Torino-Empoli 0-0: Lombardo e Martusciello pareggiano, perde lo spettacolo

Torino-Empoli 0-0: Lombardo e Martusciello pareggiano, perde lo spettacolo

Analisi / Il testa a testa tra le panchine non ha un vincitore, a danno dello spettacolo

1 Commento

Lo testimonia il risultato, lo ha visto chiunque abbia osservato anche di sfuggita la partita. Il tratto distintivo del match tra Torino ed Empoli è stata la noia, per la sostanziale incapacità delle due squadre di pungere l’avversaria in fase offensiva, generando una pressione concreta sulla metà campo altrui. Ci è riuscito in parte il Torino nella prima metà di gara, soprattutto sul finire della frazione, quando le combinazioni tra mezzali e terzini hanno portato da una parte e dall’altra (ma soprattutto a sinistra, dove l’asse Obi-Barreca ha funzionato molto bene) pericoli all’area empolese, la quale tuttavia non ha più corso rischi  nel secondo tempo, quando tutto il Grande Torino si aspettava l’incornata decisiva dei propri ragazzi.

E invece Bovo e compagni si sono disuniti, lasciando il pallino del gioco in mano ai toscani, che però si sono rilevati spuntati lì davanti, con Gilardino che ha deluso nel ruolo inatteso di sostituto di Maccarone e Saponara che non ha inciso. La prima mossa di entrambi i tecnici è stata quella di limitare le trame offensive avversarie, con i granata che hanno costruito un’ottima gabbia attorno al 10 empolese il quale raramente ha avuto l’occasione di ricevere palla tra le linee e puntare la porta, vera specialità della casa. Dall’altra parte il centrocampo granata sembrava riuscire attraverso il proprio fisico ad avere la meglio sui pari ruolo azzurri, ma con Acquah che si è spento alla distanza l’impatto è andato via via scemando, e i centrali di Martusciello, non irreprensibili, sono riusciti a contenere le avanzate sempre più flebili dei granata.

FC Torino v Empoli FC - Serie A

In sostanza, quindi, una partita vinta dalle difese, per la soddisfazione tattica dei due allenatori ma per il disappunto dei sostenitori che erano accorsi allo stadio alla ricerca di emozioni più forti di qualche chiusura ben eseguita. Per Lombardo e Martusciello è un pareggio al ribasso, ma chi ha perso di sicuro è stato lo spettacolo.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. miele - 4 mesi fa

    Ripeto: per noi tifosi l’aspetto principale della partita non è stata la noia: magari fosse solo questo! Il dramma è la pochezza della squadra. Riassumendo brevemente: nelle prime 4 giornate ci siamo scontrati con Bologna, Atalanta ed Empoli. Ora abbiamo 4 punti e siamo in piena zona retrocessione. Le prossime partite sono difficilissime. Detto questo, FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy