Torino, a Udine per far propria la tradizione

Torino, a Udine per far propria la tradizione

Verso Udinese – Torino / Contro i bianconeri nelle ultime tre gare i granata  hanno sempre vinto senza subire gol; obiettivo dar seguito alla vittoria ottenuta l’anno scorso al Friuli

Friuliani e granata nuovamente a confronto a distanza di quattro mesi, da quando nella gara d’andata furono i ragazzi di Ventura a sorridere per 1-0 grazie al gol dell’ex Quagliarella, in bianconero dal 2007 al 2009. Ottimo momento di forma e tradizione favorevole negli ultimi anni fanno pendere l’ago della bilancia in favore del Toro, ma occhio al fattore Friuli, terreno dove il Toro ha sempre fatto fatica a portare a casa sana e salva la pelle.

TRITTICO PERFETTO – La scorsa stagione il Toro riuscì ad imporsi sia all’andata che al ritorno contro la compagine guidata dall’allora tecnico Guidolin. A Udine i granata s’imposero per 2-0 grazie alle reti dello svedese Farnerud e di Immobile, tornando a casa con una vittoria che al Friuli mancava addirittura dalla stagione ’84-’85 quando il Torino guidato dal tecnico Radice riuscì a passare per 1-0 grazie alla rete di Serena. Il 2-0 dell’andata a Udine venne poi bissato anche nella gara di ritorno sempre con il medesimo risultato grazie alle reti di El Kaddouri che aprì le marcature e di Immobile che calò il sipario, rivelandosi la vera bestia nera per Di Natale e compagni. Anche quest’anno, come ricordato nelle prime battute, l’Udinese ha dovuto arrendersi al Torino, questa volta facendosi punire dal tanto agognato Quagliarella, imponendo dunque alla squadra di Stramaccioni la seconda sconfitta in campionato dopo quella patita contro la Juventus. Trittico perfetto dunque non solo dal punto di vista del risultato, tre vittorie in altrettante partite, ma anche dal punto di vista statistico dato che la porta granata è rimasta inviolata.

FATTORE CAMPO – l’Udinese, visto il non ottimo momento di forma che sta attraversando, complice le tre sconfitte consecutive subite in campionato, proverà a far affidamento su un terreno che ai bianconeri nelle ultime stagioni ha quasi sempre sorriso, ad eccezione ovviamente della vittoria dell’anno scorso dei granata che interruppe la tradizione favorevole. Escluso appunto lo 0-2 dell’anno scorso, i bianconeri  nelle ultime dieci stagioni sono quasi sempre riusciti a segnare almeno un gol al Torino, ad eccezione ovviamente della gara del 22 aprile 2000 che terminò con uno scialbo 0-0. Compresi i due gol dell’anno scorso invece il Toro è riuscito a segnarne solo sette,  ma i granata sono stati capaci di cambiare la tradizione nella scorsa stagione.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy