Torino, è ora di voltare pagina: adesso c’è la Juventus

Torino, è ora di voltare pagina: adesso c’è la Juventus

Verso il match / Adesso i granata possono rialzarsi per guardare il futuro: il match contro i bianconeri è molto importante

Juventus

Basterebbe solo dire Torino-Juventus per far capire l’atmosfera che si respira (e si respirerà) nella città di Torino in questi giorni. Le due squadre si possono mettere attualmente su due piani a dir poco opposti, con gli uomini di Allegri in testa al campionato dopo una lunga salita, e quelli di Ventura in grave difficoltà alle prese con una deprimente discesa. Ma, sono anni che si sa, il Derby annulla tutto (teoricamente): non si possono e non si devono dimenticare le grandi qualità che la Juventus possiede e tanto meno dimenticare le lacune del Toro, ma occorre essere positivi e trasmettere tranquillità, soprattutto allo spogliatoio.

PARTITA SECCA – Sarà per l’ennesima volta una partita da giocare come una finale, intesa come partita che può dare un senso al campionato 2015/2016. Se il Torino dovesse perdere anche il confronto diretto contro i cugini, si troverebbe di fronte a problemi molto grandi, soprattutto (ancora una volta) dal punto di vista mentale. Sembra banale ma serve una vera e propria svolta, in modo tale da scacciare definitivamente le preoccupazioni e raddrizzare la stagione corrente, che ha regalato ai granata più delusioni che soddisfazioni, nonostante i buonissimi propositi con i quali era cominciata. Occorre dimenticarsi della grande forza della Juventus e riuscire a creare una Forza granata.

Juventus
Cesare Bovo, autore dl gol nel Derby di andata terminato 2-1

OCCORRE UNITÀ – Ancora una volta sarà necessario: il Torino, se vuole rialzarsi davvero, ha bisogno di rialzarsi con la forza di ogni giocatore, e dell’allenatore, come dei tifosi: per sconfiggere la Juventus servirà una grande unità, per sopperire alle evidente discrepanze tecniche che ci sono tra le due squadre della medesima città. Se il toro sarà unito non vincerà con certezza, ma avrà una grande opportunità di giocarsela fino alla fine, e prendersi una giusta rivincita per le due sconfitte arrivate in altrettanti Derby quest’anno: è ora di rialzarsi, e quale partita migliore se non la stracittadina per farlo.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. fabrizio - 1 anno fa

    questa e’la 30 volta che giriamo pagina, ma la storia e’sempre la stessa… Che libro delle palle da leggere quest’anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pingo - 1 anno fa

    Una volta il derby era una partita a sé e si annullavano le differenze. Negli ultimi anni le differenze si vedono tutte…. purtroppo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Atanor - 1 anno fa

    Meglio. Bravo :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. angelboy79 - 1 anno fa

    Sì altro che voltare pagina…sarà un altra legnata da fuoco…e non potete immaginare quanto mi piange il cuore a dire certe cose…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Nick - 1 anno fa

    redazione non credo la parola unità sia quella giusta. i nostri giocatori sono uniti solo che corrono come dei caproni (scusate ragazzi). invece la parola giusta é testa. non ce l’hanno. ed é questa la grande differenza coi pigiamati i quali invece hanno proprio quella unita alla forza muscolare. dico solo che faccio il conto alla rovescia per le giornate che mancano alla fine del campionato e dei punti che mancano per salvarci, ammesso che riusciamo a farli. ma tranquilli, il nostro allenatore non é preoccupato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ddavide69 - 1 anno fa

    A forza di voltare pagina si finisce il libro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy