Torino e Ventura: da quello striscione all’Empoli, e un futuro ancora da scrivere

Torino e Ventura: da quello striscione all’Empoli, e un futuro ancora da scrivere

Ultimo atto / I granata, al Castellani, respirano aria di addii. La guida tecnica è ancora in bilico, ma la società smentisce

16 commenti
Torino-Carpi, striscione

Era il 21 febbraio quando, pochi minuti prima dell’avvio di Torino-Carpi, dal terzo anello dell’allora stadio Olimpico veniva calato uno striscione inequivocabile, in uno dei momenti più difficili della stagione granata (la sfida contro gli emiliani si sarebbe conclusa 0-0): “15 maggio: l’avVentura è finita…grazie mister”.

E quel 15 maggio è arrivato: oggi, contro l’Empoli, il Torino infatti si giocherà l’ultima partita della stagione, ma quel che più interessa sono i possibili addii che questa partita potrà consegnare agli almanacchi. Tra i giocatori qualche pezzo di grosso calibro partirà sicuramente (Peres, Maksimovic e Glik su tutti, con il capitano a forte rischio), ma i dubbi permangono anche sul futuro della guida tecnica della squadra: dopo cinque anni, il futuro di Ventura non è mai stato così in bilico. I risultati certo non hanno aiutato, e anzi hanno fatto riflettere su un’assenza di motivazioni e sulla necessità di trovare nuovi stimoli per proseguire il cammino insieme.

Ventura, Infortuni

Ventura, anche alla vigilia dell’ultimo match, è stato chiaro (“Il problema non mi sfiora”). I recentissimi risultati – nel complesso positivi – sembrano aver rimesso sulla stessa lunghezza d’onda squadra e società, con le alte cariche della società (Cairo e Petrachi) che, dopo qualche tentennamento di troppo, paiono aver ricominciato a remare nella stessa direzione, quella che vede vincere ancora una volta la continuità del progetto. Tuttavia, niente è ancora scritto: se, infatti, le pressioni della panchina azzurra sembrano essersi fatte più deboli, con altri nomi saliti alla ribalta – leggasi Montella – non è tuttavia sopito l’interesse mostrato da altre società sul profilo di Ventura (leggasi Atalanta e Cagliari). E anche per il futuro granata le idee non mancano. In caso di addio, il sogno è Mihajlovic, ma altre strade non sono ancora chiuse. Quella di questa stagione lo farà oggi ad Empoli. Ma per capire se, in questo 15 maggio, l’avVentura sarà davvero finita, bisognerà attendere ancora.

16 commenti

16 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. LUCAT - 1 anno fa

    Tanti nomi e, sinceramente, poco di quel gioco arrembante e spettacolare di coloro che vorrebbero un cambio in panchina.Qui mi soffermo su Eusebio Di Francesco. Ha decisamente stoffa e i risultati citati lo testimoniano (sarei contento e fiducioso). Insieme a due dati: tre anni di lavoro in un ambiente (società e tifoseria) ambizioso e volitivo quanto paziente e silenzioso; una reale e concreta applicazione della così detta ‘politica dei giovani’; un mercato di qualità in crescendo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Brawler Demon - 1 anno fa

    Forza Mister, di “Gasperini” non ne vogliamo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. aterreno - 1 anno fa

    AvVentura finita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. policano1967 - 1 anno fa

    concordo con chi dice che sinisa piaccia piu per temperamento e carattere.come tecnico nn mi entusiasma piu di tanto,pero e chiaro che se fosse lui il nuovo che avanza nn lo si puo giudicare gia da ora.nn e detto che nn resti ventura anche se personalmente spero nn sia cosi.con lui sarebbe lo stesso monologo gia visto quest anno,tic e toc e palla indietro.molti profeti lo osannano per il suo gioco…. da fermo.ai miei tempi si chiamava catenaccio e contropiede.da premettere che nn e l unico colpevole vista la gente che e arrivata(inutile elencarli li sappiamo)e di quelli gia in rosa.la sua colpa immensa e che……come fa uno che vuole giocare con il 352 a nn avere esterni di ruolo in rosa?e mi inventa molinaro esterno..questo va fuori dalla logica del calcio semplice.tempo fa dissi che avrei preferito uno come juric del crotone,fa giocare la squadra sia al centro che sugli esterni….e li fa correre di brutto,cosa sconosciuta al toro.chiaro che per far gioco ci vogliono buoni giocatori,ma anche gente vogliosa che abbia voglia di lottare e correre.la cosa che mi auguro,qualunque fosse l allenatore del prossimo anno e di nn rivedere il torello senza attributi di questo campionato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    Anch’io la penso come chi sospetta che Cairo stia aspettando un’eventuale chiamata di Ventura in Nazionale per decidere il futuro allenatore. E non è una bella notizia. Meglio sarebbe chiarire fin da oggi se sarà Ventura o no l’allenatore del Torino.
    Per quanto riguarda Sinisa, piace per carattere e grinta, ma tatticamente non lo ritengo un grande allenatore. Preferirei Di Francesco, ma è un sogno, o Longo, ma forse è presto per lui. Diversamente, piu’ o meno uno vale l’altro (incompetenti a parte)
    Una nota sul famigerato processo di crescita: Il Sassuolo ha fatto 34 punti il primo anno di A, 49 punti il secondo anno, e 61 punti quest’anno. Gioca con tanti italiani, ha uno stadio di proprietà e l’anno prossimo sara’ ancora piu’ competitivo per giocare le coppe.
    Questo è un processo di crescita…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vandekorput - 1 anno fa

      quindi l’anno prossimo o vince lo scudetto e europa league oppure i tifosi chiederanno a gran voce di mandare via di francesco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

        No, vabbe’..pero’ mi sembra indiscutibile la crescita del Sassuolo. E lo sottolineo solamente perché in questi anni Ventura si è sempre autoproclamato salvatore della patria, a differenza di Di Francesco, che piu’ o meno in silenzio ha lavorato con la società per costruire una squadra che a me piace, per i molti giovani italiani (in parte come noi) ma salendo sempre piu’ in classifica, a differenza nostra che abbiamo fatto un settimo posto (e non sesto) un nono e oggi un decimo o undicesimo o dodicesimo a seconda del risultato di Empoli.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. vandekorput - 1 anno fa

          autoproclamato? a me sembra che il mister abbia sempre dato il giusto merito a tutti, squadra, staff tecnico, dirigenza e tifosi se ora siamo ad un livello diverso da quello in cui eravamo 5 anni fa. Poi se ti devo dire la mia opinione la gran parte del merito va a lui e al lavoro quotidiano che ha fatto e che fa tuttora. Io apprezzo proprio il fatto che il gruppo è sempre rimasto compatto anche nei momenti di difficoltà, il Sassuolo, da questo punto di vista non ha fatto la stessa cosa visto che di francesco era stato esonerato, e poi richiamato. Poi sono sempre cresciuti, vero, ma voglio vedere cosa succederà anche da loro l’anno prossimo quando, come spero, dovranno gestire campionato ed EL, o quando i risultati non saranno all’altezza delle aspettative. Se a Monaco hanno criticato pep guardiola…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. aterreno - 1 anno fa

      Ottima analisi, concordo, chiaro, il Sassuolo ora e’ ad un bivio: vendere o continuare a salire?
      Lo scudetto non e’ nel budget PERO’ se vogliono possono andare in Europa.
      Io mi ricordo gli scudetti della Samp, del Parma, del Verona…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    Opinione personale: non è un solo giornale che ha scritto di contatti fra Mihajlović e la società, cito alcune fonti Tuttosport, Gazzetta dello sport, la Stampa, Sky, Mediaset, G.Di Marzio, ecc, ecc, com’è che tutti si sono inventati questi contatti: complotto nazionale per destabilizzare l’ambiente? Qualcosa c’è stato sicuramente, mi chiedo ma non sarebbe bene invece di aspettare la decisione di Tavecchio, (a europei conclusi, nel pieno del mercato) che la società pensasse agli interessi della squadra e non alla carriera di Ventura? Già la squadra è intuibile che avrà bisogno di diversi ritocchi, non sarà bene avvantaggiarsi? E mi chiedo come si fa a programmare il futuro dei prossimi due anni con un tecnico che ci può piantare in asso fra un mese?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. aterreno - 1 anno fa

      Se l’allenatore e’ a fine corsa va cambiato tipo stasera, per fare acquisti (e magari convincere qualcuno a restare)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. vandekorput - 1 anno fa

    Ventura ha detto chiaramente che il progetto prosegue, se così non fosse la società darebbe un segnale molto negativo dal punto di vista della credibilità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Scott - 1 anno fa

    Nessuno ha la sfera magica per sapere se il futuro sarà rosa (o granata) con o senza ventura. L’unica certezza sono le parole del mister che ha promesso di togliere il disturbo se i tifosi lo desiderano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. aterreno - 1 anno fa

      E’ anche vero che fa finta di essere ‘amato’ da un buon 95%, mentre i cojoni come me son qua a criticarlo su toronews a vanvera

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Brawler Demon - 1 anno fa

        Infatti non mi sembra che ci siano migliaia di tifosi che lo criticano…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Clozza - 1 anno fa

        Non tutti i cojoni scrivono…c’ e’ bisogno di aria nuova e fresca non ne posso piu’ di questo che ci fa’ giocare in questo modo,pronti via tre passaggi e palla a Padelli (deficiente come pochi) ma che cazzo di gioco e’ questo scusate ma perdo la pazienza quando sento che bisogna contunuare con Ventura e non venite a raccontarmi che e’ colpa dei giocatori…concludo che Mihailovic non mi piace con lui dopo poco lo spogliatoio si spaccherebbe in quanto dicono sia troppo severo ( spero di sbagliare) preferirei un allenatore italiano tanto peggio di quest’ anno non faremo…forza toro sempre

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy