Torino, è un Moretti ormai indispensabile

Torino, è un Moretti ormai indispensabile

Focus On / Il difensore è stato granitico contro il Palermo, escludendo il gol subito: serve ancora tanto a Ventura

Moretti

Il Torino, ormai è chiaro, ha bisogno di ritrovare il successo di fronte al proprio pubblico, anche perché in questo modo la squadra granata riuscirebbe a dare continuità alla prestazione molto buona di Palermo. Ci sono dei punti e dei giocatori quasi fondamentali per questo Toro, che per ripartire ha bisogno di una prestazine solida e granitica anche contro il Carpi, una squadra in ripresa e che ha dimostrato di essere molto attiva, nonostante la piena zona retrocessione. Un uomo su cui puntare senza ombra di dubbio è Emiliano Moretti, difensore cardine soprattutto nel match di domenica scorsa.

L’ETÀ NON CONTA – Lui è assolutamente incurante: i suoi (quasi) 35 anni non lo stanno minimamente fermando, anzi. Ha dimostrato di poter essere affidabile, sicuro su ogni pallone e talvolta anche preciso in impostazione. Nella difesa di Giampiero Ventura, Moretti è senz’altro un giocatore indispensabile nell’economia della squadra intera, soprattutto in vista del match contro il Carpi, che sarà molto fisico e determinante: proprio come è stato preciso su Vazquez, escludendo l’azione del gol subìto fulmineo, dovrà essere in grado di farsi valere anche con il reparto avanzato della squadra di Castori.

Moretti
Emiliano Moretti, esperto difensore della squadra granata

PREOCCUPANTE – Ma questa situazione, da un certo punto di vista è preoccupante: il motivo è noto, perché Moretti non potrà giocare per sempre, e occorre trovare un valido sostituto che gli permetta, magari, di rifiatare, dato che il difensore è stato uno dei più presenti dall’inizio di questo campionato. Una soluzione potrebbe essere Gaston Silva, con il rischio di trovarlo fuori posizione o ancora acerbo. Però una cosa è certa, ovvero che Moretti è ancora utilissimo alla truppa di Ventura, e lo sarà quasi sicuramente contro il Carpi di Fabrizio Castori.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto Fava - 1 anno fa

    L’unico neo è l’età …purtroppo.
    Per noi.
    Forza Emiliano!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. aterreno - 1 anno fa

    Beh Silva e’ un naturale sostituto, anche se Ventura continua a schierarlo al posto di Molinaro/Avelar

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Toro - 1 anno fa

    Grande Highlander Moretti!!! Quando sarà ora di sostituirti sarà una bella bega per noi. Forse sarà l’occasione giusta per cambiare modulo e tornare alla difesa a 4

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dbGranata - 1 anno fa

    Di Moretti solo una cosa non capisco: è immortale? No perché sono 3 anni che non lo smuovi di un centimetro, sempre perfetto e impeccabile. Credo di avergli visto fare 2 o 3 errori grossi in 3 anni… mitico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Toro - 1 anno fa

      Si davvero, io l’ho ribattezzato Highlander Moretti da quando si ruppe il menisco, si operò e dopo una settimana/10 gg. tornò già in campo.. Altro che Avelar, 4-5 mesi per recuperare dalla rottura di un menisco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy