Torino, con Banti in campo bilancio negativo: una sola vittoria esterna

Torino, con Banti in campo bilancio negativo: una sola vittoria esterna

I precedenti / I trascorsi passati con il fischietto di Livorno non sono dei migliori: 4 vittorie in 11 incontri

Non è certamente, almeno secondo la cabala, l’arbitro più adatto per sconfiggere il mal di trasferta che inchioda il Torino in questo avvio di stagione Luca Banti, fischietto di Livorno che mercoledì, all’Adriatico di Pescara, incontrerà per la 12esima volta i granata sulla sua strada. Nel passato, una volta soltanto il club di via dell’Arcivescovado è riuscito ad uscire vincitore da una gara da lui arbitrata lontano dalle mura amiche. Nell’ultima occasione utile peraltro.

difesa

Era la prima giornata dello scorso campionato, e il Toro uscì vincitore contro il Frosinone per 1-2 grazie alle reti di Quagliarella e Baselli. Per il resto, soltanto sconfitte lontano da quello che ora è il Grande Torino: il 3-0 della Roma nel 2014, l’1-0 dell’Udinese l’anno precedente  e addirittura il 5-1 subito a San Siro contro il Milan nel 2009. Insomma, un bilancio che piange: 3 reti realizzate e ben 10 subite. Se si considera anche la Serie B, allora va aggiunta un altra sconfitta, nel 2010: 2-0 in casa del Cittadella, la gara che costò il posto a Mario Beretta a favore del cavallo di ritorno Colantuono.

Con il Pescara, Banti conta un solo precedente, nell’ultima (e fino a quella presente, unica) stagione vissuta dal Delfino in Serie A: una netta, nettissima affermazione della Juventus proprio all’Adriatico, con gli abruzzesi che incassarono un pesante 6-1 tra le mura amiche, con ben cinque reti subite nella prima metà di gioco. Nel complesso, Banti non rispolvera bei ricordi a Torino e Pescara: mercoledì prossimo qualcuno avrà occasione di invertire il trend.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy