Torino, come sta Zaza: presto il rientro in gruppo, ma a Bologna ipotesi panchina

Torino, come sta Zaza: presto il rientro in gruppo, ma a Bologna ipotesi panchina

Focus On/ L’attaccante granata proverà a recuperare per la partita di domenica contro il Bologna di Inzaghi

di Redazione Toro News

Zaza e quell’infortunio a interrompere tutto. Il numero 11 granata arriva da una rete decisiva a Verona che ha portato i tre punti alla squadra di Mazzarri e da una bella partita col Frosinone, condita da un’assist per il gol di Rincon. E’ arrivata anche la chiamata del CT Roberto Mancini per le sfide con Ucraina e Polonia a marcare ancor di più il suo ottimo momento. A rovinare tutto un infortunio rimediato durante un allenamento con gli azzurri. Un edema al polpaccio procurato durante il primo allenamento a Coverciano, per la precisione.Rientrato a Torino il giorno dopo, si è riscontrata l’esistenza del problema muscolare, che però non è stato ritenuto niente di preoccupante fortunatamente. Lo stesso padre del giocatore, Antonio, ai nostri microfoni rassicurava tutti: “Simone sta bene, a Bologna ci sarà”. Ma per colpa di questo lieve problema, Zaza ha perso una mezza occasione per dimostrare di poter essere l’attaccante centrale di cui ha bisogno in questo momento la nazionale. Ma nulla è perduto, il CT Mancini gli darà sicuramente un’altra possibilità, magari già convocandolo per i prossimi match dell’Italia a novembre.

LOTTATORE – E’ risaputo che Simone Zaza è un lottatore. L’attaccante ha ripreso ad allenarsi, svolgendo in questi giorni allenamenti differenziati. Tra oggi e giovedì dovrebbe tornare ad allenarsi almeno in parte col gruppo. Giorni decisivi per capire se il numero 11 potrà essere a disposizione del mister per la prossima gara e magari partire dal 1’ minuto. Il lucano ha tanta voglia di continuare a fare bene e quindi vuole esserci ad ogni costo alla ripresa del campionato. Da verificare se il polpaccio gli darà fastidio o meno. Nel caso in cui venga convocato, per forza di cose non sarà sicuramente al meglio della condizione. Anche se durante la sua carriera, da Sassuolo a Valencia, Zaza ha dimostrato di avere tanta fame e grinta e certamente e farà di tutto per essere convocato da mister Mazzarri per la partita di domenica in programma alle ore 15:00 allo Stadio Renato Dall’Ara di Bologna. Al momento, però, lo scenario più facile è che venga convocato per partire almeno inizialmente dalla panchina: anche perchè Mazzarri è solito puntare dal primo minuto su giocatori che possono garantirgli novanta minuti su ritmi adeguati. I prossimi giorni diranno la verità.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. parodifran_758 - 1 mese fa

    Un conto è ritornare col gruppo, un altro essere pronto per giocare, a ritmi alti.
    Mazzarri continuava a dire che Zaza non era al top, e infatti lo si è visto appannato col Napoli, poi benissimo col Chievo per 20 minuti e bene anche col Frosinone, ma dopo aver giocato 90 minuti ha avuto un problemino..
    A Mazzarri non manca certo l’esperienza sulla gestione dei giocatori, saprà quando sfruttarlo al meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy