Torino, è giusto crederci: Maksimovic prende per mano la squadra

Torino, è giusto crederci: Maksimovic prende per mano la squadra

Le parole / Il difensore granata ha detto di essere pronto per un nuovo inizio, dopo il rodaggio post infortunio, dicendo che il Toro non è finito

Makismovic

Il Torino sta affrontando un momento di crisi importante, dato che nelle ultime 10 partite ha visto i tre punti soltanto in una occasione, contro il Frosinone in casa: nelle altre partite ci sono stati 4 pareggi e ben 5 sconfitte. Perciò, come abbiamo analizzato in questa settimana, è necessario scuotersi, ritrovare quella buona condizione di forma anche e soprattutto dal punto di vista psicologico. Il Palermo può (e deve) essere il punto di ri-partenza per i granata.

MAKSIMOVIC – Il difensore serbo ci crede, il Toro può riprendersi, senza alcun dubbio, dicendo a La Stampa: ” Il problema della squadra è la personalità: se si sbaglia un passaggio o un gol, si deve reagire, ma non abbattiamoci anche se i risultati sono negativi. Siamo un bel gruppo, che si guarda in faccia nello spogliatoio per trovare la soluzione a questo momento. Ogni giorno proviamo a fare uni step più avanti, ma quando non va… L’importante è credere in noi stessi e alzare la testa: il Toro e il campionato non sono finiti. Ci serve una bella vittoria“.

Maksimovic
Nikola Maksimovic nel match casalingo contro il Chievo

RIPRESA – Perciò, per ritrovare la vittoria, per ritrovare l’entusiasmo, bisogna restar uniti, e cercare di non trovare un responsabile del momento negativo, ma impegnarsi per riacciuffare la strada giusta. Chi può prendere la squadra per mano sono quei giocatori con esperienza della squadra granata, come lo stesso Maksimovic, che è cresciuto moltissimo nelle ultime stagioni sotto i dettami di Ventura. E la sua carica è tanta: “ Voglio tornare al più presto al 100%. Non sono ancora lo stesso di prima, ma domani a Palermo comincerà il mio campionato. Sono stato tre mesi con le stampelle, adesso il rodaggio è terminato e posso ripartire bene. Ora sono più forte, soprattutto con la testa“.

Dunque la prova del nove è già domani, con il match del “Barbera”, più importante che mai: non sono necessari solo i tre punti, ma sarà necessario ritrovare un bel gioco, come dimostrato di poter fare in svariate occasioni. La personalità i granata ce l’hanno, e ora è il momento di uscire dal guscio.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. csko69 - 1 anno fa

    speriamo che queste parole siano vere, che lo spogliatoio sia unito e che lo dimostrino domani…assolutamente partita da non perdere domani, non facciamo scherzi…SEMPRE FORZA TORO!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Emanuele886 - 1 anno fa

    Sarà ma intanto il Frosinone ora è a 6 punti e la classifica comincia a essere un pochino preoccupante!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy