Torino-Napoli: all’orizzonte c’è lo scoglio Ancelotti. E che pressione sull’arbitro

Torino-Napoli: all’orizzonte c’è lo scoglio Ancelotti. E che pressione sull’arbitro

Verso il match / Il match andrà in scena alle 12.30 in diretta su DAZN

di Redazione Toro News

Archiviata Udinese-Torino, che tanti strascichi polemici ha portato dietro di sè, la testa del Torino – che torna a lavorare oggi al Filadelfia con un allenamento a porte aperte – va ora alla prossima sfida. Non certo un match di secondo piano: domenica, nel lunch-match delle 12.30, il Torino sfiderà il Napoli all’Olimpico-Grande Torino per la quinta giornata di Serie A. Sarà l’ultimo capitolo di un avvio di campionato complicato che ha proposto Roma, Inter e gli azzurri nelle prime cinque giornate. Dopo l’ultimo scoglio rappresentato dagli azzurri, per il Torino di Mazzarri ci sarà un ciclo più abbordabile con Atalanta, Chievo, Bologna e Frosinone prima della sosta di ottobre. Il match sarà caratterizzato dalla diretta streaming su DAZN, il primo di sempre per il Torino.

SSC Napoli v Torino FC - Serie A

OCCHIO A INSIGNE – Il Torino di Mazzarri dovrà sovvertire gli ultimi precedenti con il Napoli in casa (tre sconfitte, dieci gol subiti, due fatti). L’ultima vittoria risale al 2015, quando un gol di Glik permise ai granata di superare il Napoli di Benitez. L’ultima sfida in assoluto con il Napoli, al San Paolo lo scorso maggio, è beneaugurante per Mazzarri e i suoi giocatori, che agguantarono un buon 2-2. Il mercato estivo ha portato limitati cambiamenti nella rosa di calciatori azzurri, dunque quel pareggio può essere un punto di riferimento per il Torino. Certo, il Napoli ha cambiato l’allenatore: Ancelotti ritrova il Torino per la prima volta dal 19 aprile 2009, data di un Milan-Torino 5-1. L’allenatore emiliano è il colpo più sensazionale dell’estate per la società di De Laurentiis e al momento si trova secondo in classifica, tre punti dietro alla Juventus. Gli azzurri hanno superato il pesante ko di Genova con la Samp riuscendo ad avere la meglio sulla Fiorentina al San Paolo (1-0, gol di Insigne). Proprio “Lorenzo il Mangifico” appare l’uomo più in forma tra i napoletani e andrà tenuto d’occhio con attenzione dal Torino.

E L’ARBITRO… – Torino che arriverà alla sfida con gli azzurri con il vantaggio di avere una settimana libera da impegni, a differenza degli uomini di Ancelotti che giocheranno stasera alle 21 a Belgrado contro la Stella Rossa per il primo impegno di Champions League. Ma Mazzarri dovrà probabilmente fare a meno di Iago Falque: lo spagnolo ha riportato un infortunio ai flessori della coscia destra contro l’Udinese: i verdetti degli esami strumentali sono attesi per oggi, ma si può già dire che probabilmente non ci sarà. Di conseguenza, uno dei temi della settimana sarà la convivenza tra Simone Zaza e Andrea Belotti, che probabilmente giocheranno titolari, e a corollario il modulo che verrà scelto da Mazzarri (3-4-1-2 o 3-5-2). Si parlerà molto anche della designazione arbitrale: il Torino è reduce da una partita in cui un errore di Valeri, quello sul gol di Berenguer non convalidato, è probabilmente costato due punti. Giovedì saranno pubblicate le scelte del designatore Rizzoli: il direttore di gara avrà certamente addosso gli occhi di molti.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alfonsolamonic_387 - 2 mesi fa

    Magari il gobbo Rizzoli x eliminare una possibile avversaria della sua Juve ci designa un arbitro imparziale

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy