Torino-Chievo 0-0: granata a sprazzi, il gol non arriva

Torino-Chievo 0-0: granata a sprazzi, il gol non arriva

Al 45′ / La squadra di Mazzarri va al riposo sullo 0-0: ci si giocherà tutto nei secondi 45′

di Nicolò Muggianu

Finisce 0-0 il primo tempo tra Torino e Chievo. All’Olimpico Grande Torino va in scena un match tra due squadre che, per motivi diversi, possono solo vincere. Formazione che vince non si cambia: Mazzarri conferma in larga parte l’undici che una settimana fa ha battuto l’Atalanta. Una sola differenza: Aina si ferma nel riscaldamento pre partita, al suo posto c’è Ansaldi. Di Carlo risponde con il duo offensivo composto dall’ex Meggiorini e Djodjevic.

AVVIO – I granata possono solo vincere per restare attaccati al treno europeo, ma è il Chievo a creare le prime due occasioni pericolose del match. Prima (al 3′) Meggiorini e Djordjevic si ostacolano dentro l’area di rigore, poi Giaccherini si invola da solo verso la porta del Torino ma da posizione favorevole calcia di molto alla sinistra della porta difesa da Sirigu. Il calcio giocato si interrompe al 13′ per lasciare spazio a un momento emozionante al 13′: la partita si interrompe per ricordare l’ex capitano della Fiorentina Davide Astori, a un anno dalla sua scomparsa.

CRESCITA – Il Torino è un diesel e cresce con il passare dei minuti. Al 18′ bel fraseggio tra Iago Falque e Meité, ma la difesa del Chievo chiude in fallo laterale il successivo cross di De Silvestri. Da questo momento in poi è assolo granata: la squadra di Mazzarri amministra con tranquillità il possesso della sfera, costringendo gli uomini di Di Carlo nella propria metà campo. L’occasione giusta per trovare il vantaggio però non arriva: si va negli spogliatoi sul risultato di 0-0. Qualche fischio di insoddisfazione accompagna il Torino negli spogliatoi. Si deciderà tutto nella ripresa.

 

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. roby.1974 - 3 mesi fa

    La Lazio è 6° a +3 (+2 se pareggiamo oggi) ,ma con una partita in meno…..
    E vi ricordo che il settimo posto quest’anno pitrebbe non servire per entrare in EL , visto che la coppa italia si sta indirizzando verso una squadra non da piazzamento coppe……
    Bisogna cominciare a far calcoli, e oggi ci servono i 3 punti…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rossotoro - 3 mesi fa

      Ce la giochiamo con la Lazio fino. Bisogna stargli attaccati e giocarcela l’ultima in casa. Ma se giochiamo così i sogni finiranno presto. Abbiamo il derby coi gobbi, tanto per dirne q. Loro il loro derby lo hanno vinto ieri sera a amni basse

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13651922 - 3 mesi fa

    giochiamo di merda VERAMENTE..
    Non capisco come non si possa non tirare MAI IN PORTA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vittoriogoli_13370477 - 3 mesi fa

      Perché non abbiamo gioco ( e giocatori medio/scarsi).
      Il Toro é questo da ottavo/dodicesimo posto dipendendo dalla fortuna.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Rossotoro - 3 mesi fa

    Sta partita ha una brutta piega. Nessuno che pressa, nessuno che corre. Mentalità del cazzo. Crediamo di averla già vinta da domenica scorsa.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Il_Principe_della_Zolla - 3 mesi fa

    Per segnare bisogna tirare nello specchio della porta. Giochiamo in modo osceno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. cervix - 3 mesi fa

      Un altro atteggiamento rispetto all’Atalanta. Davanti abbiamo la corazzata Chievo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy