Torino, contro la Fiorentina atteggiamento attendista e cinico: lo dicono i numeri

Torino, contro la Fiorentina atteggiamento attendista e cinico: lo dicono i numeri

Analisi / Le statistiche certificano un comportamento di attesa da parte della squadra granata, con una concretezza decisiva

Il Torino ha battuto la Fiorentina per 2-1 sul terreno di casa, recuperando diverse posizioni in classifica e dando prova di grande compattezza e unità in tutta la partita, eccetto quel momento di incomprensione dei due centrali che ha portato al gol di Babacar. Analizzando il match da un punto di vista più pratico e numerico, però, emergono dei dati importanti che inquadrano gli atteggiamenti tenuti dalle due squadre durante la partita allo stadio Grande Torino. La formazione granata è stata assolutamente cinica nelle occasioni che ha avuto, mentre la Fiorentina è stata spesso chiusa ed ha approfittato dell’unico vero errore della difesa del Toro.

Partendo dal dato più generico, quello del possesso palla, si può già capire l’andamento della partita e la sua evoluzione: la squadra Viola ha tenuto il pallone quasi sempre, totalizzando un 60% di possesso della sfera, contro il 40% del Torino. Evidente già da questo come la formazione di Mihajlovic attendesse quella di Sousa per poi sferrare la zampata decisiva, e così è stato.

FC Torino v ACF Fiorentina - Serie A

Analizzando il dato dei tiri, infatti, si nota come i granata siano arrivati più volte alla conclusione, con 12 tiri, mentre la Fiorentina è stata ben chiusa dalla squadra granata avendo concluso verso la porta avversaria solo 9 volte. Ma inoltre, il dato che evidenzia il cinismo e la concretezza granata è quello riguardante i tiri nello specchio: gli uomini di Sinisa Mihajlovic hanno sferrato un colpo verso i pali protetti da Tatarusanu per 5 volte, mentre la Fiorentina 4 volte. Il Toro è stato bravo, in questa occasione, a capitalizzare le occasioni che si sono presentate, ferendo la squadra Viola e portandosi a casa il massimo del bottino.

Il resto dei dati è quasi in parità, con i granata che sono stati bravi nel recuperare la sfera (26 volte, contro le 21 della Fiorentina); inoltre gli uomini di Sousa hanno perso più palloni (24) rispetto a quelli di Mihajlovic (20), evidenziando una maggiore precisione nel Toro. D’altro canto, però, la Fiorentina ha totalizzato 8 calci d’angolo, contro i 6 granata, anche se questo dato è stato meno rilevante ai fini del risultato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy