Torino: contro la Fiorentina servirà grande attenzione sugli esterni

Torino: contro la Fiorentina servirà grande attenzione sugli esterni

Verso Fiorentina-Torino/ La Lavagna Tattica di Lello Vernacchia: ”Salah può essere la spina nel fianco. La sua velocità può mettere in crisi i centrali del Torino”

In vista della sfida di questa sera tra granata e viola abbiamo contattato Lello Vernacchia per la consueta Lavagna Tattica del match: ”Il Toro viene dalla buonissima prestazione in Europa, e nonostante il 2-2 finale questo non può che dare morale alla squadra in vista della sfida di domenica sera. Anche la Fiorentina ha giocato in coppa ed è in un buon momento. Si preannuncia una partita da ‘tripla’, il Torino ha già dimostrato a Milano di poter andare a vincere anche in campi prestigiosi come è il Franchi. Montella e Ventura potrebbero schierare le squadre a specchio, entrambi con un 3-5-2 e questo potrebbe rendere le cose ancora più interessanti”.

Tra i giocatori viola il pericolo arriva soprattutto dal neoarrivato Salah, che ha già dimostrato di poter fare la differenza nel nostro campionato: ”Sicuramente Salah può essere la spina nel fianco della difesa granata. Questo giocatore è dotato di grande velocità e proprio per questo motivo può mettere in difficoltà i tre centrali del Torino che sono tutti molto forti fisicamente ma che non hanno certo la velocità tra le loro principali qualità. In questa partita quindi sarà decisivo il lavoro delle due ali, Darmian e Bruno Peres (o Molinaro, se dovesse giocare lui) nell’effettuare con grande attenzione la fase di copertura. Devono essere molto concentrati perché spesso la squadra di Montella tenterà di allargare il gioco sulle fasce, soprattutto per favorire la punta centrale che sia Gomez o qualcun altro”.

Infine un ragionamento sulla situazione del Toro in attacco: ”A me personalmente piace molto Maxi Lopez, che senza nulla togliere a Martinez e Amauri ha una tecnica migliore. Il ragazzo però ha giocato entrambi i tempi in coppa e quindi mi aspetto che Ventura lo possa far rifiatare. Mi attendo quindi che partano titolari Quagliarella e Martinez. Quest’ultimo non ha la tecnica di Maxi, ma è estremamente veloce e può allungare la difesa avversaria e metterla in difficoltà con il suo scatto. In mezzo al campo poi mi aspetto dei campi rispetto all’Europa League per far rifiatare qualche uomo e soprattutto per dare maggiore brillantezza al reparto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy