Torino, di fronte a te l’ostacolo Juventus: Quagliarella e Gazzi sanno come si supera

Torino, di fronte a te l’ostacolo Juventus: Quagliarella e Gazzi sanno come si supera

Approfondimento / 8 elementi a disposizione di Ventura hanno già sconfitto i bianconeri in carriera: la punta campana e il mediano i più rappresentativi

Commenta per primo!

Sono 22 i giocatori della rosa del Torino. Di questi appena 8 hanno avuto la possibilità di prendere parte ad un successo della propria compagine ai danni della Juventus. Un numero esiguo quello appena riportato, che esclude dalla lista persino interpreti di grande esperienza come Moretti, Molinaro e Maxi Lopez.                                        

BATTERE LA JUVE: QUAGLIARELLA E GAZZI SANNO COME SI FA – Da come si può desumere dal titolo, sono Quagliarella e Gazzi gli elementi di maggior rilievo che possono registrare tale soddisfazione nel loro curriculum. Il primo di questi ha sconfitto 4 volte i bianconeri: 2 con la maglia dell’Udinese e 2 con il Napoli (andando a segno in 2 occasioni). Il secondo, invece, è sceso in campo in due successi interni del Bari ai danni della Vecchia Signora, collocati temporalmente tra il 2009 e il 2010. Il bomber di Castellamare e il rosso mediano di Feltre sono, quindi, i principali probabili protagonisti del Derby della Mole ad aver già avuto almeno due possibilità di gioire contro i bianconeri.

BOVO, CHE PRECEDENTI! AMAURI E QUELLA DOPPIETTA – Oltre a loro, però, i granata annoverano la presenza in rosa di altri 6  giocatori che conservano dei bei ricordi legati ad un match contro la Juventus. Sicuramente degno di menzione è il caso di Cesare Bovo, il cui bilancio complessivo evidenzia ben 7 vittorie contro la compagine bianconera tra le fila di Lecce e Palermo. Decisamente con meno soddisfazioni, invece, i precedenti di Vives, Amauri, Gonzalez, Masiello e Barreto, ognuno dei quali vanta comunque un successo ai danni degli storici rivali del Toro. A tal tal proposito, è opportuno segnalare che l’attaccante italo-brasiliano è stato l’autore di ben 2 dei tre 3 gol messi a segno dal Palermo nel 3 a 2 inflitto alla Juventus il 6 aprile 2008.                                      

La stracittadina più antica d’Italia si avvicina inesorabilmente. Sono tanti gli uomini attesi: da Glik e Darmian a Quagliarella e Maxi Lopez, passando per Gazzi ed El Kaddouri. Chissà, però, che le speranze di successo dei granata non siano legate proprio all’esperienza e la consapevolezza di alcuni di quei pochi elementi che sanno cosa vuol dire battere la Juventus: sicuramente un buon punto di partenza per scoprire cosa significa trionfare nel Derby della Mole

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy