire il Torino del futuro, vuole tempi e modi per valutare ogni giocatore a sua disposizione, e tutte le pedine dello scacchiere sono sotto osservazione.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fabrizio - 7 mesi fa

    povero Mazzarri, dove sei capitato. Valuta pure, tanto il prossimo anno sai gia che al posto di Belotti avrai Damascan.
    Braccino soldi per comprare giocatori buoni ne tira fuori pochi. Il notro tesoretto e’ chiuso in un forziere in fondo alla fossa delle marianne!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. luna - 7 mesi fa

    Che bello deve essere, a 4 ore da una gara dove squadra ed allenatore devono uscire da una crisi sia fisica che mentale, sentirsi tutti sotto esame.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 7 mesi fa

      Con gli stipendi che prendono, mi sembra il minimo poter essere un po’ sotto pressione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. luna - 7 mesi fa

        Certo lo capisco, però me lo tengo per me, l’obiettivo per chi ama il Toro, é senza dubbio creare le condizioni ottimali per il miglior risultato.
        Tutti anche noi e chi scrive su questo sito dovremmo tenerlo in considerazione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. stevetoro - 7 mesi fa

    diamo tempo al tecnico x valutare….sapendo che ormai questo campionato è finito, ma è chiara la non volontà della dirigenza di andare in europa….altrimenti addio vendite eccellenti….in primis belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy