Torino-Cagliari: con Valdifiori verso il forfait è ballottaggio Vives-Lukic

Torino-Cagliari: con Valdifiori verso il forfait è ballottaggio Vives-Lukic

Verso il match / Il serbo scalpita per trovare un posto nel undici iniziale, ma il decano granata vuol dimostrare di poter dire ancora la sua. E quel quarto d’ora finale di Baselli da play-maker a Udine…

1 Commento

In questa stagione, dopo tanti anni, il Torino ha trovato il regista che coordina il gioco davanti alla difesa; si tratta di Mirko Valdifiori, giocatore arrivato dal Napoli dopo aver vissuto una stagione negativa con la squadra partenopea per il poco spazio trovato. Il regista emiliano, dopo un periodo di adattamento, è cresciuto diventando un punto imprescindibile nello scacchiere granata (tanto che Mihajlovic, dopo la partita contro la Lazio, aveva confessato di aver rivisto il Valdifiori di Empoli), anche se può sicuramente aumentare ulteriormente il livello delle sue prestazioni. Nella partita contro l’Udinese, però, il giocatore ex Empoli è dovuto uscire all’inizio della ripresa a causa di un problema alla schiena, guaio fisico che – con buone probabilità – costringerà Mihajlovic a rinunciare al centrocampista in vista della gara di sabato contro il Cagliari.

BALLOTTAGGIO LUKIC-VIVES – Il forfait di Valdifiori, apre la strada a un serrato ballottaggio tra il giovane Lukic e l’esperto Vives per il ruolo da perno del centrocampo. Sasa Lukic è arrivato al Torino quest’estate dal Partizan Belgrado e, nella gara di Udine dove ha sostituito l’infortunato Valdifiori ha giocato tutta la ripresadopo aver esordito per pochi minuti nella trasferta di Palermo. Lukic è stato posizionato davanti alla difesa, disputando una buona seconda parte di gara e dimostrando di essere dotato di una buona visione di gioco. Sabato per lui potrebbe arrivare l’occasione dal primo minuto. Il posto da titolare davanti alla difesa se lo contende con Giuseppe Vives, unico superstite del primo Toro targato Ventura. Il capitano granata non gioca in campionato da più di un mese – la sua ultima gara è stata contro il Pescara dove è stato espulso – ed è alla ricerca di una nuova chance dal primo minuto. Quella del centrocampista napoletano potrebbe rappresentare una soluzione più conservativa vista la sua esperienza e le sue discrete doti da mediano in confronto alla spensieratezza rappresentata dal giovane serbo. Considerando le belle parole spese da Mihajlovic per Lukic nel post-partita di Udine, il serbo classe 1996 può considerarsi titolare, ma l’esperienza di Vives – in una partita da gestire bene come quella contro l’entusiasta Cagliari di Rastelli – potrebbe portare Mihajlovic a ragionare diversamente. Senza dimenticare che Baselli, a Udine, ha chiuso da regista puro negli ultimi quindici minuti di partita, con Lukic mezzala destra; questa è un’altra soluzione che potenzialmente rientra nel ventaglio di Mihajlovic. In tal senso, molto diranno gli ultimi due allenamenti della settimana.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. The Mtrxx - 1 mese fa

    Se gioca Vives rischiamo meno in difesa, secondo me. Interessante vederli giocare entrambi, un Vives riposato o un Luckic in ascesa…

    Magari si parte con Vives e si cambia in corso?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy