Torino: contro la Lazio, il centrocampo è stato il miglior reparto

Torino: contro la Lazio, il centrocampo è stato il miglior reparto

L’analisi / La mediana granata non ha disputato una brutta partita. Vives un po’ sottotono ma eroico nell’essere in campo. Benassi entra bene

2 commenti
Baselli centrocampo Lazio-Torino

Si è parlato dei problemi che, in questo inizio di stagione, stanno affliggendo la retroguardia granata: troppe le reti subìte in modo sciocco, troppe le occasioni concesse agli avversari, per lo meno rispetto a come la squadra di Ventura aveva abituato i tifosi negli ultimi anni. Bisogna però inevitabilmente sottolineare che la fase difensiva non è sinonimo di difesa e basta: alla fase difensiva partecipa tutta la squadra, in particolare i centrocampisti sono chiamati a dare una mano ai compagni più arretrati fungendo praticamente da filtro.

Vives, Vazquez Torino FC v US Citta di Palermo - Serie A
Giuseppe Vives entra in tackle: il mediano ha fatto di tutto per essere in campo contro la Lazio

Questo “tappo” davanti alla difesa ieri, in particolar modo nel secondo tempo, è venuto a mancare. Il maggiore esponente granata del muro che deve proteggere la retroguardia è rappresentato, a seconda delle scelte del tecnico, da Giuseppe Vives o Alessandro Gazzi (con la variabile Prcic): contro la Lazio è toccato al primo ma il suo apporto non è stato incisivo. Va in ogni caso ricordato che il numero 20 due giorni prima era affetto da lombalgia e ieri è sceso in campo da titolare, sicuramente non era al meglio della condizione ed ha fatto di tutto per essere presente ed utile alla causa granata, purtroppo non è stata una delle sue migliori partite ma vanno elogiati l’impegno e la dedizione del giocatore recuperato all’ultimo.

Per quanto riguarda i compagni di reparto, Baselli non ha sfigurato: meno incisivo del solito ma tutte le azioni migliori dei granata passano dai suoi piedi, che sia più portato alla fase offensiva rispetto a quella difensiva non è un mistero  e dunque il suo apporto nel recuperare palloni è sempre inferiore rispetto a quello dei compagni di reparto. Anche Acquah non ha deluso più di tanto, qualche buono scambio con Bruno Peres e qualche sgroppata in particolare nel primo tempo: il ghanese ha inoltre recuperato alcuni buoni palloni e nel complesso ha disputato una buona partita. Anche Marco Benassi, subentrato proprio ad Acquah dalla panchina, è entrato bene in partita: qualche pallone recuperato e buona grinta in fase difensiva, ha anche provato a farsi vedere con lanci ed inserimenti nelle azioni offensive, una buona prova per lui.

Acquah in Torino - Milan
Afriye Acquah, anche ieri partita di sostanza per il ghanese che non ha deluso le aspettative

A Giuseppe Vives è poi subentrato Sanjin Prcic: debutto ufficiale per il centrocampista che è entrato sul 2-0 quando ormai quasi tutti gli equilibri erano saltati. Non uno spezzone di partita entusiasmante per lui, ma venti minuti sono decisamente troppo pochi per valutare qualsiasi giocatore: avrà modo e tempo di dimostrare quanto vale. Nel complesso quindi contro la Lazio il centrocampo è stato il reparto migliore per quanto riguarda i granata, nonostante le assenze ed i recuperi dell’ultimo minuto.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Max63 - 1 anno fa

    Maksinovic sta mancando come il pane, Glik è l’ombra di se stesso anche ieri nel primo goal è saltato a vuoto e Moretti comincia ad avere qualche problema nel tenere l’avversario, mentre Bovo non può giocare troppe partite da titolare. Il centrocampo in effetti mi sembra il reparto che sta meglio rendendo anche se gli infortuni sono ormai una costante. L’attacco con l’attuale Quagliarella gioca con un uomo in meno ed il cambio ieri di Belotti un errore incredibile dell’allenatore. Non deve giocare il nome ma chi merita.ed infine Ventura in questi anni di osannata permanenza ha sempre tolto il coraggio ai giocatori ed abbiamo sopravvissuto all’interno di un campionato mediocre diversamente saremmo stati sempre a rischio B. Sarò impopolare, ma l’ho già scritto in altre occasioni, Ventura è un onesto allenatore che di vincente non avrà mai nulla. Fosse stato questo fenomeno non sarebbe arrivato alle soglie dei 70 anni a vedere l’Europa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ikhnos - 1 anno fa

    Per mio conto rispetto alle prime e belle giornate di campionato, ho visto Padelli e gli attaccanti piuttosto in crisi: Prendiamo goal piuttosto “parabili” e cocludiamo in porta raramente. Sono d’accodo quindi che il centrocampo è robusto e forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy