Torino-Chievo 2-0, parla Ventura: ”Maxi Lopez decida se vuole davvero tornare un campione, con noi”

Torino-Chievo 2-0, parla Ventura: ”Maxi Lopez decida se vuole davvero tornare un campione, con noi”

Post partita / Le parole del tecnico granata dopo la sfida contro i clivensi: ”Fatto un campionato sopra le righe. Europa? Vedremo come finirà”

Commenta per primo!

Sereno e risoluto come sempre, Giampiero Ventura commenta così la sfida vinta contro il Chievo: ”Questa squadra ha fatto una stagione straordinaria e non doveva più dimostrare nulla a nessuno. Un campionato straordinario con gli stesi punti dello scorso anno con in più l Europa League. Noi abbiamo il rammarico perché pur perdendo partite che potevano non perdere sarebbe bastato ave i due punti contro il Palermo con il gol che hanno annullato a Maxi Lopez. Sono orgoglioso di questa squadra per ciò che ha fatto. L’Europa League è difficile ora, lo sappiamo, ma è giusto crederci fino alla fine. Vedremo come si concluderà il campionato. Rinnovo i complimenti al mio gruppo che ogni giorno lavora e ottiene risultati importanti sotto ogni profilo.”

Quindi si entra nello specifico con l’obiettivo sesto posto: ”Ovviamente non possiamo e non dobbiamo più sbagliare niente, sperando che gli altri compiano dei passi falsi. Ma ripeto questo è un aspetto secondario, ciò che volevamo erano risposte di un certo tipo dai giovani della rosa che sono cresciuti e hanno dimostrato di essere all’altezza della categoria”. 

La licenza UEFA del Genoa: ”Non so come siano messi loro, non conosco la situazione. Stando a quanto scrivete, sembrano in difficoltà. Mai dire mai nel calcio, ma in generale sono già soddisfatto di quanto fatto dai miei giocatori”.

Si passa alla parmanenza di Maxi Lopez: ”Solo lui può dirci se davvero intende tornare ad essere davvero protagonista, assieme a noi. Deve scegliere, ma sono fiducioso. Sta facendo bene e potrebbe fare anche di più e lui lo sa. Giocava nel Barça, non certo i primi che passano, ora però è davanti ad un bivio, prendendo la strada giusta, potremmo toglierci assieme tante soddisfazioni. Detto questo, i soldi non sono più un tabù ma non mi sento autorizzato ad entrare nel merito”.

Si chiude parlando della prossima sfida: ”Noi a Milano proveremo a fare risultato. Per una società come il Torino l’obiettivo deve essere quello di potersi giocare ogni anno l’ingresso in Europa. La società sa bene che c’è qui una base per costruire qualcosa di importante”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy