Torino: Bruno Peres subito protagonista, ma la Roma accelera

Torino: Bruno Peres subito protagonista, ma la Roma accelera

Focus on / Il brasiliano convince e va a segno nel match di Coppa Italia contro la Pro Vercelli, ma l’offerta della Roma è concreta. E quelle parole di Martinez…

25 commenti

Senza dubbio uno dei giocatori più talentuosi presenti tra le fila del Torino, il futuro di Bruno Peres sembrava essere decisamente in bilico nei giorni precedenti al match di Coppa Italia e la situazione non è tuttora cambiata: le prossime settimane saranno decisive per conoscere il destino del brasiliano, cha a questo punto sembra dipendere soltanto dalla volontà dello stesso. Su di lui Mihajlovic era stato limpido, dichiarando che si tratta di un elemento importante il quale deve però lavorare molto per migliorare in fase difensiva; l’infortunio di Zappacosta ha tuttavia lanciato il laterale verso una maglia da titolare nell’incontro disputato ieri sera contro la Pro Vercelli, sull’out di destra.

Nel derby piemontese, Bruno Peres ha convinto facendo propria la fascia attraverso alcune delle sue classiche scorribande e lasciando anche il segno: sua la rete del 3-0, un siluro all’incrocio dei pali di pregevole fattura. Il talento e l’importanza del giocatore all’interno dell’organico granata sono indubbi, ma la nube che aleggia attorno al suo futuro non sembra dissiparsi come conferma anche il compagno Martinez al termine della sfida di Coppa: “Io sono suo amico e lo voglio vedere felice. Qualunque sarà la sua scelta io sarò dalla sua parte” così il venezuelano, che poi ribadisce: “Certo che in caso di partenza per me sarà dura salutarlo ma sono sicuro che prenderà la scelta migliore per il suo futuro” (QUI l’intervista completa) Parole non banali, e che lasciano perlomeno intendere che il brasiliano si trovi di fronte ad un bivio, la permanenza all’ombra della Mole o la partenza verso altri lidi. Ed in effetti sembra che negli ultimi giorni il Torino sia stato concretamente contattato per intavolare una trattativa per il giocatore.

L’offerta pervenuta al club di via Arcivescovado consisterebbe sostanzialmente in un rilancio da parte della Roma, desiderosa di trovare al più presto l’erede di Maicon e blindare in questo modo la corsia destra e già interessata a Bruno Peres sin dalla scorsa sessione di mercato estivo. Il club capitolino è attualmente concentrato sul preliminare di Champions’ League, evento al quale qualsiasi trattativa è momentaneamente subordinata, ma l’offerta è concreta: i giallorossi avrebbero messo sul piatto circa 17-18 milioni, una cifra che si avvicina fortemente ai 20 invocati da Cairo per cedere il brasiliano. Quanto al gradimento del giocatore per l’eventuale nuova destinazione, sembrerebbero non esserci problemi sotto questo punto di vista. La palla passa adesso alla società granata, che vacilla.

Bruno Peres

Il presidente Cairo preferirebbe infatti vendere il giocatore all’estero, così come avvenuto per praticamente tutte le precedenti cessioni eccellenti in casa Torino (da Immobile al recente Glik, passando per Cerci e Darmian) e proprio in questa direzione sarebbero maggiormente graditi i numerosi interessi di club esteri. Gli unici due club ad essersi però concretamente mossi per il brasiliano sono stati sinora Manchester City ed Arsenal, i Gunners in particolare si sono rivelati pronti a stanziare 16 milioni per il giocatore (QUI I DETTAGLI), una cifra decisamente più bassa rispetto a quella desiderata dal club di via Arcivescovado. La prima uscita stagionale si è rivelata positiva e propositiva, l’offerta della Roma è tuttavia concreta: il futuro di Bruno Peres al Torino rimane incerto, mentre il calciomercato avanza inesorabile

25 commenti

25 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Djordy64 - 9 mesi fa

    Non posso credere che persone capaci e intelligenti come Sinisa e Cairo Petrachi si mettano il salamevsugli occhi. Peres non ecsostutibile nessuno a buon mercato ha le sue doti. Maksimovic invece e forte ma e sostutuibile. Abbiamo gia Ajeti e Jannsson nel ruolo oltre a Bovo. Che senso ha? Inoltre Maksi lo vendi a 27 milionientre Peres rischi di cederlo a meno di 20
    Nonne vero che non va bene nella difesa a 4 infatti la Roma gioca con il 433. Come noi. E allora ? Bisogna fare il bene della squadra. E il bene della squadra sarebbe Peres a vita…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alberto Fava - 9 mesi fa

    In ogni caso ieri sera “Eurogoal” a parte, ci ha deliziato con un paio di ripartenze pazzesche sembrava un razzo, in una manciata di secondi ha ribaltato l’azione.
    Hahaha questo qua ha il turbo!
    Io spero che resti con noi.
    Forza Toro !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Placebo75 - 9 mesi fa

    Su Sky dicono che facilmente si chiuderà in giornata. Interessante poi l’approfondimento tecnico che hanno fatto: dicono che è il giocatore perfetto per una difesa a 4, come terzino destro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Alexrunner - 9 mesi fa

    Secondo me tra l’altro Peres puo fare il centrocampista di destra…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Alexrunner - 9 mesi fa

    Può essere che dopo il doppio affare Iago/Lijaic ci fosse un impegno morale con la Roma . Una sorta di prelazione sulla cessione del brasiliano e si volesse tenere Maksimovic tenuto conto la cessione in difesa di Glik. Adesso si sono scombinati tutti i piani ma se ci fosse la possibilità io preferirei cedere il serbo all’estero (Chelsea) anche rimettendoci qualcosa piuttosto che darlo a quel buffone di un pulcinella!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 9 mesi fa

      Anche secondo me è così, però… Pensare prima alle figure che servivano, no?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Flower17 - 9 mesi fa

    Io non capisco proprio abbiamo Bruno uomo spogliatoio ragazzo d oro e poi c’è Maksimovic che non si presenta agli allenamenti e fa il fenomeno .Per Bruno l offreta è 18 milioni per Maksimovic 27 milioni . Io farei così se proprio c’è bisogno di venderne uno dei due tutt’a la vita Maksimovic che ha dimostrato di non essere un professionista…… Poi con 27 milioni compri a 10 milioni Barba( che è stato dimenticato dalla società granata infatti ad un tempo eravamo interssati) poi sempre nei dieci milioni prendi Simunovic ottimo difensore e poi te ne avanzano 17 /16 e a quel punto fai la mega offerta per Paredes non è fantacalcio ci vuole davvero poco. Se non ti vogliono dare Paredes prendi a 8 Viviani e poi magari un portiere d esperienza da affiancare a Gomis al quale darei fiducia….. Sperando di vedere una bella serpentina di Brunetto con il Bologna ma soprattutto di vederlo ancora sorridere almeno un anno all ombra della Mole….ah naturalmente parte granata!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 9 mesi fa

      Simunovic per ora è rotto… I legamenti sono una cosa seria

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Flower17 - 9 mesi fa

        Si ma io punterei su di lui con molta calma dando inizialmente spazio a Barba che per me è molto forte!! Infatti se lo si compra adesso il prezzo è limitato anche per questo ( intendo che è stato infortunato) comunque vada prendi Barba ottimo giocatore!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dbGranata - 9 mesi fa

    Io non vedo di che stupirsi. Peres piace a tutti, a me per primo, ma non si può dire che sia un terzino da 4-4-2. Con il nostro modulo è un giocatore sprecato che farà panchina e che quando gioca spinge tantissimo ma ti lascia scoperto. Il suo ruolo è Laterale di centrocampo di un 3-5-2, non interno di centrocampo in un 4-3-3 dove pure bisogna andare al contrasto.
    Se questo è il modulo, sono obbligati a venderlo. La Roma ci ha praticamente regalato Ljiajc perché avevano la grana e noi facciamo a loro un piccolo sconto su Peres per agevolare la trattativa e mantenere i futuri buoni rapporti… è tutto nella norma, con dispiacere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Djordy64 - 9 mesi fa

    Cairo Petrachi e Sinisa. Una squadra forte la si fa con giocatori come Liaic Falque e Boye. Ma anche tenendo i migliori come Peres. Consiglio la dirigenza tutta a rivedete i propri piani visto che un Maksimovic rinelle e con la gastrite e fragile anche di fisivo e solo un danno. E ormai con l amiente Maksi ha rotto . Con 24 milioni fai gia un bel mercato. E se tieni Peres dai un segnale di voler davvero rinforzare la squadra. Cosa difficile se smonti ogni anno i pezzi migliori x quanto portino soldi in cassa… in campo non vanno i soldi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 9 mesi fa

      Infatti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. The Mtrxx - 9 mesi fa

    Non credo che peres vada via, l’offerta e’ bassa e lui vuole restare, Dunga gli ha detto mille volte che deve imparare a difendere per giocare nella selecao, non e’ scemo, secondo me resta.

    Maksi ha gia’ un volo di sola andata direzione scampia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Djordy64 - 9 mesi fa

    Queste sono le coseche non capisco. Stando alla lettura dei giornali pare che si vohlia forzare la mano con Maksimovic obbligandolo a ripettare il contratto e cedere Peres. Che senso avrebbe ? Poi lefgo che e la Roma la possibile destinazione. La Roma si e comportata seriamente nella ns trattativa x Liaic e Iago. Va bene. Ma gioca col 433. E allora finiamola con la favola di Peres nonnadatyo a giocare a 4 dietro. Bruno e giocatore di livello superiore e sa stare ovunque. Ripeto vista la situazione cederei Maksimovic subito e aumenterei l ingaggio a Bruno che lo merita x le qualita e la serieta con cui sta giocando in assenza di Zappa. Inoltre Bruno e Zappa possono coesistere. Basta volerlo. Sinisa p f pensaci bene…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Tenente Sheridan - 9 mesi fa

    Come al solito complimenti ironici alla dirigenza e, questa volta, anche a Sinisa:

    ma è mai possibile che non si possa continuare con il finale della scorsa stagione, vale a dire Zappacosta terzino e Peres centrocampista laterale ?

    Oltretutto Peres ha sempre manifestato il desiderio di rimanere, contrariamente al “mercenario” Maksimovic.

    E’ COSI’ DIFFICILE DA CAPIRE…?????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. ddavide69 - 9 mesi fa

    Sono curioso di vedere come si tureranno le due falle a centrocampo e in porta, oltre alle altre due più grandi dovute alle partenze di peres e maksi. Questo a sedici giorni dalla fine del mercato. Certo che in due stagioni essere riusciti a vendere tutti e quattro i migliori giocatori che avevamo è stato un bel record.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mik - 9 mesi fa

      Totalmente d’accordo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 9 mesi fa

        Ma come vedi una forte parte condivide la politica societaria.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Rombo - 9 mesi fa

    Bruno alla Roma ? Allora ci diano Skorupsky e risolviamo la grana più urgente in modo definitivo !!!! +10 rispetto a Padelli nell’ arco del campionato !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Daniele abbiamo perso l'anima - 9 mesi fa

    Sarà dura per tutti salutare Bruno. Quando parte sulla fascia e accarezza il pallone è un piacere per gli occhi. Se solo volesse restare ancora un anno con noi sarebbe come un acquisto.
    Zappacosta al confronto non regge proprio, nè De Silvestri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kaimano - 9 mesi fa

      Hai perfettamente ragione ma ormai le speranze di nn vendere ogni anno il pezzo pregiato nn ci sono, ma svenderlo a 17 Mil. alla Roma é assurdo. Qui nn si tratta di soldi e di nn capire di calcio. Svenderlo a quella cifra va oltre e noi nn possiamo sapere cosa é quell’oltre.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 9 mesi fa

        Quest anno ne vendiamo tre non uno!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 9 mesi fa

          Chissà chi è che mette ditino in basso per una considerazione come questa che purtroppo è oggettiva. Mah, sarà qualche parente di cairo…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Lapalisse - 9 mesi fa

      Peres non vuole andar via é Mihajilovic che non lo vede e gli preferisce zappacosta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Athletic - 9 mesi fa

        Io non sono certo un detrattore di Zappacosta, anzi… Ma mettere questi due insieme è come mettere insieme le pere con le mele, appartengono a categorie diverse, ma tanto, tanto diverse.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy