Torino e Belotti: per la dead-line sulla cessione serve l’accordo con il Gallo

Torino e Belotti: per la dead-line sulla cessione serve l’accordo con il Gallo

Il punto / L’intenzione è quella di fissare una data oltre la quale togliere l’attaccante dal mercato: perchè si realizzi, è necessario il comune intento di tutte le parti in causa

25 commenti

Cominciata ieri pomeriggio la preparazione estiva per la stagione 2017/2018, tra l’entusiasmo della piazza, il Torino resta indissolubilmente legato alla questione Belotti: bisogna capire – o meglio stabilire – quale sarà il futuro del capocannoniere granata ed è necessario che questa operazione sia compiuta nel minor tempo possibile, di modo da poter davvero programmare al meglio l’annata a venire sotto molteplici punti di vista. Ieri pomeriggio nel frattempo il Gallo era presente insieme ai compagni ed anzi ha guidato la squadra nel ritorno al Filadelfia, là dove il Toro è tornato ad allenarsi a distanza di 23 anni di fronte ad un tripudio di popolo granata. Un primo segnale di certo positivo.

La direzione che prenderà la strada della punta nell’imminente futuro resta però centrale e fondamentale, sia a livello tattico che economico: sia il tecnico Mihajlovic che il DS Petrachi hanno infatti in sostanza bisogno di capire se il centravanti resterà in granata nella prossima stagione o meno, il primo per quanto riguarda la disposizione dell’intera squadra sul terreno di gioco ed il secondo per delineare davvero al meglio il mercato in entrata, che con o senza i 100 milioni derivanti dall’eventuale cessione del Gallo si modifica radicalmente. Proprio per questo motivo una soluzione che porti a tergiversare e prendere tempo in vista di una decisione successiva non sembra realistica né ottimale: si tratta di una questione che, in un senso o nell’altro, dovrà essere risolta in tempi relativamente stretti di modo da organizzare al meglio ogni aspetto che ne deriva. E proprio a questo proposito – tra le altre dichiarazioni rilasciate – si è espresso ieri il presidente Cairo.

cairo belotti filadelfia

“Con il mister, con Petrachi e i collaboratori” queste le sue parole “parleremo anche di questo per vedere se è giusto porre un termine dopo il quale non sarà più possibile la cessione di Belotti” Una soluzione intelligente, che permetterebbe al club di fissare una dead-line oltre la quale il giocatore sarebbe ufficialmente tolto dal mercato anche a fronte di offerte faraoniche. Per stabilire questo tempo limite tuttavia, essendo l’attaccante legato al Torino da un contratto con clausola rescissoria, è necessario trovare un accordo in questo senso con il giocatore stesso: sarà quindi fondamentale la volontà reciproca ed il conseguente benestare di tutte le parti in causa. Il Torino prepara la stagione 2017/2018 e studia la strategia per Belotti: sul mercato sino ad una data da stabilire, poi incedibile per evitare sorprese dell’ultimo minuto. Serve però l’accordo con il Gallo stesso per mettere in atto questa pianificazione.

25 commenti

25 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Jerry - 2 settimane fa

    La dead-line? Sono i 100 milioni chiesti da Cairo. Quale società investirebbe tutti quei soldi su un ottimo giocatore, ma con esperienza internazionale equivalente allo 0? Guardate lo United, a 85 ha preso Lukaku che rispetto al Gallo a molta più esperienza sia in Premier che in Europa. Penso che la stessa politica la attuerà il Chelsea, che è ancora l’unica società che può avvicinarsi a certe cifre. Ma se sul mercato ci sono ancora Morata e Abaumejang, tra l’altro a un prezzo più basso,secondo me prima di puntare al Gallo, proveranno a prendere uno dei due. Comunque rispetto assoluto per il Gallo, ma 100 ancora non li vale… ed è questa la vera dead line…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sergio_sandr_284 - 2 settimane fa

      Chi non vuol vendere fa così e così se DEVE venderlo almeno ha la pancia piena che lo consola.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. osvaldo - 2 settimane fa

    E’ chiaro come il sole che con una clausola di mezzo (e,che clausola!!),ci vuole l’accordo di tutti per fissare una dead line ma, non posso far notare che è molto strano che questa non sia già stata fissata da tempo,anche perchè di questo se n’era parlato già prima della fine del campionato ed avevo capito che la data fosse stata stabilita al 30 giugno!
    Adesso si torna nuovamnete parlare di dead line Belotti e, non vorrei succedesse come il il FILA che tra l’approvazione del progetto,la costruzione ,l’inaugurazione,il raduno della suqadra,passati 2 anni, non ancora si firma il contratto di affitto!
    Come si può vivere così alla giornata? nella vita,specialmente quella aziendale, se non vi è programmazione non si va da nessun parte e, con una questione così importante come sapere se entrano o meno in cassa 100 MLN e, se bisogna fare la squadtra con o senza il nostro giocatore più rappresentativo,già dopo il raduno della squadra mi sembra pura follia disorganizzativa!!!
    P.S.Una piccola riflessionesul Gallo
    Trovo molto strano e non molto gradevole il fatto che Belotti da oltre 1 mese non dice nessunissima parola a propoisto della sua situazione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. biziog - 2 settimane fa

      forse non sono stato chiaro, per stabilire una dead line bisogna fare un nuovo contratto che, di fatto, annulla quello che riguarda la clausola rescissoria (per la quale, ovviamente, MAI nessuno mette una dead line…), che peraltro la clausola serve esattamente a questo: stabilisce un prezzo, per cui di fatto il giocatore è sul mercato a determinate condizioni (in questo caso esose assai) diversamente Cairo non doveva fare nessuna clausola e dire che il Gallo NON è sul mercato previo accordo con il giocatore. E Belotti cosa vuoi che dichiari?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Athletic - 2 settimane fa

        Non serve fare un nuovo contratto, basta la collaborazione di Belotti, visto che per il trasferimento servono due cose, i cento milioni e l’assenso del giocatore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. osvaldo - 2 settimane fa

    E’ chiaro come il sole che con una clausola di mezzo (e,che clausola!!),ci vuole l’accordo di tutti per fissare una dead line ma, non posso far notare che è molto strano che questa non sia già stata fissata da tempo,anche perchè di questo se n’era parlato già prima della fine del campionato ed avevo capito che la data fosse stata stabilita al 30 giugno!
    Adesso si torna nuovamnete parlare dead line Belotti e, non vorrei succedesse cme il il FILA che tra l’approvazione del progetto,la costruzione ,l’inaugurazione,il raduno della suqadra,passati 2 anni, non ancora si firma il contratto di affitto!
    Come si può vivere così alla giornata? nella vita,specialmente quella aziendale, se non vi è programmazione non si va da nessun parte e, con una questione così importante come sapere se entrano o meno in cassa 100 MLN e, se bisogna fare la squadtra con o senza il nostor giocatore più rappresentativo,già dopo il raduno della squadra mi sembra pura follia disorganizzativa!!!
    P.S.Una piccola riflessionesul Gallo
    Trovo molto strano e non molto gradevole il fatto che Belotti da oltre 1 mese non dice nessunissima parola a propoisto dell sua situazione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. drino-san - 2 settimane fa

    Anche secondo me è già venduto, ma a prescindere da quello non vedo perchè non si possa stabilire una data. Se le parti sono d’accordo mettono per iscritto e firmano, e da quel momento vale la data concordata oltre la quale non si puo’ piu’ vendere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. drino-san - 2 settimane fa

    Si puo’ cambiare la sigla della rassegna stampa? E’ imbarazzante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. valex - 2 settimane fa

    Il gallo è già venduto da mesi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Pako69 - 2 settimane fa

    Pure io ricordo il primo giorno del ritiro.il problema è che Cairo parla a vanvera perché se arriva una società con 100 m e si accorda col giocatore lo può pure prendere il 31 agosto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. tric - 2 settimane fa

    La dead line la si piazza con un gentleman agreement (viva la lingua italiana!). Se arrivano certe proposte, in questo calcio drogato, tutti gli accordi saltano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. biziog - 2 settimane fa

      infatti il contratto parla chiaro c’è poco da fare o da dire, fino al 31 agosto non saremo sicuri di tenere il Gallo e non venitemi a dire che le cosiddette grandi non spendono quelle cifre all’ultimo giorno: due anni il manchester comprò Martial all’ultimo per 80 testoni…
      l’unica speranza è che non arrivi nessuno e che se arrivi il Gallo dica no grazie io sto al TORO, ne riparliamo semmai

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. biziog - 2 settimane fa

    ma vorrei capire come è possibile scrivere simili corbellerie: è evidente che se c’è una clausola nel CONTRATTO stipulato tra Torino f.c. e Belotti nel quale non è stata segnalata nessuna data entro la quale la clausola è valida chiunque può arrivare fino alla chiusura del mercato (o poi anche a gennaio) e comprare il giocatore (certo lui deve essere d’accordo, ma quindi nel caso decide lui non il Toro…), a meno di segnare un altro contratto (cosa + che improbabile) questa è la situazione, quindi il termine NON si può mettere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. LeoJunior - 2 settimane fa

    purtroppo è un dato di fatto: siamo prigionieri della clausola. Forse messa per richiesta (procuratore), forse per fissare un prezzo. In ogni caso senza valutare le conseguenze sui tempi del mercato. Adesso siamo fermi. Ma è ovvio. Se il Gallo dovesse andare via il mercato sarebbe di un tipo, se resta di un altro. E’ certo che non ha senso oggi comprare dei giocatori che poi risultano per qualità e prezzo non consoni in caso di cessione del Gallo. C’è da dire però che rispetto ad altre squadre noi non stiamo vendendo, e non è poco. Ma adesso, non so quanto sia possibile, dobbiamo trovare un accordo con il Gallo per mettere una dead line sicura. Sarà un accordo tra uomini e varrà fino a prova contraria. ma almeno potremo muoverci. Io sono dibattuto. Il cuore mi dice Gallo, la testa mi fa pensare che più del valore di oggi non lo raggiungerà. Speriamo che testa e cuore vadano a braccetto: resta, fa una grande stagione, ci porta in UE, ci fa vincere i mondiali e a quel punto a 120 milioni può volare … e anche noi. PS capisco le critiche a Cairo. Gli innamorati si sentono sempre traditi e vorrebbero di più. Ma siamo realisti. Cinesi e arabi non se ne vedono e non so se per noi del toro una soluzione di questo tipo sia gradita (che nella maggior parte dei casi non è se non un Zamparini 4.0 ….!), faccendieri ce ne sono fin troppi. Allora teniamoci Cairo. Ha la testa sulle spalle (alcuni dicono troppo) e gestisce oculatamente. Non farà mai pazzie ma credo che un pò alla volta i risultati vorrà ottenerli, dubito che uno della sua caratura si tenga una squadra per vivacchiare. Non sarà mai CL, ovvio (e purtroppo!!). Ma la domanda è: possiamo permettercela? la storia ce lo dovrebbe, ma la realtà e tutt’altra cosa. ma vale più una CL con capitali cinesi dei quali non si sa la provenienza o una coppa italia vinta tra Fila e sacrifici?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torogranata - 2 settimane fa

      Che significa che non possiamo permetterci la CL,questo anno col quarto posto si ci va e l’Atalanta è arrivata quarta la scorsa stagione,che fa rinunci?
      Se intendevi vincerla neanche i gobbi riescono a farlo,ma parteciparvi significano grossi introiti che magari ci permettono di fare il salto di qualità per poter partecipare in Europa ogni anno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Fabius - 2 settimane fa

    La solita farsa
    ci sono 100 milioni in ballo e non viene scritto nel contratto entro quando deve pervenire offerta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabio.operto@libero.it - 2 settimane fa

      Beh, di per se non è un’offerta ma un costo: la società può benissimo non prendere più in considerazione offerte dopo una data “X”, ma se Belotti decide di andarsene in una squadra che versa i 100 Mln, questo può avvenire in qualsiasi momento…paradossalmente, anche a Novembre (con Belotti che rimarrebbe fermo fino alla prima finestra utile per il tesseramento).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. BAVARO GRANATA - 2 settimane fa

    cairo non sta più nella pelle perché teme di non riuscirlo a venderlo ………

    IILgallo da serio professionista non parla e non fa dichiarazioni .ma si presenta per il raduno pur essendo esentato per qualche giorno.

    situazione di difficile interpretazione….. per me alla fine lo vende ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torogranata - 2 settimane fa

      Non sono d’accordo,si venderlo ora significa incassare 100milioni che tra l’altro non potranno essere tutti investi per vari motivi.
      E poi tenerlo con noi secondo me giova a lui e ovviamente anche a noi,a meno di un grave infortunio che non gli auguro,se fa un’altra stagione come l’ultima e un gran mondiale si può benissimo aumentare la clausola a 150 milioni e lo acquisteranno ugualmente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. LoviR - 2 settimane fa

    Pres non cercare di scaricare al gallo il protrarsi della dead-line!
    Ma non avevi già detto il 30 giugno ?
    Si dimentica in fretta ehehe!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pao73 - 2 settimane fa

      infatti.
      io ricordavo le parole: “il primo giorno del ritiro”.
      quindi se non erro: questo venerdi!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pertiga! - 2 settimane fa

        Credo che in cuor suo Cairo voglia fare il colpo da 100 milioni e la dead line servirebbe solo ad accelerare i tempi visto che le formazioni estere che potrebbero portarselo a casa si stanno riducendo(restano solo chelsea e psg mi sembra come uniche possibili soluzioni..)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Torogranata - 2 settimane fa

          Ce anche il Milan possibile acquirente,e dalle ultime notizie pare che siano tornati i nomi di Niang e Zapata il difensore come richieste da parte nostra,non vorrei che sia stato fatto già tutto con il Milan da tempo per il Gallo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. CUORE GRANATA 44 - 2 settimane fa

            Anch’io comincio a pensare che alla fine della fiera il Gallo andrà al Milan in quanto: 1 Verrebbe a cadere la famosa clausola valida solo per l’estero 2 In tal modo Cairo non smentirebbe se stesso chiudendo l’operazione a mio avviso intorno ai 70/75 MLN. che e’ poi la valutazione più realistica 3 Il pagamento verosimilmente avverrebbe con una quota cash ed il resto spalmato su più esercizi (tutto fieno in cascina) 4 Dal Milan potrebbero arrivare Niang in prestito(l’esterno cercato) oltre ad uno tra Paletta e C. Zapata con formula da definire(il centrale cercato).5 Con il cash Belotti oltre a quanto ha già in cassa ed a qualche cessione prenderà D. Zapata andando incontro più o meno alla richiesta del Napoli oltre ad un’altra punta (Falcinelli?) e ad un centrocampista. 6 In tal modo farà la quadratura del cerchio e vedremo se la formazione che si andrà ad allestire sarà più competitiva di quella dello scorso campionato.

            Mi piace Non mi piace
    2. Luke90 - 2 settimane fa

      La dead-line era l’inizio del ritiro (a Bormio). Io ricordo così …

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy