Torino: con l’Hellas la vittoria era necessaria, ora riparti da Marassi

Torino: con l’Hellas la vittoria era necessaria, ora riparti da Marassi

L’analisi / Bella prestazione della difesa con gli scaligeri, ma occorre fare di più in fase realizzativa: la Sampdoria è una grande occasione

10 commenti

Torino e Verona hanno concluso il match dell’Olimpico sul punteggio di 0-0, guadagnando un punto che, di fatto, non serve a nessuna delle due squadre. I granata avevano bisogno di vincere, perché la stagione stenta a decollare e tre punti contro l’ultima in classifica erano da centrare senza ombra di dubbio; d’altro canto, neanche al Verona è servito molto il punto strappato a Torino, perché la zona salvezza è troppo lontana, e agli scaligeri servono prestazioni di alto livello.

ORGANIZZAZIONE DIFENSIVA – Ma bisogna, a mente fredda, ragionare anche sui punti favorevoli al Toro: per esempio è giusto notare come la difesa, nella partita di ieri, sia stata a dir poco granitica, e che non abbia rischiato nulla, nonostante l’assenza del pilastro Kamil Glik. Pontus Jansson ha messo in campo una grande serietà, mostrando di essere pronto per il salto di qualità. I due “senatori”, Maksimovic e Moretti, non hanno sottovalutato l’avversario, tenendo sempre le antenne dritte.

Martinez si dispera: la sua occasione era realmente ghiotta
Martinez si dispera: la sua occasione era realmente ghiotta

CARENZA OFFENSIVA  Per quanto il reparto arretrato sia stato quasi impeccabile, non si può dire lo stesso per l’attacco. Il ritorno di Ciro Immobile e la sorprendente complicità creatasi con il suo compagno Andrea Belotti,avevano fatto pensare alla rinascita dell’attacco granata, ma ieri c’è stata la prova che i problemi del Toro in fase offensiva non sono certo terminati, certificati dal clamoroso errore di Martinez nei minuti finali.

d
Il Torino deve ripartire subito e cercare i tre punti contro la Sampdoria di Montella

 

RIPARTIRE SUBITO – Nel complesso, è chiaro come un punto contro il fanalino di coda tra le mura amiche non possa assolutamente bastare: il Torino è chiamato a riprendersi nel minor tempo possibile e a risollevarsi dal punto di vista del gioco ma ancor più da quello dei risultati. L’occasione arriva subito ed è il match di domani sera, quando Glik e compagni calcheranno il terreno della Marassi blucerchiata: una nuova grande occasione per i granata che questa volta non possono davvero sbagliare. I tre punti sono ora fondamentali sotto tutti gli aspetti: con la Sampdoria sarà fondamentale cercare la vittoria a tutti i costi, per ripartire davvero una volta per tutte

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. max76 - 2 anni fa

    Qui ci fa il culo anche la samp!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. esseti - 2 anni fa

      Ovvio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. renatofi_391 - 2 anni fa

        Soprattutto se pensi che vengono da 4 sconfitte consecutive……mah

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. max76 - 2 anni fa

    Come?!?!?…Difesa granitica?!?…Ma non diciamo vaccate per favore!!!…Forse non vi siete accorti che il verona ha il peggior attacco della serie A, 14 reti in 22 partite…
    E poi sull’uscita a farfalle di padelli ci è solo andata bene!…riguardatevi l’azione va!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ddavide69 - 2 anni fa

    A forza di ripartire fondiamo il motorino di avviamento …
    quante volte l’ho sentita quest’anno , almeno risparmiateci ‘sta solfa.

    Magari ripartiamo alla 38a di campionato … ma vààààà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. VenturaVattene - 2 anni fa

    …la solita “grande occaione” per ripartire…..e per finire un’altra volta nella polvere come ogni maledetta domenica…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Wendok - 2 anni fa

    E non è finita. Alla fine vedrete la differenza punti. Anche perchè ho una semplice considerazione da fare : cosa dovrebbe o potrebbe cambiare? I giocatori? Impossibile. La tattica ed i moduli ? Ventura piuttosto si fa licenziare che umiliarsi ammettendo di avere messo in pratica una squadra noiosa, prevedibile, lenta. La mentalità ? Quale ? Quella che spinge ventura a dire fino a 10 gg or sono che la colpa era dell ambiente ostile ? Quella che fa fare ai giocatori dichiarazioni circa l appoggio all allenatore ? Quella che fa a bracciare con ampi sorrisi i giocatori delle merde dopo la lezione di calcio i partita ? Io spero solamente in un cairo come non si è mai visto. Un cairo travestito da zamparini che vada nello spogliatoio e lo si senta urlare fin da aosta. In fondo è lui che paga. E un qualsiasi imprenditore che pagasse dei dipendenti per risultati così,….. O li striglia a dovere, o li licenzia o chiude baracca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gian.ca_734 - 2 anni fa

    Prima di ogni partita articoli di questo tenore…ripartire ma per andare dove???
    Raggiungiamo i 40 e rifondiamo…basta proclami e speranze puntualmente disilluse…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. VenturaVattene - 2 anni fa

    …ovviamente tutte le settimane si “riparte” da……!!!!

    Che noia….e che lagna…sempre gli stessi titoli…!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Wendok - 2 anni fa

      Ti sei scordato ” xxxx messa nel mirino “.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy