Torino-Empoli, Acquah scalpita per riprendersi la mediana

Torino-Empoli, Acquah scalpita per riprendersi la mediana

Focus on / Con Benassi acciaccato, il classe ’92 potrebbe approfittarne: la missione è dare quella fisicità al centrocampo che è mancata contro l’Atalanta

1 Commento

Contro l’Empoli potrebbe arrivare il momento per Afriye Acquah, tenuto in panchina dal 1′ sia contro il Bologna, e sia contro l’Atalanta. Proprio nell’ultima sfida, il centrocampo granata ha risentito di fisicità e “peso”, andando clamorosamente in affanno contro i pariruolo orobici. Miha per la partita di domenica, cambierà qualcosa, e se Baselli (insidiato da Obi) e Valdifiori potrebbero nuovamente partire dal 1′, più difficile vedere in campo con la maglia da titolare Benassi, che ieri si è allenato solo in palestra.

Acquah, dunque, è il primo indiziato per sostituire l’acciaccato classe ’94, cercando così di mettersi in mostra favorevolmente agli occhi di Mihajlovic, che deve ancora trovare l’assetto finale di un centrocampo mostratosi fragile, e che dunque potrebbe cambiare di partita in partita a seconda degli uomini più in forma. Il ghanese classe ’92, dalla sua, si sta dimostrando molto in palla in allenamento, e nella partitella di ieri pomeriggio in Sisport, il possente mediano è stato provato nel centrocampo “pseudo-titolare” con Baselli e Valdifiori: ulteriore indicazione delle alte probabilità che ha Acquah di far parte dal 1′ della gara contro i ragazzi di Martusciello.

Proprio contro l’Empoli, inoltre, potrebbero risultare importanti le caratteristiche, tecnico-tattiche, ma soprattutto fisiche del giocatore: per fermare le incursioni di Saponara, ma anche le giocate di Jose Mauri e Croce, giocatori complementari nei toscani. Acquah, dunque, dopo i 90′ della prima giornata contro il Milan, aspetta ancora la sua prima da titolare – in questa stagione – davanti al popolo granata: domenica, alle 15, molto probabilmente sarà la sua occasione.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. FVCG'59 - 8 mesi fa

    Acquah lo vorrei sempre in campo! A me è sempre piaciuto: per grinta, volontà, impegno; non avrà piedi finissimi ma perché il preparatore tecnico non lo segue con esercizi dedicati a migliorarlo? (tipo Pulici con Giagnoni)
    Questo è una forza della natura e vicino a Valdifiori può fare solo bene: diamogli fiducia e facciamolo crescere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy