Torino, De Silvestri si prepara col mental coach: “Sarò subito pronto”

Torino, De Silvestri si prepara col mental coach: “Sarò subito pronto”

Il terzino parteciperà a un progetto che si svolgerà a Cagliari dall’1 al 6 luglio, in cui per la prima volta i calciatori potranno “allenare” la mente prima di lavorare con i propri club

di Redazione Toro News

Lo aveva promesso e manterrà la parola data. Lorenzo De Silvestri, reduce da una stagione piuttosto deludente al Torino, non perderà tempo e si allenerà anche in vacanza. Il giocatore, che quest’anno ha faticato a trovare la giusta continuità, lo aveva preannunciato dopo l’ultima partita di campionato contro il Sassuolo: “Quest’estate, prima del ritiro, lavorerò per farmi trovare pronto”. Promessa mantenuta dunque. De Silvestri infatti parteciperà dall’1 al 6 luglio, presso il centro sportivo del Cagliari, al primo pre-ritiro dedicato ai calciatori professionisti.

Ma di cosa si tratta? In Italia e non solo sta prendendo sempre più piede la figura del mental coach. Molto di più che un semplice motivatore: un vero e proprio psicologo dello sport che lavora sulla mente dei calciatori per far sì che possano focalizzare e raggiungere i propri obiettivi. Si sa, nello sport, specie a livelli professionistici, serve equilibrio: parte tattica, parte atletica, e parte mentale devono coesistere perfettamente trovando il giusto punto d’incontro. Ecco allora presto detto il motivo di questo evento che ha riscontrato un’ampia partecipazione. L’idea è appunto quella di lavorare sulla testa, prima ancora che sul fisico. E non vede l’ora di iniziare proprio Lorenzo De Silvestri, che ai colleghi della Gazzetta dello Sport ha rilasciato qualche dichiarazione: “Abbinare la preparazione sia fisica che mentale è importante, ne sono sempre più convinto. Per questo voglio farmi trovare pronto sotto ogni punto di vista“.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. KanYasuda - 1 anno fa

    Si possono sapere i nomi dei MENTAL COACH e quelli degli altri Calciatori partecipanti ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 1 anno fa

      …sarebbe un giornalismo un pochino più serio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. contegranata - 1 anno fa

    De Silvestri è una Persona, prima di un calciatore. Io, in lui, ci credo. Può dare, molto, di più di quanto si è visto la scorsa stagione.
    Leonardo Bonucci, prima di tutti, aveva fatto uso di un mental coach nel periodo in cui faticava ad inserirsi nella Juventus. Sicuramente, se si instaura un bel feeling, è una figura che può essere positiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. daunavitagranata51 - 1 anno fa

    che smetta di giocare che è meglio,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 1 anno fa

    speriamo bene, ha pure finito il campionato in salita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. iugen - 1 anno fa

    Dovrebbe andare a Lourdes, altroché

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dbGranata - 1 anno fa

    Va beh, ho capito, mica ha detto che si droga però! Se lo paga coi suoi soldi, si faccia seguire da ogni cazzo di coach che vuole! ahah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. sylber68 - 1 anno fa

    Cazzo,io faccio fatica ad arrivare a fine mese eppure sto mental coach non lo prendo,sto mondo non lo capisco piu’,è tutto il contrario di tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Torogranata - 1 anno fa

    Guadagnano milioni di euro e hanno pure bisogno per dare il massimo di motivazioni mentali?
    Diamogli la paga di un operaio con incentivi solo se riescono a dimostrare di essersi impegnati tutto l’anno veramente,e vedrete che iniziano a correre tutto l’anno sul serio.
    Questo calcio moderno inizia a schifarmi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. torinodasognare - 1 anno fa

    Servirebbe un Podal coach!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy