Torino-Empoli 0-0: Martinez, due occasioni divorate…

Torino-Empoli 0-0: Martinez, due occasioni divorate…

Primo tempo all’Olimpico / Il venezuelano divora due occasioni davanti a Skorupski. Empoli, traversa di Mario Rui

Martinez

Inizia Torino-Empoli, con Ventura che ripropone dal primo minuto Martinez (non succedeva da Chievo-Torino del settembre scorso), Gazzi (per la prima volta da Torino-Milan di ottobre) e soprattutto Maksimovic, l’uomo-mercato dei granata, al rientro dopo la frattura al piede di inizio settembre. In un clima di ostilità nei suoi confronti, Fabio Quagliarella si siede in panchina: a completare l’attacco granata c’è Andrea Belotti.

Il Torino si rende pericoloso al 5’: uscita sconclusionata di Skorupski su un tiro rimpallato, ma Peres non ne approfitta. Il predominio territoriale della primissima fase è granata, e al 14’ c’è Martinez liberato davanti al portiere da un buco di Barba: il venezuelano però spreca tutto con un tiretto che viene deviato sul fondo da Skorupski. Molinaro si fa ammonire con un’entrata evitabile su Costa, poi c’è la prima occasione per l’Empoli con Massimo Maccarone, che controlla e fa partire un destro a fil di palo (22’).

Alla mezzora il Torino trema:  un Gazzi generoso ferma Saponara con un fallo al limite dell’area. Va Mario Rui, che calcia benissimo e scheggia la traversa. Sale l’Empoli, che guadagna metri con personalità: Maccarone ha un’altra ottima chance in piena area di rigore ma svirgola col sinistro. Poi c’è un’altra punizione per l’Empoli, tirata male da Paredes. Ma il pallino del gioco è in mano ai toscani, col Torino che pensa a non lasciare varchi e poi ripartire. E a tratti i granata ci riescono. Un assolo di Peres sfrutta una punizione che Baselli calcia centrale; poi Maksimovic pesca Martinez in profondità, che di nuovo davanti a Skorupski manca il più facile dei goal.

Dopo una parata di Padelli su un tiro di Zielinski, finisce il primo tempo: pur senza strafare, i granata avrebbero potuto essere in vantaggio. Ma il risultato resta sullo 0-0, per l’inadeguatezza (fin qui) mostrata sottoporta da parte di Martinez.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nick - 1 anno fa

    questo giocatore va mandato in qualche altra squadra a farsi le ossa, non é da serie A. cmq non sono per nulla convinto che migliorerà ha solo corsa, il resto é nulla, ma spero di sbagliarmi. é sintomatico il fatto che nessuna squadra ce lo abbia mai chiesto….o mi sbaglio??? io dire che con ciro, maxi, andrea e fabio andiamo bene con un innesto a centrocampo buono. e al diavolo le brutte figure e i sentimentalismi, chi ha dovuto capire avrà capito, noi abbiamo bisogno di punti e in fretta, senno si retrocede….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Zio Fabri - 1 anno fa

    Martinez via subito… è sempre stato così, corre e si sbatte ma non è capace di centrare la porta.
    Diamolo in prestito e vediamo se impara, altrimenti…
    Non è possibile schierare un giocatore così…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rossogranata - 1 anno fa

    Non me la prendo con Martinez ma con Ventura che continua le sue scelte assurde evitando di mettere Maxi Lopez che il 99% dei tifosi granata cominciano a rompersli i c…..i !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 1 anno fa

      Ma che cavolo c’entra Ventura se Martinez è una pippa…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 anno fa

        Se Martinez è una Pippo, chi se ne deve accorgere? Mio nonno? Chi lo schiera, sempre mio nonno?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Theblizzard - 1 anno fa

    Martinez arriva sui palloni e li sbaglia clamorosamente , Quagliarella non ci sarebbe proprio mai arrivato mentre Maxi uno almeno lo avrebbe messo dentro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kathmandu Granata - 1 anno fa

      Maxi e l’unico che ha la cattiveria giusta anche pesasse 100 kili!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Veyser - 1 anno fa

        Ma ha pascolano per mezz’ora senza fare nulla…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy