Torino, Cairo rinnova la fiducia a Mazzarri: ora tocca ai giocatori seguirlo

Torino, Cairo rinnova la fiducia a Mazzarri: ora tocca ai giocatori seguirlo

Approfondimento / Contro il Cagliari tutti sotto esame: i giocatori dovranno dimostrarsi professionisti

di Nicolò Muggianu

La pausa è forse arrivata nel momento migliore, ma ora è tempo di tornare a giocare. Dopo il filotto di quattro sconfitte consecutive, il Torino è chiamato a rialzarsi e per farlo dovrà far punti sull’ostico campo del Cagliari. Ancor prima del risultato però sarà importante la prestazione, ma soprattutto la mentalità con cui scenderanno in campo gli uomini di Mazzarri. Il tecnico di San Vincenzo ha ancora la fiducia dei suoi giocatori? Sabato avremo qualche indizio a riguardo.

 

FIDUCIA – Con una classifica che non ha ormai molto da offrire, i giocatori del Torino sono chiamati a un atto di maturità e professionalità. La situazione è piuttosto delicata e dopo gli ultimi risultati scoraggianti servirà necessariamente mettere in campo una prestazione degna dei colori e della maglia granata. Tutti sono sotto osservazione, nessuno può stare tranquillo. Nonostante i risultati negativi infatti, Mazzarri non sembra essere in discussione. Il tecnico ha un contratto sino al 2020 e gode della stima del presidente che non gli addossa la completa responsabilità dei risultati. Insomma, la società ha fatto una scelta chiara. I giocatori ora si devono adeguare e convincere il tecnico a puntare su di loro per la prossima stagione. Sempre se vogliono rimanere al Toro.

ESAME – Dai giocatori a Mazzarri, quello di sabato prossimo sarà un test importante per tutti. Nonostante non sia in dubbio, l’allenatore è chiamato a lasciare un’impronta più visibile di quella soltanto intravista nelle ultime disastrose quattro partite. Il lavoro più importante però toccherà ai giocatori. Sono loro a scendere in campo ogni week end e di conseguenza starà a loro dimostrare di credere ancora nel progetto di Mazzarri sul quale, nonostante tutto, Cairo sembra intenzionato a costruire il futuro. “Il Torino bisogna meritarselo” ha detto in tempi non sospetti il tecnico di San Vincenzo. E se il mister ha già la fiducia di Cairo, non tutti i giocatori possono dire lo stesso. O almeno dovranno dimostrare qualcosa in più.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. umbbobb - 3 settimane fa

    vero oggi tutte le altre cose passano in secondo piano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13746076 - 3 settimane fa

    Redazione, e’ mancato Emiliano Mondonico … C’è qualcuno più importante da ricordare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. coach53 - 3 settimane fa

    A me sta storia che i nostri debbano darsi una mossa per guadagnarsi la riconferma, mi sembra un incentivo al contrario. Li riconfirmerei tutti senza dubbio alcuno e poi fuori rosa o riserve della nuova (?) truppa. Ecco la vera punizione: i Barreca, Belotti, Baselli, Bonifazi, … son già tutti in libera uscita e la riconferma la vedrebbero come una iella.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 3 settimane fa

      ….ultima presa per il culo di fine campionato ormai terminato già troppo in anticipo…

      Chi riuscirà a “convincere” Mazzarri, sarà il prossimo tassello da scardinare per ricominciare tutto da capo ( i continui scossoni Illogici ci hanno assuefatti al rincoglionito generale da troppo tempo ormai, quindi, aspettiamoci di tutto), o come mi auguro si dovrebbe finalmente arrivare ad un definitivo abbandono della Dirigenza, vista la mancata possibilità di continuità nel Profitto, dovuta sia alla demotivazione di chiunque entri a far parte di questa Società (Plusvalenze sempre più difficili) e di una Tifoseria sempre meno incazzata perché in fase di estinzione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy