Torino-Chievo, la retroguardia clivense è tra le migliori del campionato

Torino-Chievo, la retroguardia clivense è tra le migliori del campionato

Verso il match / La difesa di Maran, imperniata su elementi molto esperti, ha subito solo 14 reti: come la Roma seconda in classifica

1 Commento

Sabato prossimo, lo stadio Grande Torino sarà protagonista di una grande sfida di Serie A, quella tra Torino e Chievo Verona, due squadre molto competitive che cercheranno di vincere a tutti i costi, al fine di migliorare ulteriormente la propria posizione in classifica, la quale, sin qui, sorride parecchio alla squadra di Mihajlovic, così come alla squadra di Verona – decima con ben 18 punti – che, grazie alla sua solida difesa – sole 14 reti subite – ha stoppato parecchie squadre illustri nel corso di questo campionato. Il pacchetto arretrato di Maran, infatti, è la terza difesa del campionato per gol subiti, dopo Juventus (9) e Fiorentina (11) e al pari di un nugolo di squadre tra cui la Roma seconda in classifica. Il Torino, invece, a quota 16 si assesta a metà classifica nella graduatoria delle squadre che hanno subito meno.

Maran

Uno dei leader della retroguardia del Chievo è Stefano Sorrentino, ex portiere e capitano del Palermo che, a suo di carisma, ha conquistato l’intera tifoseria del Bentegodi. L’estremo difensore classe ’79, grazie ai suoi miracoli, ha contribuito al grande inizio di stagione del Chievo, il quale, ancora oggi, sta vivendo un bel periodo di forma: nell’ultimo match di Serie A ha infatti vinto contro un Cagliari affamato per 1-0, risultato che dimostra ulteriormente la solidità difensiva dei Clivensi. Altro protagonista della difesa del Chievo è Fabrizio Cacciatore, terzino con un importante passato nell’altra squadra di Verona, ovvero l’Hellas. In 12 presenze, il classe ’86 ha siglato una rete e un assist, contribuendo maggiormente al collettivo a suon di belle prestazioni. Massimo Gobbi è invece l’altro perno del club, in rosa dal 2015 ma con un’importante curriculum alle spalle. Sin qui, l’ex Fiorentina ha siglato soltanto una rete, la quale però, è stata molto pesante e di vitale importanza, gol che ha portato dei importanti tre punti alla squadra di Maran e che è stato siglato contro il Cagliari nella scorsa giornata. Altra presenza importante nella retroguardia del Chievo è Alessandro Gamberini, centrale classe ’81 che in questo campionato è stato schierato nel rettangolo di gioco per ben sei volte, contribuendo anche lui con la sua esperienza alle vittorie della squadra. Quarto e ultimo pilastro della retroguardia è invece Spolli, argentino con un’importante parentesi in Sicilia, sponda Catania. C’è poi Dario Dainelli, altro veterano della nostra Serie A, difensore che sa fare il suo mestiere e risulta sempre un osso duro per gli attaccanti avversari.

Una difesa, quella del Chievo, dunque carica di esperienza e qualità, la quale, da qualche stagione a questa parte, ha dimostrato una grande solidità, anche se, in parallelo a questo pregio, va di pari passo anche qualche problema in attacco, il quale bilancia dunque la realtà dei Clivensi, che comunque giocano spesso un ottimo calcio e non smettono mai lottare. Il Torino di Mihajlovic dovrà dunque abbattere il muro giallo per portare a casa altri tre punti molto importanti: il tridente granata è già al lavoro e la mente dei granata è concentrata già al match di sabato prossimo.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Jalo - 2 settimane fa

    Non so. La difesa del Chievo viene fatta passare come fenomenale perché ha subito “solo” 14 gol, mentre del Toro, che ne ha subiti solo 2 in più, diciamo che ha problemi di tenuta difensiva.
    Credo che una statistica con valori così compattati non sia molto indicativa, a meno che ti allontani molto dalla media. Tipo i gobbi che ne hanno subiti solo 9 o il Cagliari che ne ha presi 30.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy