Torino, Boyè: la svolta era necessaria. E quel prestito con opzione…

Torino, Boyè: la svolta era necessaria. E quel prestito con opzione…

Focus On / La cessione dell’argentino è stata una scelta azzeccata, sia per la volontà del giocatore che per necessità della squadra granata

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Un percorso in granata molto difficile, sempre ad un passo dall’esplosione. È la storia di Lucas Boyè al Torino, che ha visto periodi molto bui, contornati anche da partite nelle quali sembrava esser pronto per la vera e propria “esplosione” calcistica. Ma – di fatto – oltre a quelle illusorie partite (ad esempio contro la Roma, nella scorsa stagione), l’attaccante argentino ha fallito ogni occasione per prendersi un ruolo da vero protagonista con la maglia granata, lasciando dietro di sé una marea di rimpianti, perché è assolutamente facile comprendere che le qualità a Boyè non manchino affatto.

LEGGI – Calciomercato Toro, il saldo: monte ingaggi diminuito, e il prestito di Boyè è oneroso

LA SVOLTA NECESSARIA – E nell’ultimo giorno di mercato di gennaio, è arrivata la cessione a titolo temporaneo al Celta de Vigo. Questa scelta è molto probabilmente stata necessaria per la carriera di Boyè: l’attaccante ha un grande bisogno di scendere in campo con continuità, mettere minuti nelle gambe per poter di conseguenza acquisire sicurezze ed esprimere al meglio tutte le sue potenzialità. In Spagna potrebbe riuscire a trovare la propria dimensione, dando così una seconda partenza alla sua carriera calcistica.

FC Torino v Udinese Calcio - Serie A

LA FORMULA – La soluzione è, in fin dei conti, conveniente anche per il Torino. La squadra granata, che non poteva di certo garantire molti minuti all’attaccante argentino, ha scelto una società che potesse aiutare il ragazzo ad esprimersi al meglio. L’operazione di mercato in sé potrebbe essere comunque un po’ rischiosa: se il ragazzo dovesse esplodere, il Celta Vigo potrebbe anche decidere di esercitare il diritto di riscatto e tenersi il giocatore. Ma per fare tutto ciò, l’esborso dovrebbe essere notevole: infatti la cifra fissata per il riscatto è di 12 milioni, un investimento certamente importante. Se il Torino dovesse perdere il giocatore, si troverebbe come consolazione un bel gruzzoletto nelle casse, da utilizzare sul mercato estivo.

LEGGI – Calciomercato Torino, il retroscena: Donsah è stato vicino. Poi i dubbi del ragazzo

La scelta di effettuare un prestito secco sarebbe stata quella più indicata per le volontà del Torino, che non troverebbe di fronte al rischio di perdere un investimento, ma il Celta Vigo non era intenzionato ad accettare una formula simile: a convincere il Toro potrebbe essere stata la volontà del giocatore di trasferirsi in Spagna per potersi rilanciare, e la società granata ha ritenuto che non fosse giusto tenerlo a Torino controvoglia. In ogni caso, però, Cairo e Petrachi si sono cautelati, valutando il giocatore con una cifra decisamente alta. Dunque, l’ipotesi più verosimile per il futuro di Boyè resta il ritorno a Torino, da luglio in poi.

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. KanYasuda - 4 mesi fa

    E’ una cosa normalissima per un giovane che milita nel Torino rimanere “controvoglia” subito dopo un po’ che viene inserito in Rosa, dato che non gli si offrono mai possibilità di emergere.
    A meno che non si usa questo termine per giustificarne altre finalità, altrimenti non avrebbe senso decantare tante qualità se poi non si decide mai di sfruttarle a proprio vantaggio.
    Belle consolazioni i gruzzoletti che si riescono a ricavare di volta in volta per tappare le spese sostenute per puntare su veri e propri Bidoni !
    Anche se dovesse tornare a giugno, è evidente che la Società sta iniziando a pensare alla prossima plusvalenza; la modalità del prestito poteva essere formulata in modo diverso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bertu62 - 4 mesi fa

    @Simone, Ti rispondo qui così è più semplice:
    Su Boye Ti posso dire che è da un anno e mezzo, più precisamente da circa 1500 minuti in campionato, cioè 16 partite COMPLETE! Simone, sono stanco di avere in squadra giocatori come Martinez! Se la loro dimensione è quella di un altro campionato, va bene così! Noi teniamoci i Barreca, Edera, Berenguer, Belotti e Iago! Al limite Niang, che insieme a Baselli sono ANCORA 2 belle scommesse, visto che Niang ancora non ha fatto nulla e Baselli invece va a corrente alterna, e non dimentichiamoci Ljajic! Anche Adem gioca 1 partita benissimo, 4 bene 5 le altre 17 da comparsa! Eccheccavolo!
    Eppoi non dimentichiamoci Lyanco, altro bel giovane di sicuro futuro! Ancora infortunato, e di questo dobbiamo ringraziare tutto lo staff di 10 persone che hanno preparato i giocatori in modo tale che già da 1 mese hanno finito la benzina e che fin dall’inizio non hanno MAI corso in campo se non 1 sola volta! I giovani che ci servono li abbiamo già e con Mazzarri andremo a recuperarli tutti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudio sala 68 - 4 mesi fa

    Era da mandare in prestito già questa estate in un club dove potesse giocare con continuità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gabo - 4 mesi fa

    Io non dico che Boye sia un talento assoluto, come non posso dirlo x Edera (giocatore che mi piace tantissimo). Quello che mi sarebbe piaciuto era di vederli in campo un pò più spesso! Se no col cavolo se sappiamo se sono giocatori su cui puntare nel tempo! Se devo valutare i gol certo che Edera ne ha fatti due, mi auguro vivamente che non siano gli ultimi con noi! Questo x dire che ambedue hanno bisogno di più minutaggio, come Lyanco! Se no quando li proviamo sti benedetti giovani?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bertu62 - 4 mesi fa

    Altre 2 cose: la prima è che pur avendo del talento se questo talento non riesci ad esprimerlo in campo allora è come se non lo avessi, quindi è vero che “potrebbe” rivelarsi un CRAK però è anche vero che dopo 1 anno e mezzo francamente BASTA! Abbiamo già Baselli (tanto per fare un nome, ma potrei dire anche lo stesso Ljajic….) che come “potenziale inespresso” basta e avanza! Servono giocatori BRAVI ma soprattutto che siano COSTANTEMENTE bravi! Non 1 partita sì e 10 NO! Altrimenti quelle 10 partite in cui non servono a nulla ci fanno giocare in 10 contro 11 se non contro 12, a seconda di chi arbitra! L’altra cosa è che il Celta Vigo ha 2 giocatori di ruolo come ala destra, uno è Iago ASPAS, che è vero che ha segnato 14 reti quest’anno ma ha anche 30anni, mentre l’altro è un fenomeno di soli 20nni che si chiama Emre Mor, pagato 13MIO ma che è stato sfortunato come infortuni….Quindi tanto di cappello agli Spagnoli che hanno programmazione, LORO SI’!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 mesi fa

      L’anno scorso Boyè ha fatto 30 presenze (14 da titolare e 16 partendo dalla panchina)
      A 20 ANNI!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Toro71 - 4 mesi fa

    Sempre meglio giocare titolare in Spagna che fare panchina fissa al Toro……poi con un diritto di riscatto fissato a 12 milioni sicuramente tornerà al Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bertu62 - 4 mesi fa

    Ma di cosa state parlando!!!! Edera NON VALE QUANTO BOYE??? MA VALE DI PIÙ’!!!
    Io davvero non so alcuni perché scrivono ciò che scrivo senza neanche vergognarsi per la Loro ignoranza (calcistica, ben inteso!!)!! E dire che oggi con Internet c’è solo l’imbarazzo della scelta sul DOVE documentarsi, se non si sanno le cose! Simone Edera ha esordito quest’anno in campionato siglando ANCHE 1 rete nientemeno che all’Olimpico di Roma contro la Lazio, partita vinta per 3-1 (sua la rete del terzo gol al 73″…) oltre che aver segnato la seconda rete sempre all’Olimpico di Roma contro al Roma in Coppa Italia!!! Ma di cosa parliamo, visto che Boye, dopo 1 anno e mezzo ha segnato 1 SOLO GOL!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 mesi fa

      Anche Baselli segnò al suo esordio (se non erro) in maglia granata e guardalo ora com’è diventato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. FVCG'59 - 4 mesi fa

    Ma in prestito secco al Verona, che lo voleva, non si poteva proprio fare?
    Il rischio di perdere un giocatore di Talento è per me molto alto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. tric - 4 mesi fa

    Il Celta Vigo è settimo nel campionato spagnolo. E’ probabile che Boyé vada a scaldare la panchina in Galizia, quindi questo prestito non servirà a nulla. Nel caso che avessero avuto fiuto, l’avessero considerato un giocatore di qualità ed avessero indovinato ci saremo persi un giovane campione. In ambo i casi l’idea non è stata buona.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 mesi fa

      Ha optato x il Celta xke sicuro che lo faranno giocare.
      Se ce lo fotteranno a 12mln avremo combinato un’altra bella stronzata pur non negando che 12mln non sarebbero pochi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. brusbi - 4 mesi fa

    Se esplode, il Celta sgancia i 12 MLN con i soldi di chi glielo ricompra e con tanto di plusvalenza.
    Se non esplode torna da noi a fare la riserva oppure a tornare sul listino vendite della prossima estate.
    A giugno sapremo chi ha ragione sulle qualità dell’argentino.
    Ad oggi è del tutto legittimo avere delle perplessità sul giocatore purchè il giudizio si riferisca alla stagione passata e non a quella in corso dove non ha praticamente mai giocato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Simone - 4 mesi fa

    Quante partite ha giocato edera in prima squadra? Sono sufficienti x dire che ha talento?
    Boyè a mio avviso lo ha e l’anno scorso, a parte che non vedeva la porta, ha giocato un buon campionato.
    Quest’anno,complice l’infortunio iniziale, non è stato visto dal mister e giocare pochissimi spezzoni non l’ha aiutato.
    X me darlo con diritto di riscatto è stata una delle mosse più idiote della gestione Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. FaustoGranata - 4 mesi fa

    12 milioni che se arriveranno , verranno girati al Milan per il riscatto di Niang … bravi il gatto e la volpe…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. prawn - 4 mesi fa

    Tranquilli tutti 12M per Boye non li sganciano, spero che giochi CMQ, se esplode e’ un bene per il Toro, ma perche’ non lo ha fatto fin’ora?

    Penso ad Edera per esempio, li e’ chiaro che il Talento c’e’ ed e’ con la MAiuscola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luke90 - 4 mesi fa

      Non so.. in generale, ha senso paragonare DeLuca ad Edera, forse Berenguer a Boyè ma non credo si possa fare tra Edera e Boyè..
      Aldilà delle nostre convinzioni partigiane, poi, dal punto di vista del puro talento penso che Boyè sia meglio di Edera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 4 mesi fa

        Anche xke Edera l’abbiamo visto all’opera 3 volte e x me non sono sufficienti ne x promuovere né x bocciare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. fabrizio - 4 mesi fa

    un bel gruzzoletto nelle casse, da utilizzare sul mercato estivo. gia’ la frase di per se’ fa ridere. poi lo investirebbero in un altro boye (damascan o chi altro), aspettando due o tre anni che esploda, darlo in prestito con diritto di riscatto etc etc..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ribaldo - 4 mesi fa

    però se non accordi il diritto di riscatto col caxxo che lo fanno giocare con continuità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Gabo - 4 mesi fa

    Forse giusto il prestito ma non il riscatto di un giocatore utile in prospettiva e mai provato in modo serio. A meno che degli spezzoni di partite compromesse si possono considerare occasioni….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy