Torino, dopo la sosta tutto sul Palermo: da domani via alla rincorsa

Torino, dopo la sosta tutto sul Palermo: da domani via alla rincorsa

Verso la Sicilia / Alla spicciolata, i Nazionali ritorneranno a disposizione di Mihajlovic, con l’obiettivo di riprendere da dove ci si era interrotti

Due giorni di pausa, per ricaricare le pile dopo una settimana di intenso lavoro fisico, e ora il Torino di Sinisa Mihajlovic è pronto a mettersi alle spalle la sosta e a ripartire in vista del match del prossimo turno, in programma al Renzo Barbera di Palermo nel posticipo serale del lunedì. Un orario insolito, ma finora questo non ha turbato i granata: nelle due partite giocate in anticipo o posticipo (Roma e Fiorentina) i granata hanno sempre vinto.

Cabala a parte, l’obiettivo principale del Toro è riportare la testa alla trasferta siciliana, con i nazionali che uno dopo l’altro rientreranno a disposizione di Mihajlovic. Quella contro i rosanero è una sfida certamente da non sottovalutare, visto come i granata arrivano a questa partita, forti delle certezze che le succitate vittorie hanno regalato: gruppo solido, fluidità offensiva, difesa in crescita. Ora i granata dovranno dimostrare di sapere tenere alta l’attenzione anche quando si presentano al fischio d’inizio con i favori del pronostico. I granata dovranno dimostrare che le intense sedute atletiche, per chi è rimasto in Sisport, sono servite a portare i muscoli a pieno regime.

Sisport, allenamento

I nazionali dovranno saper calarsi di nuovo nella realtà granata il prima possibile, perché il Palermo non consente distrazioni: l’entusiasmo per i traguardi con le maglie delle selezioni (i gol di Belotti e Lukic, la convocazione di Benassi) dovranno essere trasformate in energia propulsiva per ripartire esattamente da dove il Toro si era fermato un attimo prima della sosta: quei tre punti che rappresenterebbero un ulteriore salto in avanti nelle ambizioni e nella dimostrazione di continuità, perché ottenuti in una trasferta insidiosa contro una squadra affamata. Per metterli in saccoccia, però, bisognerà partire a mille già dall’allenamento di domani: la marcia di avvicinamento ha inizio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy