Torino: è un Carpi simile a quello dell’andata, ma la difesa è più solida

Torino: è un Carpi simile a quello dell’andata, ma la difesa è più solida

Focus On / La squadra di Castori si è modificata poco dall’ultimo incontro con i granata, nel reparto arretrato

Carpi-Torino difesa

Il Torino, domenica prossima, affronterà la squadra che si trova al diciannovesimo posto in classifica, vale a dire il Carpi. I granata hanno ritrovato il successo dopo un lungo periodo di digiuno, nel quale c’era una confusione soprattutto psichica per gli uomini di Ventura. All’andata il Toro incappò nella prima sconfitta grave (la seconda stagionale), dopo la quale i granata furono più in difficoltà in campionato. Domenica prossima, invece, la squadra di Castori non sarà particolarmente differente, soprattutto in difesa.

DIVERSI INTERPRETI – Nel Carpi ci sono diversi giocatori che si scambiano di partita in partita, ma alcuni sono rimasti fissi: è l’esempio di Gagliolo che, salvo imprevisti, dovrebbe essere un protagonista del match contro i granata. Un altro esempio è Simone Romagnoli, centrale difensivo che nella partita d’andata col Torino non fu presente, ma che ora si è ritagliato un posto importante nella squadra mettendosi sempre a disposizione dell’allenatore. A loro si è integrato bene anche Bubnjic, che fu titolare nel match contro i granata, mentre un nome nuovo è Poli, che può essere molto utile al Carpi.

Benassi, difesa
Il match di andata tra Capri e Torino, terminato 2-1 per gli uomini di Castori

DIFESA SOLIDA – All’inizio del campionato 2015/2016, il Carpi subì tanti, troppi gol. 23 marcature nelle prime 10 partite furono una sentenza per la squadra di Castori, che si trovò ai margini di questa Serie A, spesso in zona retrocessione, davanti soltanto al fanalino di coda Verona. Però, adesso, non è più così grave la situazione del Carpi: è ancora al diciannovesimo posto, ma ci sono stati dei segnali importanti di cambiamento, partendo dai gol subiti. Infatti i giocatori di Castori hanno subito un numero nettamente inferiore di marcature, arrivando ad avere un passivo di 10 gol subiti nelle ultime otto partite: in questi match sono riusciti a conquistare anche due vittorie e tre pareggi, sconfitti soltanto dalle squadre prime della classe come Fiorentina, Napoli e Roma, ma giocandosela con tutte fino alla fine.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    boh?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rossogranata - 1 anno fa

    siete delle teste di cazzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rossogranata - 1 anno fa

    In futuro comunque Mister Ventura potrà provare Farnerud al posto di Vives come play-maker della squadra.Infatti lo svedese ha una ottima visione del gioco ed inoltre non disdegna negli “affondi”. E inoltre nei calci d’angolo dobbiamo ricordarci che Glik segnava quando arrivavano sulla sua testa quelli tirati da Farnerud. Per questo che il polacco non ha più segnato. In conclusione direi visto il suo recupero e l’impossibilità di andare avant con Vives il quale non è eterno, speriamo di completare il “rinnovo” in atto con tutta la squadra anche con questo ultimo innesto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy