Torino e Maxi Lopez: obiettivo continuità con il Milan nel mirino

Torino e Maxi Lopez: obiettivo continuità con il Milan nel mirino

Verso Torino-Milan / L’attaccante argentino ha mostrato diversi progressi nelle ultime due uscite stagionali e la concorrenza con Belotti può essere uno stimolo in più

1 Commento
Maxi Lopez, Carpi FC v Torino FC - Serie A

Un giocatore ritrovato, un attaccante che scalpita per tornare ad essere il trascinatore dell’anno scorso. E’ sicuramente questo il miglior modo per descrivere la situazione di Maxi Lopez dopo le ultime due uscite stagionali.

Partito leggermente in sordina, complice una condizione fisica iniziale non eccelsa e il ballottaggio con il neo arrivato Belotti (destinato a perdurare per tutta l’annata in corso), contro Palermo e Carpi El Galina ha lanciato degli inequivocabili segnali di ripresa. In occasione della sfida con i rosanero, infatti, evidente è stato il suo zampino nella dinamica dell’autogol di Gonzalez che ha dato il la al successo degli uomini di Ventura, al pari del suo contributo con lo splendido assist per il meraviglioso raddoppio volante di Benassi.

Maxi Lopez
Maxi Lopez esulta in Torino-Palermo

Altrettanto convincente, nonostante il risultato negativo, è stata la prova offerta in quel del Braglia. Di fronte al Carpi, il classe ’84 è sicuramente stato il migliore del reparto avanzato, lottando fino alla fine e procurandosi e realizzando il rigore dell’1-2. Non è bastato per evitare la seconda sconfitta stagionale, ma giunti a questa sosta il Toro può tranquillamente affermare di possedere una certezza in più: Maxi c’è e, come si suol dire, ora ha voglia di spaccare la porta con la sua prima rete stagionale su azione.

Maxi Lopez impegnato nella sfida interna contro la Fiorentina
Maxi Lopez impegnato nella sfida interna contro la Fiorentina

In tal senso, la concorrenza con un Belotti ancora poco inserito negli schemi di Ventura non può che rappresentare uno stimolo in più per il centravanti argentino. Che sia dal primo minuto o a gara in corso, il suo apporto può sempre risultare decisivo: sabato prossimo contro il suo ex Milan sarà tempo di ulteriori conferme.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Papa Urbano I - 2 anni fa

    Maxi oggi per il TORO è fondamentale…+ di Quaglia…è l’ unico giocatore del TORO che riesce a tenere su palla e far ripartire la squadra…Belotti ha 21 anni…guardi bene in allenamento Maxi…e diventerà in 1 o 2 anni il titolare della Nazionale Italiana…come lo è stato fino a qualche mese fa della nazionale Under21…con 9 goal in 18 partite…cmq Ventura 3 cambi li fa sempre…e anche in 30 minuti si può essere decisivi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy