Torino-Empoli, i precedenti arbitrali di Maresca sono positivi: e i cartellini…

Torino-Empoli, i precedenti arbitrali di Maresca sono positivi: e i cartellini…

In passato / Il direttore di gara ha precedenti favorevoli ai granata, che però contano un rigore sbagliato e un cartellino rosso nell’ultima partita

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Incombe la 18ª giornata di Serie A, con il Boxing Day del 26 dicembre pronto a cominciare. Sono già stati scelti gli arbitri per le gare, e a dirigere la sfida tra Toro ed Empoli sarà il signor Maresca della sezione di Napoli: i precedenti con la squadra granata sono positivi, considerati i due successi nelle quattro sfide dirette, con una sola sconfitta e un pareggio.

Torino-Empoli, Maresca arbitrerà il Boxing Day. Banti non viene fermato

L’ULTIMO PRECEDENTE – Maresca ha arbitrato una gara in questo 2018 del Torino, nella passata stagione: i granata affrontavano il Milan, e la sfida terminò con un pareggio per 1-1. Quel match non è stato molto fortunato per il Toro, che ha visto Andrea Belotti sbagliare un rigore dopo appena quattro minuti di gioco, ma non solo. La squadra di Mazzarri si vide anche espellere Lorenzo De Silvestri (autore del gol dell’1-1) per somma di ammonizioni, e il terzino dovette saltare la sfida successiva.

TURIN, ITALY - FEBRUARY 12:  Arlind Ajeti (C) of FC Torino celebrates a goal with team mates during the Serie A match between FC Torino and Pescara Calcio at Stadio Olimpico di Torino on February 12, 2017 in Turin, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – FEBRUARY 12: Arlind Ajeti (C) of FC Torino celebrates a goal with team mates during the Serie A match between FC Torino and Pescara Calcio at Stadio Olimpico di Torino on February 12, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

VITTORIE – I due successi del Torino con Maresca risalgono invece alla stagione 2016/2017, entrambe arrivate in casa granata. La prima risale a quel Toro-Genoa che terminò 1-0 grazie alla rete di Andrea Belotti su calcio di punizione, imbeccato da un ottimo lancio di Adem Ljajic. L’altro successo invece fu ben più ampio, ma anche con un andamento alquanto anomalo. Si tratta di Torino-Pescara, conclusasi 5-3 per la squadra allenata allora da Mihajlovic, che segnò 5 reti nella prima mezz’ora, salvo poi farsi quasi rimontare da una formazione che era condannata alla retrocessione. Protagonista di quella sfida fu Arlind Ajeti, autore del gol del 2-0, ma anche del 5-2 in favore del Pescara, perché realizzò un’autorete.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13999465 - 3 mesi fa

    il cognome è tutto un programma

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14036712 - 3 mesi fa

    Grande “attosi”!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. attosi - 3 mesi fa

    Perchè mai avrebbero dovuto fermare Banti visto che ha fatto benissimo quello che gli hanno chiesto di fare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy