Torino, Burdisso spera nel rinnovo: il club ci pensa

Torino, Burdisso spera nel rinnovo: il club ci pensa

Focus on / Il difensore si è rivelato un’ottima pedina, prima per Mihajlovic e poi per Mazzarri ma per il prossimo campionato il Toro deve guardare altrove

di Marco De Rito, @marcoderito

Tutti sotto esame: con l’obiettivo del settimo posto ormai lontano, il Toro – per stessa ammissione di Mazzarri, l’allenatore, e di Cairo, il presidente – utilizzerà le partite che restano nella stagione per valutare i calciatori attualmente a disposizione e decidere sulla loro permanenza. Andiamo, quindi, ad analizzare singolarmente le posizioni dei vari elementi della rosa del Torino: impossibile dire con certezza, oggi, quale sarà il loro futuro, possibile invece evidenziare quali sono le premesse.


Nicolas Burdisso spera nel rinnovo, attualmente non ci sono contatti, anche perché ogni discorso sui rinnovi contrattuali è posticipato, visto il momento della squadra. In questo finale di campionato, però, si deciderà tutto e il club sta prendendo in considerazione la possibilità di un prolungamento, perché Mazzarri stima molto l’argentino. Lo considera un elemento importante per la difesa ma anche per lo spogliatoio, dove porta esperienza per i giovani, dati i suoi 36 anni, ed anche una mentalità vincente, visto il suo palmares invidiabile (4 Scudetti, 3 Supercoppe, 4 Coppe Italia). La volontà di Burdisso è certamente quella di continuare a giocare e vorrebbe farlo restando nel capoluogo piemontese, prolungano il contratto per un ulteriore anno. La società, insieme al tecnico, valuta: la volontà è di costruire un Toro vincente per la prossima stagione e bisogna vedere se Burdisso rientra ancora nel progetto tecnico.

La difesa del Torino quest’anno non ha certo brillato. Diversi sono gli errori e le imperfezioni visti nel reparto arretrato granata che ha subito, sino a questo punto della stagione, 37 reti. La società dovrà prendere le valutazioni per il futuro del reparto che, a inizio stagione, partiva con NKoulou e Moretti, per poi lanciare i giovani Bonifazi e Lyanco, con Burdisso, acquistato in estate, ma che doveva essere utilizzato solamente in caso di emergenza. L’ex Inter era considerato la quinta opzione.

Torino FC v Juventus - Serie A

Tra scelte tecniche e, complici anche i diversi infortuni di Bonifazi e Lyanco, alla fine Burdisso si è ritrovato a scendere in campo in 16 occasioni, collezionando 1347’. Sopra ogni aspettativa. Dopo il suo esordio contro l’Inter, dove ha sorpreso tutti, partita dopo partita ha dimostrato di meritarsi il posto al fianco di NKoulou. D’altro canto, il classe 1981 non ha più la resistenza di un tempo e non può tenere per tutta una stagione da titolare. Il futuro del Toro, ovviamente, non potrà essere lui. Il club deve guardare altrove per individuare i titolari per il prossimo campionato. L’argentino, però, in questi ultimi match, può giocarsi le sue carte per ottenere una riconferma in rosa.

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alètoro - 8 mesi fa

    Le personali osservazioni riguardo i quasi trentasettenni Burdisso e Moretti sono assolutamente identiche e le ho già espresse ampiamente in un precedente post di commento che è relativo nello specifico a Moretti.
    Ribadisco infatti che la Società volti pagina a fine stagione e punti decisamente alla giovane coppia Bonifazi e Lyanco, i quali assieme all’ottimo ed esperto N’koulu costituiscono il tridente della difesa che il tecnico toscano Mazzarri ha in mente per la formazione granata della prossima stagione. Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. steacs - 8 mesi fa

    Io farei tornare Pietro Vierchowod, anche lui ha esperienza da vendere!

    Vendiamo Nkoulou e giochiamo con burdisso e moretti centrali, de silvestri e molinaro terzini e vedrai come ci divertiamo il prossimo anno…

    Che pena…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

    Burdisso deve rimanere.
    Professionista esemplare uomo con esperienza carisma grinta e cattiveria. Un.esempio pet giovani come Lyanco e Bonifazi se vogliono emergere e non essere semplici comparse.
    Benedirei il ritorno di Glik a patto della permanenza di N’kolou.
    Difesa a 3 Glik N’kolou Lyanco e Sirigu tra i pali. Bonifazi e Burdisso primi cambi. Moretti se volesse continuare….terzo cambio o team manager al posto di castellazzi.
    Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Simone - 8 mesi fa

    Gran professionista e persona seria che merita di dare ancora una mano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FVCG'59 - 8 mesi fa

    Niente da dire contro un professionista serio e che, alla sua età, ha comunque fatto la sua parte nel toro di quest’anno.
    Però… è ora di aprire le finestre e far entrare un bel po’ di aria nuova: dentro i giovani!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Calogero - 8 mesi fa

    Spiacente, ma largo ai giovani, ci vanno profili interessanti da far crescere non rinnovi ai matusa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Seagull'59 - 8 mesi fa

    Prima fate gli articoli sui giovani e il fatto che il Toro non li fa giocare e poi venite fuori con queste “opportunità” di rinnovo contrattuale? Ma per favore, salvo non ci iscriviamo al campionato Over 40….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. WGranata76 - 8 mesi fa

    Magari teniamo Burdisso e ritorno di Glick, rivendendo N’Koulou al Monaco per 30 milioni. Non mi stupirebbe visti i precedenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 8 mesi fa

      Glik per quanto possa amare il Toro non credo tornerebbe, probabilmente non lo farebbe nessuno di quelli mandati via da Cairo per le sue plusvalenze, al loro posto non lo farei manco io…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. lombardiagranata - 8 mesi fa

    Burdisso ancora granata? solo se terza scelta, piuttosto MOLTO meglio il Grande Moretti!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ciccio76 - 8 mesi fa

    Largo ai giovani. ……….!!!! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. robinhood_67 - 8 mesi fa

    Burdisso professionista esemplare ma è dell’aprile ’91. E per essere chiari, Kamil Glik, su cui circolano voci di ritorno legate alla cessione di ‘Nkoulou, è del febbraio ’88. Grazie per quanto ha dato, ma ci serve altro. I cavalli di ritorno per placare la curva raramente sono un bel segnale.
    Lyanco è un febbraio ’97, Bonifazi è del maggio ’96. Mazzarri valuti se possono giocare insieme in un 3-5-2 che l’anno prossimo presumibilmente dovrà cercare altri laterali (sperando di rivedere il Barreca arrembante di una volta) e fare a meno di un altro punto di riferimento, Moretti.
    Lyanco lo abbiamo visto, ha potenziale su cui insistere. Bonifazi a Ferrara aveva convinto tutti, erano venuti a vederlo anche dalla Premier, un motivo ci sarà. Plus: è un ragazzo serio e determinato, cresciuto con la maglia del Toro.
    Prima di dare via ‘Nkoulou per una super plusvalenza, la società valuti bene quante chances ha di trovare di meglio sul mercato, sapendo che la difesa cambierà parecchio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. robinhood_67 - 8 mesi fa

      volevo dire, naturalmente, aprile ’81.
      Però se trovano il sistema di togliere 10 anni a Burdisso, va benissimo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Athletic - 8 mesi fa

      Glik ha trent’anni, per un difensore centrale non sono tanti, tre stagioni ad alto livello se le fa tutte, oltretutto è fisicamente integro. Magari tornasse.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Calogero - 8 mesi fa

        Un conto è un calciatore che arriva a 30 anni affiatato con gli altri compagni di reparto che gioca da anni nello stesso club un conto è prendere un calciatore di 30 anni anche se esperto e sperare che giochi ad alto livello, considerando che gli serviranno almeno 1/2 stagioni per riprendersi, quando sarà pronto sarà a fine carriera, questi errori devono finire. Servono calciatori promettenti da valorizzare e costruire e poi saputi tenere con compensi che si alzano o si abbassano in base ai risultati ottenuti…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 8 mesi fa

          Infatti Burdisso si è integrato male e di anni ne ha 37.
          Il tuo ragionamento non fa una piega

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Calogero - 8 mesi fa

            Veramente qui si stava parlando di Glik. Per quello che riguarda Burdisso in questo campionato ha fatto abbastanza bene, ma non lo riconfermerei per il prossimo, è troppo vecchio e a fine carriera. Sono i calciatori come Nkoulou e Barreca da confermare assolutamente, la squadra necessita uno svecchiamento radicale. Calciatori come Molinaro, Moretti e Burdisso: vanno ceduti e bisogna testare calciatori come Lyanco e Bonifazi.

            Mi piace Non mi piace
  12. Marino - 8 mesi fa

    Ma che pagliacci! “La volontà è di costruire un Toro vincente” ma a chi pensate di darla a bere? La volontà è di prendere altri soldi e pagare altri servi che esaltino le imprese di sto parassita che si fa chiamare presidente. Un Toro vincente… manco i giornlisti di Ceausescu

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. piero - 8 mesi fa

      va bene abbiamo capito che da quando hai capito di essere un perdente nella vita vedi tutto nero e la colpa è sempre degli altri, poveraccio che vita di merda…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy