Torino-Bologna, è Masina il valore aggiunto della difesa felsinea

Torino-Bologna, è Masina il valore aggiunto della difesa felsinea

Verso Torino-Bologna / Due gol e tre assist per il terzino classe ’94

Torino e Bologna si affronteranno sabato alle 18.00 all’Olimpico di Torino: i felsinei sono reduci da un ottimo periodo, e dall’arrivo di Donadoni in panchina non hanno ancora perso una partita, facendo registrare ottime prestazione anche e soprattutto in fase difensiva, la più delicata per una squadra che ambisce a salvarsi.

ESPERIENZA – Luca Rossettini e Daniele Gastaldello, 62 anni in due, formano il pacchetto centrale della retroguardia rossoblù. In crescita nelle ultime tre partite, dove il Bologna ha preso gol solamente su calcio di rigore, i due esperti difensori hanno nella solidità e nella disciplina tattica le loro armi migliori, e possono inoltre risultare molto pericolosi sulle palle inattive in fase offensiva. Al posto di uno dei due, comunque, a Torino potrebbe giocare il greco Oikonomou: 23 anni, 6 presenze finora in campionato condite con un assist, ne si parla molto bene.

MASINA, LA FRECCIA – Ma la vera sorpresa di queste prime 13 giornate “bolognesi” è senza dubbio Adam Masina. In campo in tutte le partite dal 1′, il marocchino classe ’94 ha segnato due volte, firmando inoltre 3 assist decisivi. Cresciuto nelle giovanili del Bologna, dove viene impiegato come attaccante, nel 2012 passa in prestito alla Giacomense in Lega Pro Seconda Divisione. Qui si consacra terzino, e una volta tornato alla “casa madre”, viene impiegato costantemente come laterale di sinistra, dove si rivela eccellere in maniera particolare. Mancino, dotato di ottima tecnica, Masina è un punto fermo di questo Bologna, e anche a Torino la sua presenza in campo appare scontata: Peres (o Zappacosta) dovranno prestare la massima attenzione alle qualità del giovane calciatore rossoblù.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy