Torino e Lazio, a centrocampo il gap è enorme: da qui occorre ripartire

Torino e Lazio, a centrocampo il gap è enorme: da qui occorre ripartire

Il duello in panchina / Il tecnico laziale imbriglia il Toro a centrocampo, dove la qualità dei biancocelesti ha fatto la differenza

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17

Quanti dolori a centrocampo per il Toro. I granata sono usciti sconfitti dal posticipo della 34esima giornata di Serie A. La Lazio vince per 1 a 0 espugnando lo Stadio Olimpico. I granata trovano la seconda sconfitta consecutiva in campionato, in una stagione piena di rimpianti. Simone Inzaghi è riuscito a mettere in campo una squadra quasi perfetta ieri e se non fosse stato per Sirigu, il match avrebbe potuto avere un risultato molto più largo. Il tecnico laziale ha sicuramente vinto il confronto contro Mazzarri, il quale sperava che i suoi giocatori si trovassero in una condizione atletica migliore.

CONDIZIONE FISICA – La squadra granata è arrivata scarica al match contro la Lazio. La sconfitta di Bergamo ha sicuramente influito sulla concentrazione e la determinazione dei giocatori che, fino ad una settimana fa, speravano ancora di poter raggiungere la qualificazione in Europa League. Il Torino è entrato in campo demotivato e sulle gambe, probabilmente complice una condizione fisica non all’altezza. Mazzarri ha provato a rilanciare Edera dal primo minuto, anche a causa dei recenti acciacchi sofferti da Iago Falque, ma poi lo ha sostituito arrivati all’ora di gioco: il suo cambio lascia perplessi soprattutto perché fino a quel momento era sembrato uno dei granata più in partita. A partita in corso gli ingressi dello spagnolo e di Niang, con il passaggio di Ljajic in mediana per un Toro totalmente a trazione anteriore, non hanno portato ad esiti positivi. Inzaghi, invece, ha trovato grandi risposte dai suoi anche dopo l’infortunio di Immobile. Ha inserito Caicedo che, grazie alla sua fisicità, ha messo in grossa difficoltà i difensori granata nonostante due errori sottoporta. In generale la squadra di Inzaghi è certamente più pimpante, motivata a chiudere subito la pratica a Torino, un campo storicamente ostico per i biancocelesti, per mettere la freccia sull’Inter, spedendo i nerazzurri a meno quattro dal quarto posto.

QUALITÀ E QUANTITÀ – Tatticamente parlando, la Lazio ha vinto la gara di ieri a centrocampo. La decisione di tenere Felipe Anderson in panchina e di avere una squadra a minore trazione offensiva, poteva essere considerato come un azzardo da parte di Inzaghi, anche in virtù del fatto che questa era una gara assolutamente da vincere per i suoi giocatori. Ma la decisione di giocare con un regista e due mezzali ha premiato i laziali. Milinkovic-Savic ha spadroneggiato fra le linee, Murgia grazie ai suoi inserimenti si è reso pericoloso più volte e Leiva – tra i migliori in campo ieri – ha regalato cioccolatini ai suoi compagni. Il regista brasiliano è stato superbo nelle due fasi, neutralizzando Ljajic e facendo ripartire l’azione, per arrivare anche a concludere in area avversaria. RinconBaselli sono in debito d’ossigeno e sono arrivati stanchissimi alla fase finale del campionato; in panchina non c’era Obi, vittima dell’ennesimo infortunio. Un giocatore dalle caratteristiche di Acquah non era utile una volta che si doveva recuperare il risultato, mentre Valdifiori è da tempo fuori dai radar di Mazzarri. La qualità dei giocatori biancocelesti a centrocampo ha fatto la differenza, sebbene Luis Alberto non fosse in serata, unitamente alla superiorità numerica nella zona centrale che ha permesso alla Lazio di mettere più volte i suoi uomini davanti alla porta difesa da un superbo Sirigu. Come già successo contro l’Atalanta, dunque, è nella zona nevralgica della mediana che il Toro non ha retto il confronto con gli avversari. Nella costruzione della nuova squadra, è probabilmente dal reparto di mezzo che si dovrà partire.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. policano1967 - 6 mesi fa

    il toro nn ha perso la partita a centrocampo.perderla vuol dire lottato ma gli altri si son rivelati superiori.il toro nn ha il centrocampo dall epoca ventura.ovvero ha centrocampisti ma tecnicamente son piu scarsi di alcuni difensori.quindi paragone improponibile.e stato inserito rincon.gran lottatore ma lento e a volte impcciato.baselli na frana.sembra un bambino che gioca con gli adulti nn si vede mai.su obi e acqua stendo un velo pietoso.se hai sta gente in squadra e chiaro che sei da decimo posto,anzi e gia tanto esserci arrivati.aggiungici molinaro de silvestri e il povero moretti e il cerchio si chiude.annata da dimenticare per belotti e lialiic ed ilcerchio e chiuso.ti restano iago sirigu e nkulu.possono questi 3 sopperire a tutti gli errori fatti quest anno?nn credo.toro da rifondare.ma se si rifonada con petrachi la usica nn cambiera mai.serve uno competente e nn un lecchino.giocatori da toro e nn il niang di turno per intenderci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. WGranata76 - 6 mesi fa

    Il nostro centrocampo vale metà di quello della Atalanta, figuriamoci quanto vale paragonato alla Lazio che ha il centrocampista più forte di tutta la serie A, dopo Rafinha..
    La Lazio ha tenuto Milinkovic, comprato Leiva e atteso con intelligenza l’esplosione di Luis Alberto. Inoltre ha due signori veterani con Lulic e Parolo, ma di cosa stiamo parlando??
    Noi abbiamo Valdifiori, Rincon inutili, poi Acquah che ha i piedi di ghisa e Obi con i muscoli di pastafrolla. Unico che si salva è Baselli che non a caso è richiesto da Milan e la stessa Lazio. Il ritorno di Lukic servirà, ma non basterà comunque.
    Servono due mediani uno promettente e uno affermato ed esperto quindi almeno 20 milioni di spesa in mediana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. policano1967 - 6 mesi fa

      non concordo su baselli.so tanti anni che lo abbiamo.e uno che ti fa 3 partite buone a campionato quindi vuol dire che e un giocatore anonimo.nn ha fisico e ne fiato.tutto potrebbe fa tranne il centrocampista.per me e bocciato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. morassut.maur_896 - 6 mesi fa

    Riassumendo: centrocampo di qualità scadente, grazie alla cervellotiche scelte di miha avallate dalla società, + preparazione atletica disastrosa fatta dallo staff del serbo. Secondo voi di chi è la colpa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 6 mesi fa

    sceglia TN, la maggior parte dei tifosi era preoccupata a settembre, col modulo a 2 non avevamo centrocampo.
    poi abbiamo amazzato (beh, miha) Baselli tra insulti e farlo giocare fuori posizione.
    abbiam preso rincon che ha deluso a palla.
    abbiamo tenuto acquah che era richiesto in serie b inglese…
    abbiamo dato via lukic e ci siamo tenuti valdifiori in canfora

    barreca non sa difendere, molinaro e’ alla fine della carriera da 2 stagioni, de silvestri non sa difendere o crossare.. ma dove andiamo? ma che scrivete da un anno?

    si e’ ripigliato baselli, obi gioca bene quei 60 minuti quando non e’ infortunato o non si infortuna

    cairo cambiano gli allenatori e i proclami ma il centrocampo non l’ha MAI curato!!!

    MAIIII

    andate a cacare pure voi schiavi di RCS!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FaustoGranata - 6 mesi fa

    che siamo carenti a centrocampo lo sapevamo da inizio stagione quando il mister precedente aveva una concezione tutta sua di affrontare le partite , con un paio di centrocampisti buttati li in mezzo nel 4-2-3-1 che poi sono stati sempre sovrastati da tutte le squadra di pari livello (figuriamoci superiori..) , fortuna nostra è che la metà delle squadre in serie A sono veramente indecenti ed impresentabili…il grave errore , se così vogliamo chiamarlo , è stato perseverare con gli stessi e puntare tutta la campagna di riparazione su un giocatore (Donsah) che cmq non sarebbe stato sufficiente e non è arrivato tra l’altro..Ma stiamo sempre a dire le stesse cose , tutti sanno ma nessuno risolve i problemi , siamo di fronte ad una società che non si prende le responsabilità ma solo i meriti … credo che ormai però , abbiano le stagioni contate , un’altra stagione fallimentare come questa , perchè tale è stata , peserà molto sulla stabilità di tutto il tifo … io sinceramente non ce la faccio più a vedere il Toro in campionati così anonimi .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. enricolai68@gmail.com - 6 mesi fa

    VENDERE QUASI TUTTI PELOTTO X PRIMO !!!
    IN CAMPO CON LA PRIMAVERA !!!
    ANZI NO SCUSATE CON LA BERETTI !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. SiculoGranataSempre - 6 mesi fa

    Probabilmente… Cos’è un eufemismo? Ma cosa serve ancora per capire che siamo decimi perché abbiamo un centrocampo da lotta serie B e portiere, difesa (i centrali) e attacco,da 6-7 posto! Dovremmo urlare ogni giorno che serve la rifondazione del centrocampo e un esterno piede e corsa… Ogni giorno sino a settembre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. andre_football - 6 mesi fa

    Deve essere rifatta un pò tutta la squadra, non solo il centrocampo; non si può puntare su giocatori a fine carriera o scommettere su persone che in altre squadre hanno deluso.
    Si prendano il tempo che serve, programmandosi bene; come tifoso ho ormai la nausea nel vedere da anni giocatori scarsi, poco motivati e soprattutto poco intelligenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. abatta68 - 6 mesi fa

    Giocatori come vasellina e rincon nella Lazio giocherebbero una decina di partite all’anno… Ma non perché siano scarsi, ma perché dovrebbero competere con altri 2-3 giocatori di livello europeo. Il problema nostro é che questi sono i titolari… Figuriamoci i rincalzi! Obi, valdifiori, acquah, gustaffson, lukic non ne fanno mezzodì leiva e non possono giocare in una squadra che ambisce all’Europa. Occorre investire in due nomi importanti in mezzo al campo e avere un esterno di destra capace di saltare l’uomo, altrimenti il 3-5-2 di Mazzarri non potrà che ridursi al 7-1-2 visto in queste ultime partite, giocate contro squadre con lo stesso modulo, ma con uomini di caratura ben diversa, sia dal punto di vista tecnico che fisico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 6 mesi fa

      …scusate, Baselli è diventato vasellina… ma non era voluto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. magnetic00 - 6 mesi fa

        ma è un nomignolo simpatico

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy