Torino: contro il Cesena per…la prossima Coppa Italia

Torino: contro il Cesena per…la prossima Coppa Italia

Verso Torino-Cesena / L’ottavo posto può ancora essere raggiunto: sarebbe un bel viatico per la prossima coppa nazionale, un trofeo troppo spesso snobbato dal Toro negli ultimi anni

Commenta per primo!

Ultima partita dell’anno, in casa, contro il Cesena già retrocesso. Un’occasione buona per applaudire i ragazzi di Ventura che hanno saputo far sognare in Europa e togliersi diverse soddisfazioni non da poco in patria (derby su tutte), per far giocare i giovani e chi ha avuto meno spazio. Ma c’è ancora un piccolo obiettivo alla portata, che può mettere in discesa la prossima stagione.

OTTAVO POSTO DA NON DISPREZZARE – L’obiettivo in questione è sicuramente meno prestigioso di una stracittadina, o di una qualificazione in Europa, ma può tornare utile per l’anno prossimo. Si tratta della conquista dell’ottavo posto in classifica, che dista un solo punto, quello che separa Inter e Toro alla vigilia dell’ultima giornata. Conquistarlo significa evitare di dover disputare il terzo e il quarto turno preliminare di Coppa Italia, potendo così iniziare il torneo tra fine dicembre ed inizio gennaio, anziché a Ferragosto. In questo modo si eviterebbe di dover disputare in piena estate una partita ufficiale contro una squadra meno blasonata ma magari più in forma, che rischia di diventare un fastidioso trabocchetto: una partita che toglie energie e che se magari persa può iniziare a generare malumori e fastidi che si potrebbero invece tranquillamente evitare, concentrandosi di più sulla preparazione in vista del campionato.

MAGGIORI SPERANZE PER LA COPPA – Inoltre la conquista dell’ottavo posto garantisce, ovviamente, maggiori possibili di avanzare nella coppa: si parte infatti dagli ottavi di finale e c’è la possibilità, con un po’ di fortuna, di trovare un avversario sulla carta più debole. Nell’ultime annate il Torino ha sempre snobbato la Coppa Italia: eliminazione in casa con la Lazio dopo una partita disastrosa quest’anno, eliminazione in casa con il Pescara appena retrocesso due anni fa e, tre anni fa, eliminazione a Siena dopo aver battuto il Lecce. In tre anni una vittoria e tre sconfitte; troppo poco per una squadra come il Torino che nella sua storia ha scritto per cinque volte il suo nome nell’albo d’oro della competizione. Vincere domenica, sperando che l’Empoli fermi l’Inter, può essere un buon modo per cambiare registro e per provare dall’anno prossimo a fare un po’ di strada in più anche nella coppa nazionale: il Toro quest’anno ha dimostrato di saperci fare con le partite ad eliminazione diretta, perché non provarci anche in Coppa Italia?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy