Torino, Burdisso torna a Genova un anno dopo: tra buoni risultati e stanchezza

Torino, Burdisso torna a Genova un anno dopo: tra buoni risultati e stanchezza

Focus On / Il difensore granata ritrova il Genoa, la squadra che lo ha lasciato partire a parametro zero la scorsa estate: l’argentino torna da titolare, ma accusando un po’ di stanchezza

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Nicolas Burdisso torna a Genova, dopo un anno di lontananza dalla città che lo ha ospitato per tre anni (dal 2014 al 2017) tra le file del Genoa. E proprio a Marassi si ritroverà di fronte alla sua ex squadra, che nell’estate dell’anno scorso non gli rinnovò il contratto e lasciò che il giocatore si svincolasse e rimanesse senza squadra all’incirca per tutta l’estate, fino a quando sul giocatore argentino è piombato il Torino, che ha visto l’opportunità di prendere un difensore esperto da affidare a Mihajlovic, senza dover pagare il suo cartellino.

burdisso superga

SODDISFAZIONI – Arrivato a parametro zero, Burdisso ha dovuto ritrovare la condizione fisica ideale: sono trascorsi meno di tre mesi, ed è arrivato il suo esordio con la maglia granata. Dal 31 agosto, ultimo giorno di mercato, al 5 novembre, la data di Inter-Torino 1-1, nella quale l’argentino scese in campo contro una sua ex squadra e diede vita ad una prestazione maiuscola, permettendo ai granata di riuscire a portare a casa un punto importante. E da quel giorno il giocatore ex Roma è rimasto sempre in mezzo alla difesa (escluse due gare), sia quella di Mihajlovic (a quattro) sia quella di Mazzarri (a tre). Burdisso si è tolto qualche soddisfazione, ricordando di non essere ancora finito e di poter dare ancora tanto al calcio italiano.

STANCHEZZA – Ma senza dubbio il difensore ha dovuto fare i conti anche con la stanchezza. In queste ultime partite, in determinate occasioni, gli è mancata la lucidità a causa delle troppe gare giocate consecutivamente, il che è stato un piccolo problema per il Toro: il momento in cui Burdisso ha palesato le sue difficoltà sono state soprattutto a Napoli, dove ha concesso un gol a Mertens non spazzando il pallone quando poteva, regalando di fatto il pallone all’attaccante belga. Ma nonostante questo, Burdisso arriva all’ultima di campionato contro il suo passato con una stagione sommariamente positiva alle spalle, e cercherà di chiuderla con onore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy