Torino: De Silvestri si riscopre bomber, ma contro la “sua” Lazio è bagarre

Torino: De Silvestri si riscopre bomber, ma contro la “sua” Lazio è bagarre

Focus On / Coi biancocelesti il difensore granata ha esordito in Serie A nel 2007

di Redazione Toro News

Lorenzo De Silvestri ieri ha segnato il suo primo gol in Serie A in questa sua terza stagione in maglia granata. E che gol. Tiro dal limite dell’area di sinistro e palla che si insacca sotto l’incrocio, alla destra di Provedel che non ne può nulla. La sua rete ha permesso al Toro di Walter Mazzarri di portarsi sul 2 a 0 e mettere al sicuro il risultato. Discorso poi definitivamente chiuso grazie al 3 a 0 firmato Iago Falque. Un’ottima prestazione individuale sulla fascia destra, che ha mandato buoni segnali dopo un periodo in cui il rendimento non è stato al top della condizione.

Torino-Empoli 3-0, De Silvestri: “Il mio gol più bello. L’ambiente ci dia una mano”

IL GOL PIU’ BELLO – Un gol bellissimo, forse il più bello della sua carriera: “Il gol mi mancava – ha dichiarato il numero 29 in zona mista nel post partita -. Non ho mai perso la fiducia, mi sono sempre allenato forte per tornare a segnare. Se è il mio più bello? L’anno scorso mi era capitato di farlo di sinistro contro la Roma, ma in mezzo all’area. Questo credo sia il gol più bello della mia carriera”. Un De Silvestri comprensibilmente soddisfatto, che ora può giocarsi le sue carte per confermarsi titolare anche per il match in programma sabato alle ore 15 allo Stadio Olimpico. Contro la Lazio però non è detto che giocherà: Mazzarri potrebbe concedergli un turno di riposo, ma il tecnico granata scioglierà tutti i dubbi solo in questi ultimi allenamenti prima della gara.

IL RITORNO – De Silvestri intanto spera e continua a lavorare con grande impegno e professionalità per provare a confermarsi protagonista anche contro la Lazio. Quella contro i biancocelesti d’altronde non è mai una gara come le altre per il terzino granata. Lui che ha esordito in Serie A a 18 anni proprio con la maglia biancoceleste (il 22 aprile 2007 nella partita Lazio-Fiorentina). 47 presenze spalmate in 4 stagioni, nessun gol ma un forte legame alla squadra che gli ha permesso di diventare un calciatore professionista. Una sorta di “madre calcistica“, come l’ha definita lo stesso De Silvestri nel post partita e anche per questo motivo tornare a giocare all’Olimpico sarebbe per lui una “grande emozione“.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Garnet Bull - 4 mesi fa

    Renderesti felici anche noi, quindi segna! Se poi vuoi strafare fanne anche 2 o servi qualche assist

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy